Espandi menu
cerca
Taken - La vendetta

Regia di Olivier Megaton vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 67
  • Post 7
  • Recensioni 2658
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Taken - La vendetta

di barabbovich
6 stelle

Non c'è pace per Bryan Mills (Neeson): non fa a tempo a tornare a Los Angeles e a dare qualche lezione di guida alla figlia (Grace) riconquistata dopo averla trascurata per anni sottraendola ai suoi rapitori, che questi ultimi se lo vanno a cercare fino a Istanbul, dove l'uomo ha un impegno come guardia del corpo per qualche giorno. Sorpresa: la figlia e la ex moglie (Janssen), con la quale si sta ristabilendo il feeling di una volta, sono andate lì a trovarlo. Ma l'idillio dura pochi minuti: il capobanda dei malavitosi (Serbedzija) che avevano rapito la figlia nell'episodio precedente e la sua gang sono lì per fare la festa a tutta la famigliola. Tra tecnologia, inseguimenti sui tetti di una Istanbul da cartolina e magnificamente fotografata, testa coda in automobile, colpi proibiti da arti marziali e proiettili che fischiano da tutte le parti, la spunterà il migliore.
Scritto e prodotto da Luc Besson, il secondo episodio di Taken è un film tutto giocato sulla quantità: di location, di tecniche di ripresa, di sparatorie e inseguimenti, di combattimenti a mani nude. Ma l'idea migliore del film sta nell'uso che il protagonista riesce a fare nella combinazione di memoria e tecnologia. I dialoghi, come è ovvio, stanno a zero mentre sulla recitazione si può stendere un velo pietoso: tanto il divertimento è assicurato ugualmente, anche perché il film lo hanno fatto gli stuntmen.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati