Espandi menu
cerca
Il fiume rosso

Regia di Howard Hawks vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Dany9007

Dany9007

Iscritto dal 15 giugno 2020 Vai al suo profilo
  • Seguaci 10
  • Post -
  • Recensioni 119
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il fiume rosso

di Dany9007
10 stelle

A mio avviso il più bel western di Hawks. Dopo una versione "martoriata" (non ho capito perchè il DvD della Ermitage lo presentasse con immagini ai limiti della sopportazione e tagli che ne devastavano la continuità) ho reperito alcuni anni fa una versione "integrale" con una buona parte in lingua originale.

La trama è davvero coinvolgente e si sviluppa in circa 15 anni, quando Tom Dunson, al termine della guerra civile, si avvia portare un'imponente mandria dal Texas ad Abilene. Durante questo viaggio assitiamo ad una metamorfosi di Dunson, sempre più guardingo, malfidente e spietato, impone ai suoi uomini una marcia forzata. Non ci pensa due volte a condannarli a morte con un processo in cui lui stesso è giudice, giuria e boia.

Il suo figliastro Matt, già indignato dai modi del patrigno, decide quindi di ribellarsi e abbandonando Dunson porta il bestiamo nel Missouri. Solo ed abbandonato persino dal fedelissimo Groot, non si farà attendere per compiere la sua vendetta.

Con scene davvero epiche (la partenza della mandria, l'attraversamento del fiume), tocchi di ferocia (Wayne che diviene un sempre più cupo giustiziere) e momenti di umorismo brillante, Hawks confeziona un film che è entrato a pieno titolo tra le migliori pellicole del genere western.

Impossibile non lodare la straordinaria performance di Wayne, che come lo stesso Ford dovette ammettere, dava per la prima volta uno spessore encomiabile ad un personaggio controverso ed ostinato, incapace di riconoscere d'avere torto, salvo riscattarsi alla fine.

Da notare anche un certo coraggio di Wayne ad interpretare un personaggio che per quasi tutto il film ha circa 15 anni in più dell'attore nella realtà (lo vediamo infatti con i capelli bianchi).

Anche Montgomery Clift interpreta un personaggio molto umano che, sebbene sovrastato dalla figura di Dunson saprà assumere le proprie responsabilità di capo.

Infine Walter Brennan sembra anticipare le figure di Terra lontana e Un dollaro d'onore nel ruolo dell'attempato bisbetico sempre pronto alla battuta.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati