Espandi menu
cerca
Captain America - The Winter Soldier

Regia di Anthony Russo, Joe Russo vedi scheda film

Recensioni

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 383
  • Post 189
  • Recensioni 5731
  • Playlist 116
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Captain America - The Winter Soldier

di supadany
7 stelle

All’interno del (sempre più) ricco panorama di personaggi Marvel, è Capitan America quello che fin qui ha sparigliato un pò le carte in tavola.

Se il primo film ricordava un altro tempo, con tutte le libertà del caso, questa volta si rinnova il profilo (più) serioso all’insegna dei complotti e di un presente nel quale è difficile fidarsi e soprattutto scegliere di chi.

Mentre Steve Rogers (Chris Evans) prova ad abituarsi al mondo moderno (fantastico il taccuino su cosa conoscere di imperdibile), lo S.H.I.E.L.D. è sotto attacco nella fondamentale figura di Nick Fury (Samuel L. Jackson).

Steve si ritrova contro un nemico che non riesce ad identificare e grazie a Vedova Nera (Scarlett Johansson) e Falcon (Anthony Mackie) cercherà di scoprire cosa stia succedendo.

Quello che è sicuro è che sono sotto il tiro di un personaggio misterioso chiamato Winter Soldier (Sebastian Stan).

 

Robert Redford, Chris Evans

Captain America - The Winter Soldier (2014): Robert Redford, Chris Evans

 

Il film dei fratelli Anthony e Joe Russo, molto apprezzati in casa Marvel, trova la sua dimensione e pur non mancando di suscitare alcune perplessità, come alcune scene sovraccariche (vedi il roboante finale), riesce ad ampliare il discorso arricchendo il fortunato filone Marvel con uno sguardo pessimistico sul potere, su ciò che va fatto per mantenere la pace (divergenze esplicitate nel primo confronto tra Steve e Fury) e conseguire una posizione di controllo (la presenza di Robert Redford ricorda, seppur senza esagerare, un cinema politico impegnato tipico degli States anni ’70).

Ma prima di tutto rimane un action movie, certo con alle spalle un intreccio più ricercato, con più lavoro dal vivo, con tante sequenze solo completate con gli effetti digitali; la prima missione di salvataggio (un po’ ordinaria a dire il vero), ma soprattutto varie sequenze sulle strade (realizzate a Cleveland), con l’agguato a Fury (al cardiopalma) ed un confronto di squadra contro Winter Soldier (spedito ed adrenalinico), solo in fondo spunta la tendenza a strafare che riporta in mente gli Avengers, ma senza riuscire a richiamare quella leggerezza che rendeva il tutto più gestibile (ed in fondo divertentissimo).

Apprezzabile il tentativo di costruire una trama più articolata, ma in alcune circostanze la mano appare pesante (la vera identità di Winter Soldier con tutto ciò che ne consegue), ma è comunque un passaggio di consolidamento che apre qualche porta in più ad un universo che ha comunque bisogno di cambiare qualche carta in gioco per non apparire sempre troppo similare a se stesso.

Per il resto, Chris Evans non mi fa impazzire nel ruolo, tanto più quando il clima si fa eccessivamente nervoso, Scarlett Johansson sta al gioco con sguardi ammiccanti, Anthony Mackie ha sempre quel sorriso di chi prende le cose alla leggera (discreto compendio al Cap), mentre Samuel L. Jackson ha più spazio (gradito) del solito e Robert Redford lavora di mestiere (praticamente sempre confinato nella stessa stanza).  

Direi un film apprezzabile, anche se, visto che c’erano, il profilo più impegnato poteva essere spremuto un po’ di più, controllando maggiormente alcuni vezzi “baracconi”, visto che così appare più un ibrido per accontentare tutti senza far impazzire nessuno.

Complessivamente abbastanza interessante (almeno all’interno dell’universo Marvel).

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati