Espandi menu
cerca
Passione sinistra

Regia di Marco Ponti vedi scheda film

Recensioni

L'autore

GIMON 82

GIMON 82

Iscritto dal 7 marzo 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 106
  • Post -
  • Recensioni 430
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Passione sinistra

di GIMON 82
6 stelle

Cos'è la destra? cos'è la sinistra?.......ma cos'è la destra,cos'è la sinistra?
Un tormentone canoro di Gaber,cantava cosi' anni fa il cantautore milanese.Oggi lo stesso ritornello rimbomba nelle radio con la voce di Marco Mengoni.Si entra cosi' nel film, con la mitica canzone "Destra-Sinistra",binomio parallelo che non funziona,(almeno cosi' pare) manipolandone gesta e comportamenti di chi segue tali ideologie.Come Nina e Giulio,lei radical chic da PD,fidanzata con un intellettuale aspirante scrittore.Lui arrogante rampollo industriale,dichiaratamente destrorso,con fidanzata svampita al seguito.Cosa ci si aspetta da figure cosi? E' ovvio.....l'incontro-scontro e poi sdolcinata storia amorosa,di stampo nazional-popolare ovviamente.I pretesti del film seppur scavano oltre la superficie,reggono poco.Nel complesso si vive di attimi godibili e divertenti,ma manca quella lucidita' e "cattiveria" che offrono tematiche tanto attuali.Il regista Ponti si affida invece all'ennesima operazione dal taglio facilone e commerciale.Lo stereotipo è sempre in agguato,pronto a comparire in veste di: frichettone,equo solidale,kebab,peace and love.....oppure politico corrotto,borghese,arrogante,razzista,riccastro.Il confronto reggera' poco,si sciogliera' in oasi passion-ormonali,ed è qui che vi entra la faciloneria dell'operazione.Tanta prevedibilita' e scontatezza sembrano far parte del gioco.Si sa gia' dove andare a parare,sin dall'inizio,dalla voce Off della bella Lodovini.Il cinema italiano è quello che spiega,richiama,copre le lacune sceneggiative cosi'........affidandosi al noto e lo stravisto."Passione sinistra" si lascia vedere fino ad un certo punto,offrendo chiavi di lettura diverse.Convinzioni e certezze "politiche" non reggono a lungo ,morendo ai sentimenti e al cuore.E fin qui ci siamo,è il solito tormentone in stile trittico Wertmuller-Melato-Giannini degli anni 70.Ma erano altri tempi,interpreti e cinema di spessore.Oggi i contesti son quelli che sono,Giannini e Wertmuller sono in eta' pensionabile,non ci si stupisce piu'.Ed ecco che arrivano i film da commedia edulcorata a cercare appigli sociali,riuscendoci a meta'.Si cade purtroppo sugli scogli della banalita',Nina e Giulio figli d'un Italia  moderna.I credo politici come "mode" del tempo,la passione c'è solo nel corpo e nei cuori,come dice l'ottima Geppy Cucciari,non vi sono piu' ideali.....Vi sono sindacucci impalpabili che non sanno da dove partire in un discorso.E' l'Italia odierna degli intellettualoidi scopatori di veline,o delle teen ager ribelli per convenzione.Un quadro societario pietoso,riproposto in salsa piu' "riflessiva" e pretenziosa rispetto ad altre commedie.Ma purtroppo sono stilemi ripetuti all'unisono nel panorama registico dell'Italia(etta) di oggi.I fondi di moralismo e i paternalismi sono conclamati,il film di Ponti ce lo spiega a caratteri quasi cubitali,lasciando percio' piu' d'una perplessita' sulla furbizia di queste operazioni.Peccato per un film "riuscito" a meta',con un cast bravo nel compito,ma sorretto da personaggi statici.Da Nina a Giulio,alle fidanzate platinate e facilone,agli "intellettuali" da convention,il passo è breve,da solito campionario di "figurine" create ad hoc,senza rigore spontaneo.Il tutto nel pullulame della "politica" odierna da palazzo chigi.La passione è solo quella fisica,di Preziosi e Lodovini,con Marchioni e la Riccobono a tenere su trombate e bandiere d'imbeccilita'.Purtroppo non è solo roba da film,ma è qualcosa che appartiene a tutti,l'intento  è quello di depotenziare dogmi ed ideali politici,"restituendoci" alla nostra vera natura,roba nobile negli intenti,peccato che si (S)cada nella solita' fiera delle banalita'.........voto 6-

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati