Espandi menu
cerca
Nebraska

Regia di Alexander Payne vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mulligan71

Mulligan71

Iscritto dal 6 aprile 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 38
  • Post -
  • Recensioni 1008
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Nebraska

di Mulligan71
8 stelle

Se continua così, Payne, diventerà l'icona di un Cinema agrodolce, profondamente umano e che sta in piedi da solo, alla grande, anche a distanza di anni. Già con il precedente, sottovalutato, "Paradiso Amaro", che a me è piaciuto moltissimo, Payne compiva un balzo in avanti rispetto al già notevole "Sideways", ma qui disegna, pittura, il suo capolavoro. "Nebraska" è un film sulla disintegrazione dell'America, del sogno americano, ridotto a un pezzo di carta farlocco, sul conseguente svuotamento dei rapporti umani e dell'immenso territorio, sempre reso grigio, cupo e malinconico, dall'uso di un bianco e nero funzionale, non certo messo lì "perchè fa figo". La bravura di Dern, vecchio smarrito e alcolizzato, e degli attori di contorno, la brillantezza dei dialoghi (al livello di un Allen dei tempi d'oro), la lunga, ossuta, America delle strade periferiche, il Montana dell'ovest conquistato e oggi dimenticato e smunto, (stato americano già usato (male) da Wenders, a cui, Payne, è in qualche modo, è debitore), la malinconia del miglior Bogdanovich. Un film sulla disillusione, un vecchio talkin' blues che stempera il dramma con un tocco, meraviglioso, di cinismo e ironia. In ballottaggio con "Captain Phillips" per il mio Oscar personale.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati