Espandi menu
cerca
All Is Lost

Regia di J.C. Chandor vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Carlo Ceruti

Carlo Ceruti

Iscritto dal 16 maggio 2004 Vai al suo profilo
  • Seguaci 30
  • Post -
  • Recensioni 3612
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su All Is Lost

di Carlo Ceruti
8 stelle

Puro cinema sperimentale, interpretato da un solo attore (uno spettacolare ed arzillo Robert Redford) e con i dialoghi (ma forse è più corretto definirli monologhi) ridotti all'osso. E' la storia di un uomo che, armato solo della sua astuzia e dell'istinto di sopravvivenza, affronta il mare e la Natura vista come forza ostile e annientatrice, come forza che appare sopita, ma che, quando vuole, può essere in grado di distruggere l'umanità intera, il suo dominio e le sue invenzioni. Redford appare di ghiaccio, impassibile, tenace, ma ogni tanto pare lasciarsi andare, la disperazione prende piede in lui e la sua tenacia viene meno ed i suoi occhi paiono esplodere in un torrente di lacrime. E' un film ambientato nell'Oceano, in uno spazio quindi apertissimo ma che ha un vago sapore claustrofobico (il protagonista appare come circondato da una tenaglia mortale che si stringe sempre di più), che lascia aperti molti interrogativi (esiste un Dio? Siamo in balìa del caso? Qual è il destino dell'uomo? ecc.) e ha un finale che non appare per nulla scontato ed è carico di un ottimismo e di una speranza che tocca il cuore. Qualche lentezza fisiologica non altera il risultato. Tabellino dei punteggi di Film Tv ritmo:2 impegno:3 tensione:3

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati