Trama

Giulio (Valerio Mastandrea) si ritrova da un momento all'altro a dover cambiare vita quando la moglie (Barbora Bobulova), dopo aver scoperto il suo tradimento, chiede la separazione e, all'improvviso, la realtà intorno a lui non è più la stessa. Quarantenne e padre di due figli, Giulio è costretto dalle circostanze a dire addio al benessere familiare ed economico e a studiare nuove soluzioni pur di rimanere a galla e non affogare in una nuova povertà fatta di doppi affitti e doppie bollette da pagare, di  pranzi solitari in trattorie di quart'ordine, di desideri dei figli da non disattendere e di creditori da cui nascondersi.

Note

Gli equilibristi (già dal titolo, visti gli sviluppi, si parte male) mette in scena tutto ciò che - almeno al cinema - non si dovrebbe mai: una narrazione didascalica (da fiction Tv), un festival che galoppa incurante negli stereotipi da dozzinale inchiesta televisiva, una scrittura manichea, dove la donna sembra una kapò totalmente priva di sentimento e suo marito un coglioncione masochista che pare averlo fatto apposta per soffrire. Regista e sceneggiatrice (Valentina Ferlan) puntano insomma tutto sull’argomento, nella speranza di farselo bastare. Ma per narrare di poveracci, del “27” che non arriva mai, dei soldi come ricatto capitalista bisognerebbe avere come modello Umberto D. e non un Tv movie da Rai1 + segue dibattito.

Commenti (3) vedi tutti

  • Dramma della miseria,semplice ma incisivo.

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Faccio un commento non al film bensì alla recensione o meglio a un certo tipo di recensione piuttosto diffuso dalle vostre parti. Noto spesso che il film preso in considerazione viene massacrato e fatto a pezzi, non sto a discettare se a torto o a ragione, ma poi quando vado a vedere la votazione essa risulta sufficiente o più: dov’è l’inghippo?

    commento di gianfry43
  • E' TERRIBILE VEDERE CERTE REALTA' DELLE QUALI SI SENTE,SI PARLA,MA QUANDO LE MOSTRANO …

    commento di fralle
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
8 stelle

Gli equilibristi sono i padri separati, categoria in aumento anche negli strati sociali dove non ce se lo potrebbe  permettere. Dal titolo nasce un travisamento sulla percezione delle persone descritte e delle situazioni narrate, generalizzante e penalizzante la valutazione del film e dei suoi interpreti. Barbara Bobulova , nella parte di Elena, moglie tradita che non riesce a dimenticare,… leggi tutto

18 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

sasso67 di sasso67
6 stelle

Lungi da me l'intenzione di affermare che Gli equilibristi sia un gran film, ma la mia impressione è che sia un buon film, che purtroppo rispecchia una realtà presente nella nostra società degli ultimi anni. Come afferma un personaggio (interpretato da Giorgio Gobbi) incontrato casualmente dal protagonista presso una struttura del Comune denominata "Casa del papà", il divorzio è una cosa… leggi tutto

8 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

giancarlo visitilli di giancarlo visitilli
4 stelle

Bell’idea quella di far compiere un viaggio a ritroso al protagonista principale del film, dal benessere piccolo borghese, che passa per il tradimento in amore, fino alla povertà, che sottintende non solo mancanza di beni materiali, ma perdita di dignità, di umanità. Il quarantenne Giulio compie tale viaggio. Una vita apparentemente tranquilla, con casa in affitto, le rate dell’auto da… leggi tutto

4 recensioni negative

Recensione

Furetto60 di Furetto60
6 stelle

Discesa lenta,ma inesorabile,che trascina nell'abisso della miseria, un modesto  impiegato comunale,Giulio,padre di famiglia affettuoso e impeccabile, dopo che una sua scappatella,viene scoperta dalla moglie, si ritrova abbandonato e solo, con risorse economiche scarse, che deve far fronte al pagamento degli alimenti per la ex consorte e per i figli, sarà costretto a ricorrere ad un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Trasmesso il 9 febbraio 2018 su Rai Movie
Il meglio del 2017
2017

Recensione

maso di maso
8 stelle

Uno spaccato di vita vissuta da un tipico caso umano del terzo millennio, un padre fedifrago che senza volerlo si ritrova messo alla porta dalla moglie ferita dal tradimento e quindi costretto a compiere equilibrismi giornalieri per rimanere nella corsia di una vita dignitosa, non solo la sua ma prima di tutto quella dei suoi figli rimasti con la mamma. La cosa è alquanto complicata se…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Dopo le disavventure intercorse con La bella gente (2009), film uscito in sala solo ad agosto 2015, questa volta la creatura del caparbio Ivano Di Matteo non ha avuto di questi problemi (coproduzione italo-francese, distribuzione Medusa), semmai ha dovuto fare i conti con critiche contraddittorie e uno scarso, quanto prevedibile, riscontro di pubblico. Un doppio peccato, perché, almeno…

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

fixer di fixer
8 stelle

   Un film amaro e duro che ti prende come un pugno allo stomaco. E’ uno dei pochi film onesti nella non vasta cinematografia italiana che raccontino la difficoltà dell’esistenza quotidiana. Il pregio principale è quello di non cadere nelle trappole che storie come queste spesso frappongono. La trappola della leggerezza, ad esempio. Noi italiani siamo maestri nel combinare, in tanti…

leggi tutto
Disponibile dal 23 luglio 2013 in Dvd a 10,99€
Acquista

David di Donatello 2013

steno79 di steno79

Ieri sera mi trovo casualmente davanti alla Tv, alle 21.30, vedo che su RaiUno c'è la diretta dei David di Donatello e scelgo di seguire la serata. Come al solito, la conduzione è stentata, con il duetto comico di…

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

bufera di bufera
8 stelle

Gli equilibristi sono i padri separati, categoria in aumento anche negli strati sociali dove non ce se lo potrebbe  permettere. Dal titolo nasce un travisamento sulla percezione delle persone descritte e delle situazioni narrate, generalizzante e penalizzante la valutazione del film e dei suoi interpreti. Barbara Bobulova , nella parte di Elena, moglie tradita che non riesce a dimenticare,…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 10 settembre 2012
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2004
2004
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito