Espandi menu
cerca
Psyco

Regia di Alfred Hitchcock vedi scheda film

Recensioni

L'autore

will kane

will kane

Iscritto dal 24 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 80
  • Post 6
  • Recensioni 4131
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Psyco

di will kane
8 stelle

Da un romanzo di Robert Bloch,ispirato alla vera vicenda di un assassino seriale attivo negli stati Uniti negli anni 50,Hitchcock trasse il suo film forse più audace,scabroso e "oltre"(consideriamo che è uscito nel 1960).Norman Bates, che nel libro è ben meno prestante del giovane Anthony Perkins , è un assassino dominato da un istinto sessuale represso, e dalla personalità dominante di sua madre,ormai ospitata dalla sua mente,dato che è stata avvelenata da egli stesso.Inscenando un istinto edipico spinto alla follia pura,Hithcock creò un thriller dalle pulsioni erotiche sostenute, in cui voyeurismo,necrofilia, schizofrenia e istinto omicida imperversano.Acuta,sinuosa, geometrica, la regia dell'autore de"La finestra sul cortile" è di quelle che portano l'impronta del genio,e fa sì che "Psyco" contenga sequenze indimenticabili, e faccia da manuale,riferimento e fonte di cinema da riproporre e scomporre per molti film a venire.Anthony Perkins è qui nel suo capolavoro d'attore, tanto credibile da rimanere invischiato nei panni del disturbato mentale per tutto il resto della sua vita,John Gavin e Sarah Miles due piacenti "buoni", Janet Leigh una bellezza corrotta dalla carica erotica palpabile:e la sequenza finale,quello sguardo e quel sorriso verso la macchina da presa a rivelare una perfidia luciferina,finalmente, sul volto di Norman Bates, è un'icona dell'inquietudine e della paura sul grande schermo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati