Espandi menu
cerca
Lone Survivor

Regia di Peter Berg vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 279
  • Post 186
  • Recensioni 4924
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Lone Survivor

di alan smithee
4 stelle

locandina

Lone Survivor (2013): locandina

Nel 2005 una squadra di Marines parte alla volta dell'Afghanistan per fermare un gruppo di rivoltosi talebani, Arrivati in loco, la squadra si imbatte in un pastore e nei due figli, che il comandante Murphy finisce per lasciare andare, convinto della loro estraneità con il nemico.

Valutando la missione ormai compromessa per essere comunque stati scoperti, il comandante si accinge a portare il suo gruppo in cima ad una montagna, affinché possano essere prelevati dagli elicotteri della propria armata.

Taylor Kitsch, Mark Wahlberg

Lone Survivor (2013): Taylor Kitsch, Mark Wahlberg

Taylor Kitsch, Mark Wahlberg

Lone Survivor (2013): Taylor Kitsch, Mark Wahlberg

I talebani però, avvisati dal pastore lasciato andare, si apprestano a raggiungere in forze i quattro marines che, circondati ed in fuga per sottrarsi alla cattura, danno vita ad una rocambolesca fuga per tentare di mettersi in salvo prima del sopraggiungere degli elicotteri di rinforzo.

Tratto dal romanzo autobiografico omonimo che racconta la vera epopea del marines Marcus Luttrell, unico sopravvissuto alla missione di morte che lo vide protagonista assieme agli altri tre affiatati colleghi, il film di Peter Berg possiede l'afflato marziale coerente con l'argomento trattato, nonché si fa forte di un cast di quattro attori davvero bravi ed in parte, come risultano essere Mark Wahlberg nel ruolo del protagonista, ma pure Taylor Kitsch, Emile Hirsch e il grande Ben Foster.

Emile Hirsch, Mark Wahlberg, Ben Foster, Taylor Kitsch

Lone Survivor (2013): Emile Hirsch, Mark Wahlberg, Ben Foster, Taylor Kitsch

Mark Wahlberg, Ali Suliman

Lone Survivor (2013): Mark Wahlberg, Ali Suliman

Il problema è che la vicenda si porta appresso un così forte afflato patriottico da risultare presto sin troppo tronfio ed esaltato, così come l'ardua resistenza che motiva i quattro soldati, finisce per risultare un estenuante esaltazione di un martirio annunciato.

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati