Espandi menu
cerca

The Lost Dinosaurs

play

Regia di Sid Bennett

Con Richard Dillane, Peter Brooke, Matt Kane, Natasha Loring, Stephen Jennings, André Weideman, Abena Ayivor, Sivu Nobongoza Vedi cast completo

Guardalo su
  • Prime Video
  • Google Play
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

La bella dottoressa Liz Draper (Natasha Loring) fa parte dell'equipaggio che accompagna Jonathan (Richard Dillane) e Luke Marchant (Matt Kane), un rinomato esploratore e il figlio quindicenne, in una spedizione in Africa, nella giungla del Congo. Con una troupe televisiva al seguito, devono mettersi sulle tracce del Mokele Mbembe, una mitologica creatura che secondo molte testimonianze vive nella zona. L'elicottero su cui viaggiano però cade nella giungla e, armato di sole telecamere, il gruppo va incontro a un inatteso incontro. La zona è popolata da una colonia di dinosauri sopravvissuti all'estinzione di 65 milioni di anni primi e il gruppo si ritrova costretto a tentare di sopravvivere a una lunga sequenza di attacchi da parte delle bestie più feroci che abbiano mai messo piede sulla Terra. Come testimonianza di ciò che avviene, resteranno solo i loro filmati.

Approfondimento

THE LOST DINOSAURS: UN FINTO DOCUMENTARIO

Per il regista Sid Bennett lavorare con i dinosauri è ormai quasi familiare, dopo aver diretto Prehistoric Park per la ITV e prodotto Walking with Dinosaurs per la BBC, due serie di documentari che coniugavano materiale scientifico e uso delle immagini ricostruite al computer per appassionare gli spettatori. Allontanandosi dalla divulgazione, ha pensato di usare quanto imparato negli anni per costruire quello che definisce un "thriller presistorico" in cui un gruppo di persone del Terzo Millennio si incontra e scontra con creature che popolano una zona remota della Terra da oltre 65 milioni di anni. Nonostante a prima vista la presenza dei giganteschi dinosauri possa ricordare Jurassic Park di Steven Spielberg, Bennett ricorre ai nuovi linguaggi cinematografici per differenziarsene e gira la sua storia affidandosi all'escamotage del found footage, provando ad allargare il target di riferimento. Se in film come The Blair Witch Project o Cloverfield protagonisti sono quasi sempre adolescenti o giovani ragazzi e le riprese traballanti - quasi sempre effettuate con una sola camera digitale a mano - si susseguono freneticamente, in The Lost Dinosaurs invece troviamo un gruppo eterogeneo di individui e le riprese sono realizzate in maniera molto professionale, restituendo l'idea che facciano parte delle reali inquadrature per il documentario d'alto profilo che la troupe televisiva al centro del racconto sta realizzando con diverse piccole camere. L'uso di diverse telecamere permette al regista di avere diverse angolazioni della stessa scena e di limitare le immagini traballanti ai soli momenti in cui l'intero gruppo è costretto alla fuga a gambe levate.

IL MOKELE MBEMBE

Dopo aver deciso il formato con il quale avrebbe girato il suo primo lungometraggio e immaginato a grandi linee l'idea di un viaggio nella natura finito male, Bennett comincia a concentrarsi sul come rendere credibile una storia che coinvolgesse anche i dinosauri. Considerando le varie e vere storie di moderni esploratori che partono alla ricerca di creature mitologiche (yeti, mostri lacustri o marini, sirene) nei luoghi più disparati del pianeta, Bennett racconta della ricerca del Mokele Mbembe nella giungla del Congo. Nella storia di cui Bennett è anche sceneggiatore, il Mokele Mbembe è una sorta di mostro di Lochness africano, descritto come qualcosa che potrebbe veramente esistere in uno dei luoghi più inaccessibili al mondo. A certificare la quasi mitica esistenza di questi animali leggendari sono i resoconti di alcuni missionari di inizio Novecento e gli sporadici avvistamenti degli abitanti dei villaggi della zona, impauriti dalle loro dimensioni e dalla loro presunta aggressività. Nonostante esistano delle discrepanze sul loro aspetto, tutte le testimonianze concordano nel ritenere che si tratta infatti delle creature più spaventose che popolino la giungla. I Mokele Mbembe, nonostante sembrino il frutto della mente del regista, sono a oggi le creature più ricercate da diverse spedizioni di criptozoologi, intenzionati a certificare la loro reale esistenza o tracce del loro passaggio nel continente africano.

I DINOSAURI

In The Lost Dinosaurs i criptozoologi protagonisti e la troupe di documentaristi si aspettano di vedere qualcosa ma quello che trovano in realtà è molto differente dalla loro idea di partenza. L'elicottero su cui viaggiano, infatti, dopo lo scontro con un'enorme creatura volante precipita nel cuore della giungla, in un paesaggio primordiale in cui vivono animali di altri tempi e luoghi, affamati mostri preistorici che non esitano ad attaccarli. Bennett nel creare i dinosauri ha fatto affidamento ad approfondite ricerche scientifiche ma, poiché si tratta di animali vissuti oltre 65 milioni di anni fa, il regista ha immaginato dei cambiamenti frutto di una possibile evoluzione. Ad esempio, la creatura volante che abbatte l'aereo è ispirata dallo jeholottero, specie di dinosauro che sin dalla scoperta dei suoi resti fossili ha solleticato anche la fantasia dei paleontologi sulla possibilità che si trattasse di un animale vampiro. Di conseguenza, quando lo jeholottero attacca gli umani, Sinnett lo ha immaginato comportarsi come i più famosi vampiri della tradizione, lanciandolo verso il collo delle vittime, facendolo divenire una creatura per lo più notturna e dotandolo di una speciale membrana dentro cui può scivolare e nascondersi. Non tutti i dinosauri presenti nel film sono però cattivi e aggressivi. Basandosi sempre sulle evidenze delle ricerche fossili, Bennett per la creazione degli animali che i personaggi chiamano Crypto si è rifatto al lesotosauro, considerato come l'esemplare dotato di maggiori doti intellettive e che l'eventuale evoluzione immaginata dal regista avrebbe reso ancora più intelligente ed empatico verso il genere umano.

GLI ESPLORATORI

Mentre la presenza dei dinosauri assicura alla storia il pieno di paura e azione, la narrazione si concentra soprattutto sull'evolversi del rapporto tra un padre e il figlio, l'esploratore Jonathan e lo studente Luke interpretati da Richard Dillane e Matt Kane. Quindicenne, Luke sta vivendo quella fase della vita in cui comincia a rifiutare di obbedire all'autorità del padre, nonostante ne ricerchi a fatica le attenzioni e l'affetto. Jonathan, invece, è un esploratore della vecchia scuola, accademico ma anche uomo d'azione (lontano però dall'essere un emulo di Indiana Jones). Il conflitto tra i due cresce in maniera esponenziale durante tutta la prima parte del film: Jonathan non ha infatti ancora realizzato che Luke non è più un bambino e che ha competenze e abilità che a lui invece mancano. Dopo che l'elicottero precipita, la capacità di Luke di destreggiarsi con la tecnologia però diventa essenziale alla sopravvivenza del gruppo. Il cambiamento del rapporto tra padre e figlio ha effetti che ricadono anche su Charlie, il braccio destro di Jonathan interpretato da Peter Brooke, e sul resto della squadra. Charlie è un uomo molto ambizioso a cui non è mai andato giù che Jonathan si sia sempre preso il merito di ogni scoperta fatta assieme, lasciandolo a vivere nell'ombra. Man mano che la presenza dei dinosauri si fa più pericolosa, in Charlie matura l'idea di tornare indietro per primo e raccontare al mondo intero l'eccezionale scoperta, divenendo così lo scienziato più famoso del pianeta. Ciò ovviamente sarà causa di problemi di ogni tipo per il resto del gruppo.
Mentre i tre attori principali sono inglesi, per il resto del cast Bennett ha scelto quattro attori - Abena Ayivor, André Weiderman, Natasha Loring e Stephen Jennings - del Sudafrica. Le riprese sono andate avanti per cinque settimane in tre differenti location: nella Wild Coast, una zona rurale rimasta intatta negli ultimi cento anni vicino Port Saint Johns a sud di Durban, nell'area di Plettenberg Bay, una zona fluviale, e nella città di Cape Town.

Note

Più soporiferi che risibili, impressionati da punti di vista - letteralmente - incredibili: questo finto found footage è abbastanza sciatto da risultare inattendibile, ma non tanto audace da dimostrarsi consapevole. Tocca ammettere che certi “voli” dello script non lasciano indifferenti, ma i personaggi sfuggono a ogni tentativo di prospettiva.

Commenti (5) vedi tutti

  • Jurassic park, ma i dinosauri questa volta non sono stati riportati in vita ricostruendo il DNA. I dinosauri "esistono" e vengono trovati durante una spedizione in Congo... Film per ragazzi, loro magari si possono anche divertire. voto 4

    leggi la recensione completa di filmista
  • Il film non era neanche malaccio, ma ne ho le scatole piene di riprese da giramento di testa- voto 1

    commento di GikoGomez
  • Si arriva quasi a dover rimpiangere L'Asylum, qualcosa forse non va....

    leggi la recensione completa di LucaJazz94
  • Inutile mockumentary assai ingenuo ...

    leggi la recensione completa di daniele64
  • Secondo delle leggende mostruose creature preistoriche vivono ancora nelle foreste del Congo. Una spedizione di studiosi si reca sul posto per cercare di scoprire la verità.

    leggi la recensione completa di Fanny Sally
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

daniele64 di daniele64
5 stelle

Questa pellicoletta in stile mockumentary mi è sembrato una rivisitazione in chiave moderna de" Il mondo perduto " di Conan Doyle , spostando l'azione dal Sudamerica all'Africa nera , alla ricerca del Mokele Mbembe . Pur essendo più ricco di ingenuità ( l' elicotterista che investe i pterodattili , il dinosauro che mangia le caramelle , il cameraman che prende a microfonate… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Bg di Bg
7 stelle

Valutazione pubblica del film in decimi:   Trama: 7/10 Emotività: 6+/10 Messaggi morali: 6/10 Ambientazione: 8 e mezzo/10 Qualità e preparazione degli attori: 7/10   Voto complessivo dato dalla media dei voti delle singole categorie: SETTE/DECIMI    Esito: passed                   leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Fanny Sally di Fanny Sally
3 stelle

Difficile cercare di dare una definizione e anche un giudizio critico obiettivo a questa pellicola francamente non collocabile in un genere preciso: azione, fantascienza, fantasia, orrore? Di certo c’è del coraggio (o dell’incoscienza) in chi decide di finanziare simili obbrobri, e quel che stupisce maggiormente è che non si tratta della casa Asylum che ha fatto della… leggi tutto

4 recensioni negative

2022
2022

Recensione

Bg di Bg
7 stelle

Valutazione pubblica del film in decimi:   Trama: 7/10 Emotività: 6+/10 Messaggi morali: 6/10 Ambientazione: 8 e mezzo/10 Qualità e preparazione degli attori: 7/10   Voto complessivo dato dalla media dei voti delle singole categorie: SETTE/DECIMI    Esito: passed                  

leggi tutto
Recensione
2021
2021

Recensione

filmista di filmista
3 stelle

Idea buona per un film d'avventura, ma poi scivola nel ridicolo quando un piccolo di dinosauro mangia le caramelle dalle mani di un ragazzo, e quando lo stesso piccolo dinosauro "chiama" il "papa' ", perche' difenda l'amico umano da un assassino.    I bruschi movimenti della telecamera portatile sono continui e insopportabili da vedere.   Con una regia piu' attenta poteva…

leggi tutto
Recensione
2020
2020
Trasmesso il 13 luglio 2020 su Italia 1
2019
2019
Trasmesso il 29 dicembre 2019 su Mediaset Italia 2
Trasmesso il 28 dicembre 2019 su Mediaset Italia 2
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 3 giugno 2019 su Italia 1
2018
2018
Trasmesso il 18 giugno 2018 su Mediaset Italia 2
Trasmesso il 17 giugno 2018 su Mediaset Italia 2
Trasmesso il 17 maggio 2018 su Italia 1
2017
2017

Recensione

daniele64 di daniele64
5 stelle

Questa pellicoletta in stile mockumentary mi è sembrato una rivisitazione in chiave moderna de" Il mondo perduto " di Conan Doyle , spostando l'azione dal Sudamerica all'Africa nera , alla ricerca del Mokele Mbembe . Pur essendo più ricco di ingenuità ( l' elicotterista che investe i pterodattili , il dinosauro che mangia le caramelle , il cameraman che prende a microfonate…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 2 ottobre 2017 su Mediaset Italia 2
Trasmesso il 1 ottobre 2017 su Mediaset Italia 2

Recensione

Fanny Sally di Fanny Sally
3 stelle

Difficile cercare di dare una definizione e anche un giudizio critico obiettivo a questa pellicola francamente non collocabile in un genere preciso: azione, fantascienza, fantasia, orrore? Di certo c’è del coraggio (o dell’incoscienza) in chi decide di finanziare simili obbrobri, e quel che stupisce maggiormente è che non si tratta della casa Asylum che ha fatto della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 27 agosto 2017 su Italia 1
Trasmesso il 3 febbraio 2017 su Mediaset Italia 2

Recensione

LucaJazz94 di LucaJazz94
2 stelle

  Esseri terrificanti (dinosauri), creduti estinti da 65 milioni di anni, danno del filo da torcere ad un gruppo di ricercatori partiti per una spedizione scientifica. Questa è grossomodo la trama del film. Vado dritto al punto; un film talmente brutto da non aver neanche voglia di scrivere mezza recensione, anche perché proprio come Paranormal Xperience 3D o Alien…

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 2 febbraio 2017 su Mediaset Italia 2
2015
2015

Dinosauri

CALVAL di CALVAL

Animali carichi di fascino e di mistero, questi mostri giganteschi vissuti milioni di anni fa fanno la loro comparsa sul grande schermo nel 1914, con un corto di animazione intitolato "Gertie, il dinosauro", relizzato…

leggi tutto
Playlist
2014
2014
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito