Espandi menu
cerca
Le piogge di Ranchipur

Regia di Jean Negulesco vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 164
  • Post 6
  • Recensioni 802
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Le piogge di Ranchipur

di bufera
4 stelle

Rifacimento fastoso ma non alla sua altezza de" la Grande pioggia "del 1939, nonostante il cast notevole ma poco performante e i più avanzati mezzi tecnici. Peccato, un' occasione perduta.

 

 

 

LE PIOGGE DI RANCHIPUR  (The rains of  Ranchipur) è un film del1955 diretto da Jean Negulesco e sceneggiato da Merle Miller sulla base del romanzo"The Rains Came"di Louis Bromfield, pubblicato a New York nel 1937.Si tratta di un rifacimento del film precedente del 1939 con Tyrone Powere Mirna Loy in B/N .Questo film invece è girato a colori, in Cinemascope,con un sonoro stereo.La trama è la stessa ma con alcune variazioni nel racconto e nel finale.

 

 

Ranchipur appartiene all’India anglizzata ed è governata da una Maharani,vedova, che ha allevato un figlioccio Safti (Richard Burton mascherato da indiano),intelligente che ha studiato da medico e coltiva idee di modernizzazione per quando diventerà Maharajah.Una cerchia di inglesi snob e parassiti anima le serate della Corte, tra i quali si distingue un’ingegnere alcolizzato di nome Tom Ransome (Fred MacMurray) che è molto amico di Safti.

 

  

Per acquistare un cavallo,arriva una coppia inglese  Edwina e Lord Esketh( Lana Turner e Michael Rennie), esplicitamente incuranti l’uno dell’altro, legati da un matrimonio basato sulla ricchezza di lei e il titolo nobiliare di lui. La donna ha un passato burrascoso,e fu anche amante di Tom, ma ora sono profondamente amici. Appena vede il medico Edwina, bellissima, elegante, di un fascino fatale, si mette in mente di sedurlo, con preoccupazione della Maharani verso la quale la lady è sfrontata e le tiene testa.

 

 

Dopo una battuta di caccia alla tigre in cui, salvando il marito da un assalto della tigre e lei da un da un serpente, Safti guadagna ulteriori crediti su Edwina e la passione tra i due esplode e tende a diventare amore vero, Fatalmente gli elementi si scatenano su Ranchipur, prima un terremoto, poi un’inondazione conseguente a forti piogge dopo un periodo di siccità e infine l' insorgenza di un’epidemia di peste nel quartieri degli intoccabili.La ragione prevale sui due,specialmente lui deve occuparsi di molti problemi pratici      e sanitari del suo futuro regno .Edwina parte col marito  al quale si riavvicina  e Tom aiuterà validamente Safti, mentre ha conquistato una giovane della missione Fern Simon.

 

 

Gli attori  Lana Turner, Richard Burton e Fred MacMurray, hanno fatto di ben meglio nelle loro carriere.Negulesco firma una regia di mestiere.Le scene catastrofiche, crolli di ponti e di edifici, pioggia fortissima e poi una tremenda inondazione,sulle quali si insiste molto, sono spettacolari e hanno avuto una nomination all’Oscar per gli effetti speciali ( l’altro guadagnòl’Oscar per lo stesso motivo e un altro per l’interpretazione di George Brent,come Tom).

 

Ho fatto questa recensione perchè non ne aveva nessuna e per compararla con quella dell'altro film del1939, avendoli rivisti ambedue.

 

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati