Espandi menu
cerca
A spasso con Daisy

Regia di Bruce Beresford vedi scheda film

Recensioni

L'autore

LorCio

LorCio

Iscritto dal 3 giugno 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 144
  • Post 34
  • Recensioni 1625
  • Playlist 251
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su A spasso con Daisy

di LorCio
7 stelle

L’allora ottantenne Jessica Tandy si guadagnò (meritatamente) l’Oscar e fu la più vecchia vincitrice del premio come miglior attrice. L’amato Hume Croyne, di due anni più giovane, si commosse per la gioia in platea. Una di quelle coppie che ti senti bene solo a vederla sorridere. Vecchia Hollywood. Sa proprio di vecchia Hollywood il film di Bruce Beresford, che ha il passo placido dell’auto guidata dal maturo Hoke (il sereno, pacifico, saggio Morgan Freeman) su cui si muove la vecchia maestra Daisy, protagonista di un quasi racconto di formazione tardivo ma non ritardato sulla necessità dell’amicizia, sulla diversità (di classe, di razza, di cultura), sui tempi che cambiano. Molti l’hanno accusato di essere una sdolcinata rappresentazione della bontà americana, melliflua storiella di buoni sentimenti sulla solidarietà retorica e stucchevole. Il film, in realtà, è il tenero racconto di una scoperta senile dolce e delicata, in cui ogni cosa funziona a dovere e che, senza farci troppi complessi, riesce ad emozionare con raffinata soavità. Nota di merito anche al bravissimo Dan Aykroyd, anche se la scena se la ruba indubbiamente una Tandy da urlo, alle prese pure con un trucco che la rende ancor più anziana. Bello, giusto e paraculo il finale.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati