Trama

Gloria, una donna di 58 anni attraente ed intelligente, per non sentirsi sola riempie le sue giornate di cose da fare. Il lavoro in una compagnia di assicurazioni e le preoccupazioni per i figli e il nipotino corredano l'abitudine che Gloria ha di frequentare feste per soli adulti, dove ha la possibilità di vivere avventure passeggere e di divertirsi. La sua esistenza però cambia quando conosce Rodolfo, un sessantacinquenne con cui sembra essere felice. La storia d'amore, però, porterà in Gloria una crisi interiore ancora peggiore di quella che viveva prima di incontrare Rodolfo.

Approfondimento

GLORIA: UNA PROTAGONISTA SEMPRE IN SCENA

Gloria, quarto lungometraggio di Sebastián Lelio, è un film raccontato attraverso un solo punto di vista: quello di Gloria, la protagonista alle soglie dei sessant'anni interpretata da Paulina Garcia. Non c'è alcun frammento nel quale il suo corpo non sia presente o singola scena in cui lei non manifesti il suo pensiero. Per molti versi, Gloria è al tempo stesso protagonista e personaggio di supporto per le vite di tutti coloro che la circondano: capita sovente infatti che al centro della storia vi siano episodi rivelanti che accadono ad altri personaggi ma Lelio spinge lo spettatore ad osservarli attraverso gli occhi di Gloria, colei che è alla ricerca di un proprio posto in un mondo che non sembra avere molto spazio per lei.

GLORIA METAFORA DEL CILE

La sceneggiatura di Gloria - frutto di due anni di lavoro - prende spunto da storie o episodi realmente accaduti nella città di Santiago e la stessa capitale cilena è può essere considerata come un ulteriore personaggio del film. L'esigenza della protagonista di essere amata e valorizzata è in qualche modo simbolica del desiderio della società cilena di vedersi riconoscere i propri diritti: sebbene sia un paese moderno e in via di espansione, il Cile soffre ancora di forti e ingiusti contrasti sociali. Aggrappata con le unghie e con i denti al desiderio di cambiamento, Gloria è pronta a farsi mettere k.o. e a rialzarsi senza demordere fino a quando non avrà ottenuto ciò che desidera.

LA MUSICA COME CORO GRECO

Gloria è anche un film sui sentimenti e nel racconto a costituire un elemento centrale è la musica. Funzionando come un coro greco e contaminando il racconto, la colonna sonora permette ai personaggi di esprimersi, di manifestare i propri sentimenti e di sottolineare i loro stati d'animo. A divenire specchio dei processi innestati e dei dilemmi vissuti sono alcune canzoni che spaziano da pezzi conosciuti in tutto il mondo a canzoni di culto latinoamericane e cilene: disco music, boleri, ballate, salse, cumbie, rock'n roll e, sul finale, una bossa nova (Waters of March di Tom Jobim) accompagnano le scene più importanti.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Orso d'argento per la migliore attrice (Paulina Garcia) al Festival di Berlino 2013. Stile composto e senza svolazzi, ancorato a una quotidianità banale, talvolta ironica e mai disperata. Ciò che si percepisce è però un’energia trattenuta, un desiderio che rischia di spezzare la medietà del tono. E per quanto alla fine tutto si tenga, è nello sfogo più banale e diretto che Gloria trova il suo compimento. Quando infatti il nome della protagonista diventa anche il titolo di una canzone (sì, quella di Tozzi), l’immediatezza del riferimento libera finalmente il film, gli regala un episodio di disarmante bellezza con l’espediente più scontato e inevitabile. Cinema d’autore borghese e adulto, letterale ed esplicito, costruito per raccontare la vita vera nel modo più efficace e innocuo possibile.

Commenti (6) vedi tutti

  • Nudo, vero, incontrollabile, indimenticabile.

    commento di lucinos
  • Bizzarra Storia Interpretata bene dall'Attrice principale,la quale ha vinto anche un Premio come migliore Attrice per quest'Opera portata avanti dal nostro Andrea Occhipinti forse ormai messo nel dimenticatoio ... comunque visione un po' soporifera con un paio di stralunate scene sexy e poco altro da ricordare.voto.5.

    commento di chribio1
  • Il tema è interessante: basta con le bonazze! Finalmente la protagonista è una signora matura, con le sue belle rughe e i suoi occhialoni. Inoltre vediamo una storia normale, che può capitare a ciascuna di noi. Però il ritmo è esasperatamente lento!

    commento di Artemisia1593
  • Film buono, ma ostico

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Modesta fiaba moderna troppo 'normale' per appassionare. Inspiegabile la ola da stadio riservatagli dalla critica.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • BEN MERITATO L'ORSO D'ARGENTO!!!

    commento di fralle
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
8 stelle

GLORIA, è l’uscita più recente del cinema cileno, che sta cominciando ad imporsi anche nei Festival ad alti livelli di qualità, grazie a due registi, Pablo Larrain, qui produttore insieme al regista  Sebastiàn Lelio (sceneggiatore con Gonzalo Maza). Non siamo nell’estrosità e fedeltà storica di No.I giorni dell’arcobaleno di Larrain, ma in una storia personale con riflessi… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ROTOTOM di ROTOTOM
6 stelle

Gloria, manchi tu nell'aria,  manchi come il sale,  MANCHI PIÙ DEL SOLE . Sciogli questa neve – Zan! Zan! Zan! - che soffoca il mio petto –o-o-o , t'aspetto Gloria –aaaaaaa.  Finisce così Gloria con uno dei pezzi di musica leggera italiana più famosa nel mondo, ma non è uno spoiler.  Non finisce in gloria neppure la storia della protagonista che porta il nome come un sogno… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

LAMPUR di LAMPUR
4 stelle

Le locandine del film nel foyer del cinema annunciano trionfanti: “Uscirete felici dal cinema!”. Il che, devo dargliene atto, è assolutamente vero; trattasi forse di pubblicità vagamente ingannevole ma è innegabile che la mia, personale, uscita dal cinema al termine dell'indisponente proiezione, sia stata una delle fasi più soddisfacenti del film. Gloria è una quasi sessantenne,… leggi tutto

3 recensioni negative

2018
2018
Trasmesso il 4 novembre 2018 su Rai Movie
Trasmesso il 2 giugno 2018 su Rai Movie
2017
2017
Trasmesso il 26 novembre 2017 su Rai Movie
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 24 maggio 2017 su Rsi La1
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
6 stelle

Dramma della solitudine ,di una donna separata , matura, piacente e  ancora alla ricerca d'amore.Non conosco bene il cinema cileno, ma questa pellicola anche se ben costruita , mi sembra piuttosto coriacea.Ci sono molti tempi morti e alcune scene sono troppo dilatate nel tempo.Spicca l'interpretazione della protagonista, molto espressiva , colora di grigio con i suoi atteggiamenti,il…

leggi tutto
Recensione
2015
2015
Trasmesso il 6 ottobre 2015 su Rsi La1

Donna

Barone Cefalu di Barone Cefalu

Donna, che nascondi la fragilità,  seducente, dietro gesti sicuri, che lotti per i tuoi diritti,  ma all'ombra ti adagi nel conforto di antichi costumi. Sei crudele,  perché so che in cuor…

leggi tutto

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
5 stelle

  Tradito da recensioni (quasi) unanimamente positive ricevute alla sua presentazione al festival di Berlino dello scorso anno, mi sono ritrovato in una sala cinematografica a chiedermi che film avessero visto tali critici -professionisti e non-. “Gloria” non è un brutto film, mettiamolo subito in chiaro, è più semplicemente una storia troppo minima per…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

Gloria appunto (come l'omonima canzone di Umberto Tozzi qui in versione spagnola) ,una splendida cinquattottenne (Paulina Garcia in stato di grazia,molto generosa nell'esporsi e premiata a Berlino) che mette tutta se stessa nel nuovo rapporto con Rodolfo piu' grande di lei .Il nuovo cinema cileno non finisce di sorprenderci grazie ora a Sebastian Lelio che dipinge uno dei piu' struggenti…

leggi tutto
2014
2014
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

La disperata fuga di una donna dalla solitudine della mezza età. Gloria non riesce a credere che per lei non vi sia scampo. Non si rassegna, continua a sfidare la sorte, e così si ritrova costretta a scoprire poco a poco quella dolorosa verità. La sua storia non ha nulla di eccezionale: è uguale a mille altre, anche perché in essa la sfortuna è fatta di…

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

ROTOTOM di ROTOTOM
6 stelle

Gloria, manchi tu nell'aria,  manchi come il sale,  MANCHI PIÙ DEL SOLE . Sciogli questa neve – Zan! Zan! Zan! - che soffoca il mio petto –o-o-o , t'aspetto Gloria –aaaaaaa.  Finisce così Gloria con uno dei pezzi di musica leggera italiana più famosa nel mondo, ma non è uno spoiler.  Non finisce in gloria neppure la storia della protagonista che porta il nome come un sogno…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito