La foresta di ghiaccio

play

Regia di Claudio Noce

Con Emir Kusturica, Ksenia Rappoport, Domenico Diele, Adriano Giannini, Giovanni Vettorazzo, Maria Roveran, Rinat Khismatouline... Vedi cast completo

Guardalo su
  • iTunes
  • iTunes
  • iTunes
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Pietro (Domenico Diele),  un giovane tecnico specializzato, arriva in un piccolo paese alpino per riparare un guasto alla centrale elettrica in alta quota quando si trova di fronte a un'improvvisa e strana sparizione. L'evento genera una serie di conseguenze imprevedibili che portano il giovane a scontrarsi con due fratelli della zona (Emir Kusturica e Adriano Giannini) che sembrano nascondere qualcosa. Quando poi intuisce l'origine dei segreti nascosti nella valle, la tensione accumulata esplode fino a creare un clima di sospetti che coinvolge chiunque, compresa Lana (Ksenia Rappoport), la zoologa esperta di orsi.

Approfondimento

LA FORESTA DI GHIACCIO: SEGRETI NASCOSTI TRA LE ALPI

Diretto da Claudio Noce e sceneggiato dal regista con Francesca Manieri ed Elisa Amoruso con la collaborazione di Diego Ribon, La foresta di ghiaccio racconta un incredibile mistero che si sviluppa dietro l'apparente serenità di un piccolo paese alpino. Con una tempesta che incombe minacciosa sullo sfondo, Pietro, un giovane tecnico specializzato, arriva nella valle per riparare un guasto alla centrale elettrica in alta quota, e si trova improvvisamente di fronte ad una strana sparizione. Si consuma quindi lo scontro fra il giovane Pietro e due fratelli, Lorenzo e Secondo, che vivono e lavorano nella zona. Quando il ragazzo comprende l'origine dei segreti nascosti nel cuore della valle, le tensioni esplodono e comincia un gioco di specchi deformanti in cui nessuno è immune dal sospetto, neppure Lana, la zoologa esperta di orsi.

Con la direzione della fotografia di Michele D'Attanasio, le scenografie di Daniele Frabetti e i costumi di Maria Cristina La Parola, La foresta di ghiaccio è stato presentato in concorso al Festival di Roma 2014 ed è così descritto dallo stesso Noce: «Il vento freddo soffia senza sosta, facendosi largo tra gli abeti, scavando nella roccia scura, invadendo la sconfinata foresta sommersa dal ghiaccio.

Decidere di ambientare questa storia tra le montagne e le impenetrabili foreste ghiacciate è stato un passaggio successivo alla composizione della drammaturgia. Quando la magnificenza della montagna è apparsa davanti ai miei occhi, non ho avuto più nessun dubbio e ho pensato che fosse questo il palcoscenico perfetto per questa favola nera. Un luogo dove la natura è più forte della volontà e dei desideri dell’uomo. Dove il dolore e il senso di colpa si fondono con l’urlo violento della tempesta.

Un’impenetrabile barriera di cemento avvolta nella notte. Una diga che divide il tempo. Ho sempre amato le zone di confine, dove lo spazio si fonde fra cielo e terra e muta asseconda dello sguardo. Dove l’attesa si trasforma in bisogno.

La foresta di ghiaccio è come una grande ragnatela che lentamente si scioglie diventando neve e vento, fino a fondersi con la tempesta del peccato e con il furore della vendetta. E quando la notte sembrerà infinita, quando nel buio bruceranno le colpe del passato: improvvisamente tornerà il giorno.

Questa storia parla di vendetta, di amore e odio, di amicizia e tradimento, ma anche di senso di appartenenza, qualcosa che forse non ha più a che fare con i nostri giorni».

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Mette i piedi in più scarpe, Noce, e non sempre con la giusta frequenza: l’intreccio, tipicamente thriller, è contorto il giusto, mentre la messa in scena strizza l’occhio all’horror, con una regia nervosa nelle sequenze di azione, gli scenari innevati minacciosi, i personaggi disturbanti, gli interni plumbei e una colonna sonora fin troppo esplicita. La storia comunque sta decorosamente in piedi, per quanto ci metta troppo a tirare le fila del discorso, le facce funzionano, ma alcune sottolineature sono piuttosto grevi.

Commenti (3) vedi tutti

  • Io penso che il primo vero compito di un film è quello di raccontare una storia e di farti viaggiare immergerti in luoghi e culture in cui ti trovi catapultato magicamente. Claudio Noce ha uno stile personale e il film mi è piaciuto, sembra quasi un fumetto Noir, un film sincero, altra storia i film da botteghino e americanate varie...

    commento di Lòrg
  • il regista manifesta velleità autoriali, ma si sofferma troppo sulle sole atmosfere cupe e selvaggie e sui personaggi grevi e ambigui, aggressivi e asociali, senza svolgere in modo chiaro la dinamica della narrazione, confondendo lo spettatore e annoiandolo, oltre a qualche incongrenza e omissione in corso d'opera

    commento di Maciknight
  • Film visto ca. 3 anni fa ma dimenticato di Recensire : ambientazione valida,visione non del tutto appassionante ma c'e' di peggio.voto.5.

    commento di chribio1
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

pazuzu di pazuzu
4 stelle

Nel gennaio del 1994, al confine tra Italia e Slovenia, un bambino tenta di fuggire da un gruppo di profughi alle prese con un leader violento. Vent'anni dopo, sotto un'incessante tormenta di neve, la centrale elettrica dello stesso paese di montagna resta spesso al buio per dei black out. Pietro (Domenico Diele), un operaio specializzato, viene mandato ad intervenire sul guasto, e si trova ad… leggi tutto

1 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Corinzio di Corinzio
6 stelle

E' un film molto ambizioso che si muove all'interno dei generi al quale Noce cerca di dare una forte impronta personale che travalica il genere stesso. Dal punto di vista strettamente tecnico, il film è veramente affascinante. Il paesaggio montano, la fotografia dai colori freddi offrono una cornice dove si muovono personaggi, ognuno con i loro segreti ed ognuno alle prese con una… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

maxdiveroli di maxdiveroli
8 stelle

Col suo secondo lungometraggio, Claudio Noce conferma la sua visione lucida e competente. “La foresta di ghiaccio” è un film intenso, coinvolgente, che inizialmente disorienta per il tentativo di ampliare i confini del cinema di “genere”. Forse inadatto ad una lettura superficiale per la sua architettura complessa che si pone a metà tra il thriller ed il… leggi tutto

2 recensioni positive

2020
2020

Montagne tenebrose

ezzo24 di ezzo24

Film più o meno thriller, di ambientazione montagnosa o comunque nevosa, in alcuni casi nordica. Niente scalate, gente sperduta o film di guerra e western.

leggi tutto
Playlist
Trasmesso il 4 settembre 2020 su Rai Movie
Trasmesso il 13 gennaio 2020 su Rai 5
2018
2018

Recensione

axe di axe
5 stelle

Un racconto di morte e vendetta. In un imprecisato e piccolo centro abitato a ridosso del confine tra Italia e Slovenia, i piu' degli abitanti lavorano in una centrale elettrica; s'intuisce, pero', che si tratta di una copertura per misteriosi traffici illeciti. Il rinvenimento di un cadavere nei pressi del confine e l'arrivo di un tecnico incaricato di effettuare lavori nella centrale…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 1 marzo 2018 su Rai Movie
Trasmesso il 19 febbraio 2018 su Rai Movie
2015
2015
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

Corinzio di Corinzio
6 stelle

E' un film molto ambizioso che si muove all'interno dei generi al quale Noce cerca di dare una forte impronta personale che travalica il genere stesso. Dal punto di vista strettamente tecnico, il film è veramente affascinante. Il paesaggio montano, la fotografia dai colori freddi offrono una cornice dove si muovono personaggi, ognuno con i loro segreti ed ognuno alle prese con una…

leggi tutto

Recensione

PrivateJoker84 di PrivateJoker84
5 stelle

Claudio Noce azzecca location e fotografia (il bianco freddo di luci e neve crea una un'atmosfera northern gothic perfetta) e probabilmente gli interpreti (gli inciampi, il multilinguismo e la recitazione naturale riescono a creare un piacevole sfondo da zona di confine, al margine, buon sostituto dell'hillbilly di oltre oceano). Forse la principale criticità, che rende La foresta di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
5 stelle

Qualcosa si muove nel cinema di genere italiano. È vero, lo blateriamo a vanvera da un paio di decenni, ma è indubbio che ultimamente almeno i noir che arrivano in sala si sono moltiplicati. Dopo Perez., Anime nere e Senza nessuna pietà è la volta di Claudio Noce, che con La foresta di ghiaccio si installa al confine italo-sloveno per raccontare una storia di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
È uscito FilmTv n° 45

È uscito FilmTv n° 45

FilmTv #45 è in edicola e in pdf nel nostro Negozio digitale.L'unico settimanale di cinema, televisione e musica. Tutti i palinsesti delle Tv in… segue

Post
Uscito nelle sale italiane il 10 novembre 2014
locandina
Foto
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

maxdiveroli di maxdiveroli
8 stelle

Col suo secondo lungometraggio, Claudio Noce conferma la sua visione lucida e competente. “La foresta di ghiaccio” è un film intenso, coinvolgente, che inizialmente disorienta per il tentativo di ampliare i confini del cinema di “genere”. Forse inadatto ad una lettura superficiale per la sua architettura complessa che si pone a metà tra il thriller ed il…

leggi tutto
Recensione

Recensione

araihc di araihc
10 stelle

Un bel thriller ambientato in alta montagna con tanti meriti. Argomenti importanti come l'immigrazione e la guerra in Ex-Jugoslavia, trovano espressione in un genere cinematografico che guarda verso un pubblico piú ampio. Cast impeccabile con un Adriano Giannini davvero sorprendente  e un'intensa Ksenia Rappoport. Toccante anche l'interpretazione di Emir Kusturica, che si…

leggi tutto
Recensione
Roma 2014: Giorno 8

Roma 2014: Giorno 8

Mentre La foresta di ghiaccio di Claudio Noce sembra non avere convinto il nostro Pazuzu («il problema dell'opera è che per comprendere quale sia… segue

Post

Recensione

pazuzu di pazuzu
4 stelle

Nel gennaio del 1994, al confine tra Italia e Slovenia, un bambino tenta di fuggire da un gruppo di profughi alle prese con un leader violento. Vent'anni dopo, sotto un'incessante tormenta di neve, la centrale elettrica dello stesso paese di montagna resta spesso al buio per dei black out. Pietro (Domenico Diele), un operaio specializzato, viene mandato ad intervenire sul guasto, e si trova ad…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito