Trama

Nell'ottobre 1942, nella Francia occupata dai tedeschi, il capo di un gruppo clandestino organizza la fuga in Inghilterra di persone importanti della Resistenza. Nel tentativo di salvare due compagni catturati dalle Ss, l'uomo si fa prendere a sua volta ma riesce a fuggire. Viene informato che una loro compagna è nelle mani della Gestapo. Resisterà alle torture? L'unica soluzione, per quanto penosa, è eliminarla. Si tratta di un film molto duro, decisamente doloroso, sui pericoli corsi dai partigiani francesi e soprattutto sulle loro scelte difficili. Lo stile secco e nervoso, gli ambienti cittadini minacciosi, l'interpretazione (specialmente di Lino Ventura e di una tragica Simone Signoret) fanno di questo film di Melville uno stupendo esempio di 'noir' bellico.

Commenti (7) vedi tutti

  • Come per Il Disprezzo godardiano, le versioni manipolate sono immonde l'originale è un capolavoro (L'Armée des Ombres dura 145 min non uno di meno!). Lo si tace, ma il poker realizzato da JPMelville tra il 1966 e il 1970 non ha eguali. Si forgia la radicale ontologia di uno sguardo che ridefinirà buona parte del cinema a venire, ben oltre i generi.

    commento di Inside man
  • La versione italiana di 1 ora e 36 minuti ( anche se sul retro del dvd italiano viene erroneamente citata una durata di 145 minuti ) penalizza molto la visione di questo film. Peccato.

    commento di Andre1911
  • Racconto severo privo di enfasi sulla resistenza al nazismo in Francia. A tratti fin troppo asciutto e lento, il film contiene momenti bellissimi, come la fucilazione al passo di corsa e intensi come l'esecuzione del traditore. Notevole la fotografia desaturata di Pierre L'Homme.

    commento di michel
  • Confermo che il film è un po' lento nel suo dipanarsi. Sono i tempi dell'epoca in cui tutto è come congelato dalla guerra e dall'impossibilità di muoversi ed agire liberamente. Tutto è ingessato e solo pochi coraggiosi hanno il coraggio di agire. Facile essere quindi scoperti in un mare di immobilità. Rende bene il clima tetro dell'occupazione nazi

    commento di Brady
  • Voto 5,5. [15.04.2012]

    commento di PP
  • Come ci informa Mereghetti, il film «in originale durava 150', poi tagliato a 135', ma in Italia fu ulteriormente ridotto a 107'». E tuttavia è ancora troppo lungo. Una dura prova per la Resistenza, quella dello spettatore.

    commento di sasso67
  • Storico,ben costruito ma un po' pesante.

    commento di rosario
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
10 stelle

Philippe è uno dei capi dei maquisard francesi,i partigiani gollisti che fanno la resistenza contro i nazisti. E' stato arrestato ma al posto di guardia riesce a fuggire e a ricongiungersi con gli altri partigiani prima a Londra e poi a Parigi. Anche se in questo caso dalla parte di chi è preposto a garantire l'ordine pubblico ci sono addirittura i nazisti,Melville non cede alla… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

luisasalvi di luisasalvi
6 stelle

Film duro sulla resistenza francese, incluso fra due esecuzioni fra partigiani: all'inizio Philippe Gerbier (Ventura), uno dei capi, catturato per la denuncia di un compagno, riesce ad evadere e con due compagni "giustizia" il giovane delatore; alla fine la coraggiosa e abile e generosa Mathilde (Signoret), catturata, resisterebbe alle torture ma i tedeschi per farla parlare minacciano di… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

chribio1 di chribio1
4 stelle

sono d'accordissimo con l'opinione di Sasso67,lungo,noioso e soporifero direi. Purtroppo le belle attese si sono arenate gia' nei primi 45' dei quali non e' successo nulla di nulla e anche la parte vocale con il narratore gia' a sentire la sua voce lenta e quasi assonnata fa venire da dormire anche a me;ho tirato avanti altri 25' e finalmente qualcosa d'interessante succede ma poco dopo altri 5'… leggi tutto

3 recensioni negative

2019
2019
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

JEAN-PIERRE MELVILLE La violenza come fine necessario alla riunificazione; il tradimento come fine dell'unità di una nazione. Nella Francia divisa in due del 1942 - da una parte, al nord, la zona occupata dalla dominazione tedesca, dall'altra, il centro sud, il governo collaborazionista di Vichy - la Resistenza si impegna attivamente in un'opera di silenziosa opposizione…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2017
2017
2016
2016
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
Trasmesso il 23 novembre 2014 su Tv 2000

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
10 stelle

Eccezionale, efficace, scioccante ed incisivo film sulla resistenza francese; a mio parere uno dei migliori sul tema. Interessante ed incisivo appunto perché ci viene mostrata la resistenza sotto tutti i suoi punti di vista: quello eroico e quello meno eroico (i partigiani non si fanno problemi ad uccidere chi tradisce senza processo o contraddittorio). Perciò Melville fa sì che la sua armata…

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 25 febbraio 2014 su Tv 2000
Trasmesso il 29 gennaio 2014 su Tv 2000
2013
2013

Recensione

GIMON 82 di GIMON 82
8 stelle

"Quando ti si sgretola il pavimento sotto,resistere o arrenderti sono due facce della stessa voglia di distruggerti" Pino Cacucci. Resistere,come imperativo categorico d'una causa. Vinta o persa che sia non fa differenza,l'importante è andare avanti.Controvento o divenendo "ombre" del proprio destino.Gli "eroi" di Melville vivono in questo limbo temporale,senza scelta,se non quella di piegarsi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

allanfelix di allanfelix
10 stelle

Un capolavoro, rarefatto, duro. Rappresenta la durezza della resistenza tramite l'annullazione delle emozioni dei personaggi. Non si compromettono e non abbandonano il loro fine. Certamente pesante per chi ama i film contemporanei. Diciamo che è antitetico a Tarantino. Melville gioca in sottrazione ma se si accettano le sue regole il film è appassionante nella sua coerenza. Lino Ventura è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2012
2012
Trasmesso il 25 marzo 2012 su Rai Movie
Trasmesso il 12 febbraio 2012 su Rai Movie
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito