Espandi menu
cerca
Mad Max: Fury Road

Regia di George Miller vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 999
  • Playlist 111
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Mad Max: Fury Road

di Marco Poggi
7 stelle

Sequel/roboot/newquel di Mad Max, a 30 anni di distanza da "OLTRE LA SFERA DEL TUONO". In un certo senso è bello scoprire che non è cambiato nulla in tutti questi decenni, a parte il protagonista, un Tom Hardy che lascia le scene migliori a Charlize Theron e a Nicholas Hoult. Sembra un incrocio fra il secondo e il terzo capitolo, con Max che deve protaggere le mogli bonazze e incinte del cattivone, che lo insegue col suo esercito motorizzato. La Theron, vera eroina del film, si sa bene fin dai tempi di "MONSTER" che è bella anche quando si fa brutta, monca e calva. Già, sembra uscita da qualche fumetto di Juan Zanotto, come "BARBARA", una delle eroine anni'80 del settimanale a fumetti "LANCIO STORY". Fra le poche cose negative del film, c'è il 3D, che è come un prezzemolo nei film d'azione e di fantascienza degli ultimi anni. George Miller ce lo poteva anche risparmiare, perchè noi gli eroi cinematografici degli anni'80 li preferiamo vedere in versione normale, quindi perchè far guadagnare qualche euro in più ai gestori e ai produttori? Non saprei se Tom Hardy è meglio di Mel Gibson, quel che è certo è che con quella maschera mascellare che gli blocca la bocca ad inizio film cita il suo Bane de "IL CAVALIERE OSCURO IL RITORNO", anzi, in alcune scene rimanda  quasi a Daniel Craig e al suo Bond realistico e duro. Nicholas Hoult  è un attore in crescendo e lo fa anche in questo film, sarebbe un peccato sottovalutarlo. Nel complesso, il film è un lungo e bell'inseguimento con tanto di rockettaro on the road, che ovviamente, sta con i cattivi. Bello, ma il 3D gli abbassa la media.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati