Espandi menu
cerca
Il ponte sul fiume Kwai

Regia di David Lean vedi scheda film

Recensioni

L'autore

will kane

will kane

Iscritto dal 24 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 82
  • Post 6
  • Recensioni 4131
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il ponte sul fiume Kwai

di will kane
8 stelle

Pioggia di Oscar nel '58 per il kolossal bellico che David Lean trasse da un libro di Pierre Boulle, autore anche de "Il pianeta delle scimmie" ( non proprio un ottimista sulla natura umana, come è deducibile...), di cui ancor oggi è celeberrima la marcetta leit-motiv della colonna sonora, "Il ponte sul fiume Kwai" è un film di guerra antimilitarista che si riserba il gusto non facile di spiegare le dinamiche mentali del militarismo . Affidato a un cast robusto ed efficace di cui lo straordinario Alec Guinness, nei compunti e stracciati panni del colonnello Nicholson è la punta di diamante ( Oscar meritatissimo) , il film , in due ore e passa di proiezione, ha una forza visiva trascinante, e conduce il proprio teorema su tre piani narrativi: l'ottica ossessiva del colonnello che pur di fare al massimo il proprio dovere esegue alla perfezione gli ordini del nemico, il ruolo prima di aguzzino e successivamente di demandatore dell'alto ufficiale nipponico che presidia il campo di prigionia, e il disincantato americano che riesce ad evadere del campo per tornarvi, controvoglia, a far saltare il ponte , cruciale per i rifornimenti giapponesi. In un crescendo talmente ben congegnato da essere esemplare, il film si avvia alla sua tragica conclusione, che vedrà quasi tutti i personaggi principali morire , lasciando nello spettatore la sensazione che l'ufficiale scampato al disastro ripetente ad libitum "Pazzia!Pazzia!" abbia pienamente ragione.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati