Espandi menu
cerca
La patata bollente

Regia di Steno vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 151
  • Post 16
  • Recensioni 10396
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La patata bollente

di mm40
4 stelle

L'idea è interessante e neppure tanto scontata, ma la carica sovversiva del Vizietto (di pochi mesi precedente) è qui del tutto annullata e sostituita da qualche facile argomentazione 'progressista' (il continuo paragone fra sessualità e politica, prese in considerazione come sfere di interesse e di gusti personali) che, sì, funziona, ma frammischiata a tanti luoghi comuni e situazioni banalotte finisce per disperdersi. Steno è avanti rispetto al cinema (e alla società) italiana, ma le macchiette che ci propone - con la sceneggiatura del regista, del figlio Enrico e di Giorgio Arlorio - non riescono a conferire la giusta 'serietà' alle faccende (Pozzetto-attore, per dire, non è mai altro da Pozzetto-personaggio che fa l'operaio: non è mai un operaio e basta, c'è troppa distanza fra la storia e la messa in scena). Per questo fra i tre protagonisti quello che meglio funziona è Ranieri, anche se - va ripetuto - il film è tutt'altro che superficialotto perlomeno nei suoi intenti. 5,5/10.

Sulla trama

Bernardo è operaio comunista e sindacalista; un giorno salva da un pestaggio un uomo e se lo porta a casa: ma quest'uomo è omosessuale e tutti, condomini e colleghi, cominciano a sparlare dei due. Anche la ragazza di Bernardo rimane allibita. In realtà si tratta soltanto di un'amicizia che fa vincere a Bernardo ogni suo pregiudizio.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati