Espandi menu
cerca
Frances Ha

Regia di Noah Baumbach vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 167
  • Post 6
  • Recensioni 845
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Frances Ha

di bufera
6 stelle

Francis Ha è un ragazza sognatrice e determinata, che giunta a New York per studiare danza non può farlo per la statura troppo alta e i movimenti sgraziati. Inseguirà allora il sogno di fare la coreografa e insegnare danza ai bambini,attraverso sacrifici economici e delusioni umane,senza perdere la speranza.

 

 

 

 

locandina

Frances Ha (2012): locandina

  

Arrivato nelle nostre sale con due anni di ritardo, FRANCES HA (2012), diretto da Noah Baumbach e scritto da lui assieme alla protagonista Greta Gerwig , non ha sofferto del ritardo, sia per il tema e l'utilizzo del bianco e nero intenso che ne sottolinea la atemporarietà che perchè è un film che si colloca tra quelle commedie romantiche più agre che dolci che coinvolgono specie quando la storia sembra arenarsi a danno dell'eroina che si fa amare quasi subito.Eroina si fa per dire perchè Francesces Ha (Gerwig) è una ragazzona di 27 anni, alta, vivace ma poco aggraziata nei movimenti, che si è messa in testa, e ci è venuta da Sacramento a New York, di fare la ballerina senza averne le qualità, ma avendo fondatamente in testa l'idea della danza moderna e dell'istruzione ai bambini e ai giovani. Col tempo si renderà conto che la sua strada è fare la coreografa, ma intanto balla e insegna in una scuola di cui non fa parte, non ha un suo appartamento e ne condivide diversi, con la sua amica del cuore Sophie, che la lascerà per un solido fidanzato e poi con altri, sempre in bolletta, pagando la sua quota e arrancando nelle difficoltà pratiche senza scoraggiarsi, con un volto bellissimo, senza tempo anch'esso, in cui gli occhi sorridono alla vita e ai sogni. Poichè non conosce slealtà, scorrettezze e giochetti donneschi, dice spesso quello he pensa con semplicità, fidandosi, per poi subire diversi colpi bassi e abbandoni. La sua socievolezza e simpatia immediata le offrono continue occasioni di amicizie utili, ma spesso

Mickey Sumner, Greta Gerwig

Frances Ha (2012): Mickey Sumner, Greta Gerwig

 preferisce stare sola anche se ci sta male . Arriva ad andare a Parigi, in una casa di conoscenti e rifiutare più di un invito a cene "utili", bevendosi un caffè da sola e rotolandosi insonne per due notti. Ma Frances è tosta e costante negli affetti e nei sogni e comincia a capire come comportarsi diplomaticamente, mentendo con tutti sul suo benessere, e mettendosi ancora alla prova, dopo vari lavori dequalificanti ( come versare il vino alle manifestazioni), nella scuola dove era stata tirocinante all'inizio, ora come segretaria pagata e con la possibilità di utilizzare gli spazi per provare le sue coreografie....La colonna sonora è di Autori noti di vari generi ed è perfetta per l'atmosfera newyorkese e artistica del film.  La recitazione di Greta Gerwig,  Mickey Sumner (Sophie) e Adam Driver( Lev, uno degli amici veri, puri e "infrequentabili" per loro detto, che prendono via via la loro strada) ci porta con naturalezza nel mondo dei giovani che cercano una via che conoscono o sbandano qua e là per trovarla. Problemi di sempre, qui 

Greta Gerwig

Frances Ha (2012): Greta Gerwig

 

espressi con pudore e delicatezza, come oggi non si fa più tanto frequentemente. Ad un certo punto della narrazione, quando Frances, dal grande cuore, si accovaccia per condividere il pianto di una bambina, ci si rattrista, ma poi.....Oltretutto il film è americano, si svolge a New York e certe traversie e difficoltà formative anche su soggetti sensibili come Frances sono la regola... . E' il suo volto, il suo sorriso, il suo modo di sognare ma intanto anche di pensare incantano e danno speranza per il suo futuro... Citazioni di Woody Allen, Francois Truffaut sono fioccate ma è cinema e ci si finisce sempre ( si pensa perfino ai fratelli Coen per  A proposito di Davis, ma solo nei momenti tristi, nelle migrazioni da una casa all'altra, certo non per il carattere di quell' artista o per l'atmosfera brumosa).

Greta Gerwig

Frances Ha (2012): Greta Gerwig

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati