End of Watch - Tolleranza zero

play

Regia di David Ayer

Con Jake Gyllenhaal, Michael Peña, Anna Kendrick, Cody Horn, America Ferrera, Natalie Martinez, Frank Grillo, David Harbour... Vedi cast completo

  • In TV
  • Spike
  • canale 49
  • Ore 23:15
In STREAMING

Trama

Taylor e Zavala sono due poliziotti di pattuglia del dipartimento di Los Angeles. Con la loro auto, garantiscono la sicurezza nella zona a sud della città, mettendo a rischio la propria incolumità e quella delle persone a loro più care.

Approfondimento

END OF WATCH: UN DOCUMENTARIO DI FICTION SUI POLIZIOTTI

Cresciuto per le strade di Los Angeles, lo sceneggiatore e regista David Ayer ha avuto modo di vedere il proprio quartiere squarciato dalla violenza delle gang e ha iniziato a scrivere della realtà di cui è stato testimone sin da quando era al servizio della Marina degli Stati Uniti. I suoi primi resoconti sono poi diventati il tema della sua prima sceneggiatura, quella di Training Day. Nella sua carriera, Ayer ha continuato a riversare le sue esperienze anche nel copione di S.W.A.T - Squadra speciale anticrimine e di La notte non aspetta per arrivare fino a End of Watch, una sorta di chiusura del cerchio. A differenza dei precedenti film, Ayer ha però adottato un approccio molto diverso scendendo nuovamente per strada e raccogliendo le testimonianze dei veri poliziotti impegnati a mantenere l'ordine quotidiano. Abbandonando lo stretto confronto tra gangster e polizia e la tematica della corruzione dei poliziotti, in End of Watch Ayer offre infatti il ritratto di due onesti agenti, legati da un forte legame di fratellanza, che si confrontano con le attività di routine della loro giornata lavorativa, con i pericoli del loro mestiere e con la difficoltà ad avere una vita privata normale. Scritta in soli sei giorni, la sceneggiatura dunque si allontana notevolmente dal genere poliziesco tout court e diventa quasi un mockumentary, grazie anche alle immagini riprese dalle vere telecamere della polizia piazzate sul cruscotto delle vetture di servizio o poste a sorveglianza delle strade.
Tutte le scene, inoltre, sono state girate come se fossero delle sequenze amatoriali, in modo che lo spettatore possa avere sempre l'impressione di assistere a qualcosa di reale o di vedere un video su YouTube. Ayer ha ottenuto questo effetto grazie a un escamotage cinematografico: ogni inquadratura è ripresa da 4 telecamere differenti che restituiscono una visione dell'azione a 360°.

LA DURA VITA DEI POLIZIOTTI

End of Watch comincia con un inseguimento in auto. Gli ufficiali Brian Taylor (Jake Gyllenhaal) e Mike Zavala (Michael Peña) stanno correndo attraverso i vicoli della giurisdizione di Newton e tentano di raggiungere la macchina di una banda di criminali. Questo è solo il primo degli incarichi che portano a termine, ritrovandosi dopo a sedare una lite tra un piantagrane e un postino, a ritrovare dei bambini "scomparsi", a catturare un trafficante messicano, a salvare dei bambini da un edificio in fiamme, a scoprire una tratta di esseri umani o a scovare un'ingente quantità di stupefacenti in casa di una donna anziana. Sul fronte privato, invece, Taylor - figlio ribelle di una famiglia benestante - si è da poco innamorato di Janet (Anna Kendrick) e Zavala, ex pugile amatoriale, è diventato padre del primo figlio avuto dalla moglie Gabby (Natalie Martinez), con lui sin dai tempi del liceo. Tra una chiamata e l'altra, Taylor e Zavala conversano candidamente sui rischi e sulla paura che il loro lavoro comporta così come si scambiano consigli e pareri sulle loro prospettive future.
Jack Gyllenhaal è stato il primo attore ad aver accettato la parte, affascinato dalla struttura anomala della narrazione. Per End of Watch, di cui è anche uno dei produttori esecutivi, Gyllenhaal ha impiegato 5 mesi per prepararsi al ruolo, sottoponendosi anche a un corso intensivo di formazione per aspiranti poliziotti.
Michael Peña è invece rimasto colpito dalla combinazione tra azione e dialoghi, ritrovando nella sceneggiatura di End of Watch alcuni tratti tipici dei migliori film di David Mamet. Per raggiungere il grado di complicità tra i due protagonisti che il copione richiedeva, Gyllenhaal e Peña hanno deciso di frequentare il corso preparatorio e di provare insieme. Così facendo, hanno trascorso molto tempo a stretto contatto prima che le riprese cominciassero e hanno rafforzato il loro legame per essere ancora più credibili il cameratismo dei loro due personaggi.
Per sottolineare la fratellanza all'interno del corpo di polizia, David Ayer ha chiamato poi una squadra di acclamati attori ad interpretare la diversificata schiera di ufficiali veterani: America Ferrera (al primo ruolo duro della sua carriera), Cody Horn, David Harbour e Frank Grillo. Accanto a loro recita anche Eric Garcetti, membro del Consiglio della città di Los Angeles invitato a rivestire i panni del sindaco in una scena cruciale del film.

UN QUARTIERE A RISCHIO

End of Watch, espressione usata dalla polizia per indicare la fine del turno di guardia, è stato girato nella caserma di Newton, uno dei quartieri più violenti di Los Angeles, grazie all'aiuto dei poliziotti amici del regista David Ayer. Come è noto, la città di Los Angeles è divisa in vari dipartimenti e Newton è uno dei più problematici a causa delle oltre 50 bande di strada che cercano di mantenere il dominio sul territorio. Nonostante ciò, la produzione non ha incontrato alcun tipo di problema.
Alla stesura della sceneggiatura di End of Watch ha collaborato Jaime FitzSimons, ex agente che ha trascorso 15 anni a vigilare per le vie della città e che per il film si è trasformato anche in personal trainer degli attori.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

End of Watch. Tolleranza zero non è un film da evitare, anzi, ma alla fine fai fatica a ricordare un buon motivo per essere stato in sala, se non per un paio di sequenze pensate e girate molto bene. Se vuoi ricordarti quanto gli sbirri possano essere bastardi, insomma, puoi ripescare Tropa de Elite. Gli squadroni della morte, se vuoi ricordare forti rapporti personali in divisa, I padroni della notte. L’elemento vero di novità, forse, è la macchina da presa incalzante, aggressiva, che lascia pochi centimetri, che si ostina su adrenalinici campi stretti, evidenziati da un montaggio serrato.

Commenti (2) vedi tutti

  • Film anomalo per la tecnica usata per le riprese . Molto brave le attrici , su tutte la stupenda Anna Kendrick

    commento di claudio1959
  • Bello, da vedere.

    commento di ironsax
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

atomzombie di atomzombie
5 stelle

David Ayer è un cazzone affezionato al poliziesco commerciale, scrive sceneggiature appena sufficienti (a voler esser buoni) e dirige stronzatone alla "Harsh-times", che essendo particolarmente sopra le righe è quello che ho apprezzato di più. Nel 2008 dirige "la notte non aspetta" con Keanu Reevs, che il mio cervello ha completamente rimosso, chissà perchè?...; e nel 2012 tocca a questo… leggi tutto

8 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

mc 5 di mc 5
8 stelle

Il sottotitolo, abbastanza banale, che i distributori italiani hanno assegnato al film, è piuttosto ingannevole ("Tolleranza zero") e induce ad un'ottica reazionaria di tipo giustizialista. Invece si tratta di tutt'altro e i due protagonisti sono quanto di più lontano dai "poliziotti giustizieri". Anzi, la pellicola implica un'operazione di umanizzazione della polizia che, ancorchè non priva… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

miss brown di miss brown
4 stelle

Sono andata ad un'anteprima stampa con la mia amica V. Entrambe appassionate di action e polizieschi, tifose di THE SHIELD e di qualsiasi film o telefilm si svolga in quel di Los Angeles, ci aspettavamo grandi cose da un poliziesco scritto e diretto da David Ayer, già autore di TRAYNING DAYS e FAST & FURIOUS. E invece..... Vorrebbe essere quasi un docu-drama, il racconto di alcuni mesi… leggi tutto

2 recensioni negative

2020
2020
Trasmesso il 6 luglio 2020 su Paramount Network
Trasmesso il 31 maggio 2020 su Paramount Network
Trasmesso l'8 febbraio 2020 su Spike
2019
2019
Trasmesso il 16 novembre 2019 su Rai 4
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016
2015
2015

Recensione

bellahenry di bellahenry
8 stelle

ho guardato questo film principalmente perchè ho saputo dell'abbondate utilizzo di camere in movimento, finte telecamere di bordo o addosso ai poliziotti. il mio amore per mockumentary e compagnia è ben noto e non potevo farmi sfuggire questa novità. Beh il risultato è notevole, finalmente si esce dall'horror- satanico e si entra nella vita vera, seguendo i poliziotti…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Il cinema di David Ayer

degoffro di degoffro

Il 2 giugno esce finalmente al cinema, per Lucky Red, dopo una serie di vicissitudini distributive (inizialmente era nel listino Moviemax, poi fallita), “Fury” di David Ayer. E furioso è un aggettivo…

leggi tutto

Recensione

movieman di movieman
6 stelle

La quotidianità di due poliziotti in divisa sulle strade di South Central, il distretto più malfamato di Los Angeles. Niente di nuovo, senonché i due poliziotti, pur essendo un poco fumantini e non due stinchi di santo, sono onesti, valorosi e rilassati sul grilletto, il che fa quasi strano. Lo stile quasi documentaristico dona un tocco stile "Cops", famoso e longevo reality…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 15 marzo 2015 su Rai 4
Trasmesso il 4 marzo 2015 su Rai 4
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Trasmesso il 31 gennaio 2015 su Rai 4

Recensione

DxFlash di DxFlash
7 stelle

Anche se non siete degli amanti del cinema d'azione, vi consiglio di ritagliarvi un paio d'ore per guardarvi questo film.   David Ayer, regista e sceneggiatore di "End of Watch", ha scritto film come "Training Day" (un vero capolavoro di questo genere), e il primo, iconico, "Fast and Furious": il suo talento nel raccontare storie adrenaliniche ambientate sulla strada è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

AndreaVenuti di AndreaVenuti
7 stelle

End of Watch- Tolleranza zero è un film diretto da David Ayer nel 2012; prima ancora di analizzare la pellicola mi sembra doveroso spendere o meglio scrivere due righe sul regista: David dopo essere stato cacciato da casa dai genitori si trasferisce a Los Angeles dal cugino dove vivrà in prima persona situazioni alquanto pericolose e difficili poichè imparerrà a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Trasmesso il 26 gennaio 2015 su Rai 4
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito