Espandi menu
cerca
La risaia

Regia di Raffaello Matarazzo vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 154
  • Post 16
  • Recensioni 10532
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La risaia

di mm40
4 stelle

Una mondina viene presa sotto l'ala protettiva del padrone; le colleghe invidiose la considerano la sua amante, ma la realtà è molto diversa. Se ne renderà conto Gianni, che fidanzandosi con la ragazza farà scoppiare la bolla: l'uomo è infatti il vero padre di lei, mai conosciuto.

 

Il collegamento con Riso Amaro (Giuseppe De Santis) c'è, ma è tutt'altro che evidente come potrebbe sembrare. Non è nell'ambientazione o nei simili personaggi, il legame diretto fra le due pellicole, bensì nel più o meno consapevole ritratto sociologico della loro contemporaneità. Se a De Santis premeva raccontare l'Italia del secondo dopoguerra, inserendosi nel filone neorealista, per La risaia di Raffaello Matarazzo in realtà le ambizioni contenutistiche risultano fin da subito piuttosto scarne: la sceneggiatura di Ennio De Concini, Aldo De Benedetti e Carlo Musso (coautore anche del copione di Riso amaro!) è quella di un fotoromanzo ben dettagliato, con sentimenti forti in primo piano ed esteticamente confezionato con sufficiente perizia, peraltro - scelta tutt'altro che scontata all'epoca - a colori. Ma l'importanza de La risaia non è tanto in ciò che dice, quanto in ciò che rimane in secondo piano: lo sfondo della storia è quello di un'Italia oramai nel boom, economicamente in crescita con quanto ne consegue (migliore istruzione media, per es.) eppure sempre, perennemente ancorata a difetti e stereotipi antiquati e incancellabili. Una ragazza che trova lavoro facilmente, tanto per essere chiari, ha certamente fatto dei favori particolari al suo datore di lavoro: forse che sessant'anni dopo l'uscita di questo film le cose sono minimamente cambiate? Per nulla. E' cambiata la morale dei film, quella sì, ma l'italiano vero, concreto, reale: quello no, è sempre vittima delle sue stesse piccinerie e ipocrisie. Ecco perchè La risaia può sembrare oggi un lavoro parecchio datato e, forse, già nel 1956 fuori tempo massimo, ma a ben guardare ha ancora qualcosa di interessante da dirci. Nel cast, fra gli altri: Fulco Lulli, Elsa Martinelli, Rik Battaglia, Vivi Gioi, Lilla Brignone, Michel Auclair. 4/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati