Espandi menu
cerca

RoboCop

play

Regia di José Padilha

Con Joel Kinnaman, Gary Oldman, Michael Keaton, Samuel L. Jackson, Abbie Cornish, Jackie Earle Haley, Michael K. Williams, Jay Baruchel... Vedi cast completo

  • In TV
  • Rai 4
  • canale 21 HD 521
  • Ore 21:20
Altre VISIONI

Trama

Nell'anno 2029 la multinazionale americana OmniCorp ha sviluppato la più moderna tecnologia per la costruzione dei robot. I droni progettati sono risultati vincenti in tutte le varie guerre sparse per il globo terrestre e la società desidera dare alle proprie creature un ruolo di primo piano anche in patria. Alex Murphy (Joel Kinnaman), marito e padre affettuoso, lavora tutti i giorni per le strade di Detroit cercando di arrestare l'ondata di criminalità e corruzione che attanaglia la città. Ferito gravemente sul lavoro, Alex viene salvato dalla avanguardistica tecnologia robotica della OmniCorp, ritornando in servizio con nuove straordinarie abilità ma con problemi che un essere umano non ha mai affrontato prima.

Approfondimento

ROBOCOP: IL REMAKE DEL FILM DI VERHOEVEN

Diretto da José Padilha e scritto da Joshua Zetumer, RoboCop è il remake dell'omonimo film del 1987 di Paul Verhoeven, basato su una sceneggiatura originale di Edward Neumeier e Michael Miner. La storia prende spunto dalla decisione della multinazionale OmniCorp, che ha fatto la fortuna con la costruzione di droni militari, di introdurre i robot nella vita quotidiana. L'occasione giusta si presenta quando Alex Murphy, grande poliziotto oltre che marito e padre modello, rimane quasi ucciso nell'esercizio delle sue funzioni: grazie a lui, la OmniCorp sperimenta il suo primo RoboCop, un prototipo mezzo uomo e mezzo robot. L'obiettivo della multinazionale è di introdurre presto robocop ovunque, aumentando così i profitti degli azionisti ma sottovalutando che dentro la macchina vi è sempre un uomo.Mentre il RoboCop di Verhoeven appariva come un film (ironico) di pura fantascienza dal momento che raccontava di una storia ambientata in un lontano futuro e che la tecnologia non aveva ancora fatto importanti progressi, il RoboCop di Padilha invece spinge a riflettere su qualcosa che oggi è diventato quasi realtà (basti pensare all'uso quotidiano che si fa della robotica o ai droni militari e agli impianti medici), sollevando molte domande legali ed etiche. L'agente di polizia Alex Murphy diventa "casualmente" il prodotto d'eccellenza della OmniCorp, un'azienda da sempre leader nell'uso della robotica per la difesa. Detroit, dove la storia è ambientata, offre lo scenario perfetto per gli scopi della multinazionale: dopotutto, dove usare un poliziotto robot se non in una città fortemente martoriata dal crimine?

L'idea di un poliziotto robot però inquieta non poco i cittadini ed è per rassicurare l'opinione pubblica che la OmniCorp decide di usare Alex Murphy, rimasto gravemente ferito nel tentativo di fermare un gruppo di incalliti criminali. Sviluppando il primo prototipo, la OmniCorp è convinta di poter controllare ogni sua azione o movimento ma ha scelto l'uomo sbagliato: Murphy è infatti determinato a usare le sue nuove competenze al solo servizio della giustizia e non per altri scopi. Dopotutto, la multinazionale ha lasciato libero l'uomo di prendere le decisioni sul da farsi in modo da non essere ritenuta responsabile se qualcosa va storto. Le emozioni di Alex, di fronte a un problema sociale o umano, sono state lasciate intatte mentre è nell'affrontare una minaccia o un reato che il computer prende il sopravvento. Tuttavia, accade presto qualcosa di inaspettato: le emozioni umane rendono vulnerabile il sistema e, riaffiorando in superficie, finiscono per far soccombere il computer, lasciando RoboCop libero di prendere decisioni anche quando si trova di fronte a un crimine.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista di RoboCop nei panni di Alex Murphy è l'attore Joel Kinnaman. Poliziotto onesto e padre esemplare, Alex vive in un sistema imperfetto che vorrebbe con il suo lavoro rendere il migliore possibile. I drammatici eventi a cui va incontro lo costringono a imparare a convivere con la nuova realtà che la OmniCorp gli infligge mettendo a punto il programma di RoboCop di cui è responsabile il dottor Norton. Alex è sposato con Clara ed è attraverso la reazione della moglie che è possibile capire quale calvario il poliziotto robot stia realmente attraversando. Il dottor Dennett Norton, impersonato da Gary Oldman, è una specie di neuro-ingegnere d'avanguardia. Ha lavorato con molte vittime di incidenti, veterani e mutilati, per aiutarli a ritrovare una vita normale e le sue ricerche in ingegneria bionica lo hanno portato a ricoprire un ruolo importante all'interno del programma della OmniCorp. Mosso fondamentalmente da buone intenzioni, con grande senso etico e alta integrità, si è unito al progetto RoboCop per aiutare il prossimo, in cambio della promessa di un finanziamento illimitato alle sue ricerche, ma si lascia corrompere dalla multinazionale e da Raymond Sellars, il presidente (tanto intelligente quanto cattivo) della società, portato in scena da Michael Keaton.
Mentre nel RoboCop di Verhoeven la famiglia di Murphy appare solo attraverso dei flashback, nel remake Clara Murphy ha ruolo fondamentale per conferire al film la dimensione emotiva che contribuisce alla "rivolta" di RoboCop. Clara, colei che spinge il marito ad indagare sul proprio assassinio, è interpretata da Abbie Cornish, mentre il figlio David ha il volto di John Paul Ruttan.
Seppur non sia un malvagio in piena regola, a far parte della schiera dei "cattivi" è anche Tom Pope, il responsabile del marketing della OmniCorp. Portando un tocco di umorismo con il suo modo di agire discutibile, Pope è impersonato da Jay Baruchel.
Completano, infine, il cast principale di RoboCop gli attori Samuel L. Jackson (è Pat Novak, un influente magnate televisivo), Jackie Earle Haley (è Rick Mattox, un esperto di tecniche militari che addestra RoboCop), Marianne Jean-Baptiste (è Karen Dean, capo della polizia di Detroit), Jennifer Ehle (è Liz Kline, a capo del dipartimento legale della OmniCorp) e Zach Grenier (è il senatore Dreyfuss).

UN COSTUME DA 16 KG

Per le riprese di RoboCop, tenutesi a Toronto, il regista José Padilha ha voluto  fianco a sé il suo team tecnico brasiliano, composto dal direttore della fotografia Lula Carvalho e dal montatore (nominato all'Oscar) Daniel Rezende.
In RoboCop per il poliziotto robot sono stati realizzati due diversi modelli - l'ED-209 e l'EM-208 -, creati da Martin Whist. A differenza del film di Verhoeven in cui l'ED-209 si muoveva (in maniera poco fluida) grazie all'animazione in stop-motion, l'ED-209 di Padilha è stato messo a punto grazie a straordinari effetti visivi, che offrono maggiore flessibilità nei movimenti.La tuta indossata dall'attore Joel Kinnaman è costituita poi da diverse parti assemblabili e pesa all'incirca 16 kg. Al costume sono integrate diverse armi ma RoboCop combatte spesso ricorrendo al corpo a corpo e usando una combinazione di arti marziali (jiu-jitsu brasiliano e boxe thailandese, in primo luogo).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Ci sono sequenze, nel nuovo "RoboCop", che lasciano a bocca aperta. Il tonitruante scontro con visori termici in notturna, l’immagine di ciò che rimane dell’agente Murphy che dimostra la valenza della singola inquadratura nel sintetizzare un processo emotivo, l’incipit in una Teheran sotto sorveglianza robotica degna del miglior immaginario cyberpunk. Ma possono bastare questi (e altri) picchi visivi del regista brasiliano a farci digerire una sceneggiatura imbarazzante? Se l’eroe che conoscevamo nell'omonimo film di Paul Verhoven (1987) era portatore di una profondità legata alla sua natura di uomo-macchina questo è semplicemente un uomo dentro una macchina, concepita in nome del progresso e del denaro. E non basta qualche sottotesto sul libero arbitrio per nobilitare un’operazione più simile al pilot di una serie tv molto costosa che alla complessità del cinema.

Commenti (5) vedi tutti

  • Amavo tantissimo l'originale, quindi ero un po' prevenuto, ma a parte alcune scelte di regia (le camere a spalla e troppe scene da fps) è invece un buon film. Buono.

    commento di Gautier
  • Padilha è bravo a proporre un remake che non si limita a fare l'update di armi e tecnologie del robocop anni '80, aggiornando invece tutta quella serie di problemi etici che il film di Verhoeven conteneva. Dettò ciò, restiamo comunque al di sotto del livello del film matrice.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • che dire di questo film col poliziotto di latta… ma per me è il solito film da vedere a mente spenta, sopratutto la domenica notte per prendere sonno.

    commento di alexpiri93
  • La trama è più o meno la solita di questo genere di film, in ogni caso godibile

    commento di fuzzurro979
  • Remake inutile, senza senso ne anima…soporifero. L'originale gli vola sopra alto…e gli caga in testa. Dispiace vedere star (ex) di Hollywood tirate e ammuffite, prestarsi a siffatte operazioni commerciali.

    commento di Tex Murphy
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

champagne1 di champagne1
4 stelle

Robocop è una macchina umanizzata o un uomo robotizzato? Il quesito permane anche in questo remake che ripropone l'enigma di fondo, con le ovvie attualizzazioni (gli USA, dopo aver invaso l'Iran e mantenuto il controllo su quel Paese tramite truppe robotizzate, si pongono il dubbio se sostituire i poliziotti con le macchine-robot anche in Patria). Per chi vede questa pellicola senza aver… leggi tutto

7 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

supadany di supadany
6 stelle

Anche “Robocop” (1987) inevitabilmente doveva avere il suo remake (visti i tempi …), che chiaramente non poteva allinearsi a quanto realizzato a suo tempo da Paul Verhoeven (probabilmente oggi lo avrebbero cassato ancor prima di passare dal via), che cerca il suo equilibrio tra l’esigenza di piacere ad una fascia di pubblico piuttosto larga e quella comunque di non… leggi tutto

13 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

GARIBALDI1975 di GARIBALDI1975
7 stelle

  Parliamo, ovviamente, di un film di puro intrattenimento e che non mira a darsi nessuna "autorialità" (la modestia è pure essa un pregio); punta ad un buon equilibrio tra azione e fantascienza, con alcuni spunti a problematiche socio-politiche anche ben inseriti.   Per questo remake ogni paragone con il precedente omonimo del 1987 è senz'altro fuori luogo… leggi tutto

7 recensioni positive

2021
2021
Trasmesso il 1 agosto 2021 su Paramount Network
Trasmesso il 17 luglio 2021 su Paramount Network
Trasmesso il 17 giugno 2021 su Spike
2020
2020
Trasmesso il 31 dicembre 2020 su Spike
Trasmesso il 27 dicembre 2020 su Paramount Network
Trasmesso il 10 dicembre 2020 su Spike
Trasmesso il 3 ottobre 2020 su Spike
Trasmesso il 1 ottobre 2020 su Spike
Trasmesso il 24 settembre 2020 su Spike

Recensione

mmciak di mmciak
2 stelle

"RoboCop" diretto nel 2014 da José Padilha, devo dire che è inguardabile. La storia si svolge nel 2028 a Detroit, e racconta che la multinazionale americana OmniCorp ha sviluppato la più moderna tecnologia per la costruzione dei robot. I droni progettati sono risultati vincenti in tutte le varie guerre sparse per il globo terrestre, e la società …

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 22 aprile 2020 su Nove

Recensione

rflannery di rflannery
6 stelle

Remake interessante per certi aspetti del grande e profetico film di Paul Verhoeven uscito nel 1987. Pur senza possedere la complessità del film originale, che era molto più di una semplice rivisitazione del rapporto uomo-macchina, ma era un un atto d'accusa contro un certo cinema muscolare degli anni 80 e soprattutto un riflessione profonda del regista olandese sull'uso della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2019
2019
Trasmesso il 19 dicembre 2019 su Nove
Trasmesso il 14 dicembre 2019 su Nove
2018
2018
Trasmesso il 19 novembre 2018 su TV8
Trasmesso il 13 settembre 2018 su TV8
Trasmesso il 12 settembre 2018 su TV8
Trasmesso il 4 agosto 2018 su Rai 4
Trasmesso il 28 luglio 2018 su Rai 4
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito