Espandi menu
cerca
Nebraska

Regia di Alexander Payne vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 34
  • Post -
  • Recensioni 1825
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Nebraska

di Furetto60
7 stelle

Ottimo film di Payne,interpretazione superlativa di Dern

Woody Grant, è un uomo anziano,stanco ,semialcolizzato,affetto dai primi sintomi di demenza senile e con diversi debiti a suo carico.Convinto, di aver vinto un milione di dollari alla lotteria,in realtà è vittima di una banale trovata pubblicitaria. Cercherà di riscuotere  una vincita inesistente, in un ufficio del Nebraska,accompagnato in questo "road -movie" da David, figlio minore, occupato in un negozio di elettrodomestici, il quale consapevole dell'equivoco,prima cerca di dissuaderlo,poi di fronte all'ostinata determinazione di Woddy,decide di assecondarlo,contro il parere della madre e del fratello Attraversando anche la cittadina ove è nato e incontrando vecchi amici e nemici,s'inbarcherà in un'avventura dello spirito e un tuffo nel passato e David scoprirà un lato oscuro del genitore,con le sue  speranze svanite, gli amori mai dimenticati, i suoi avversari mai veramente battuti,che riappariranno come vecchi fantasmi,che si credevano ormai scomparsi.

Molto impegnativo,a tratti anche pesante e prolisso, il regista gira un film che ha come tema principale,la vecchiaia,con le sue fisime,le sue ossessioni,le sue paure, in  un bianco e nero inquietante. L'anziano protagonista,si muove con lentezza, stralunato e goffo ,in mezzo alle strade che lo portano in Nebraska.E' il racconto dell'ultima fase della vita di un uomo ,che tra la nostalgia del passato e l'ansia per una vita che sta volgendo al termine,vuole dare un senso alla propria esistenza e dall'altra parte,c'è il desiderio di un figlio, di recuperare il suo rapporto con il genitore.

Straordinaria la prova attoriale di Bruce Dern, ritratto di un uomo disilluso,cupo,testardo e al contempo nostalgico e tenero.

Payne gira un film essenziale e minimalista,ma fortemente incisivo ed evocativo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati