Espandi menu
cerca

Qualcuno da amare

play

Regia di Abbas Kiarostami

Con Rin Takanashi, Tadashi Okuno, Ryo Kase, Denden Vedi cast completo

Guardalo su
  • Chili
  • Chili
  • Tim Vision
  • Tim Vision
In STREAMING

Trama

La giovane studentessa Akiko (Rin Takanashi) decide di usare il suo fascino e la sua bellezza per prostituirsi e potersi pagare gli studi con i soldi guadagnati, accettando di vedere e frequentare anche uomini facoltosi molto più grandi di lei. In uno di questi incontri, si imbatte su un cliente per lei inaspettato (Tadashi Okuno): un professore universitario sessantenne, integerrimo e di buon cuore, che dimostra sin da subito grande interesse nei suoi confronti, dando vita nell'arco di ventiquattro ore a un intenso e inusuale rapporto.

Approfondimento

UNA MISE EN SCENE INTIMA

Con Like Someone in Love il regista iraniano Abbas Kiarostami spinge il suo cinema, per molti caratterizzato da un post-modernismo semplicistico, in un'altra dimensione. Il film analizza l'animo degli esseri umani e scava nei loro più privati sentimenti, dei quali spesso i protagonisti non sono a conoscenza e che rivelano come sia il destino a determinare i loro percorsi. Un destino che sembra inghiottire ogni vita per poi restituirla nuda e senza orpelli, in preda a un misto di paura e lucidità. Proprio per i toni opachi e misteriosi, Like Someone in Love ricorda i film meno conosciuti di Jacques Tourneur, come La piovra nera e La cortina del silenzio, e si candida ad essere un esempio eccezionale di mise en scene - un'arte quasi dimenticata perché sostituita progressivamente da diversi valori estetici - che si avvicina a quanto realizzato da Preminger al culmine della sua carriera.

SENZA SCENEGGIATURA

La prima volta che Kiarostami parla di Like Someone in Love al produttore francese Marin Karmitz (oltre 110 film prodotti dal 1977, a partire da Padre padrone dei fratelli Taviani) è dopo aver finito di girare Ten nel 2002. Da sempre restio a far produrre ad altri i suoi film, il regista si presenta a casa di Karmitz per proporgli la possibilità di realizzare un film in Giappone (per ricavare i soldi necessari alla produzione, Karmitz ha anche venduto all'asta da Sotheby's una scultura di Yves Klein, di sua proprietà). All'epoca, ancora non aveva pronta una sceneggiatura ma nella sua mente erano presenti alcune scene, tra cui quelle che prevedevano un taxista durante il suo turno di notte a Tokyo. Per trasformare quelle annotazioni in film sono serviti dieci anni in cui Kiarostami, come sua abitudine, ha girato diverse versioni preliminari prima di iniziare a filmare quella definitiva. Come un pittore che lavora prima con gli schizzi preparatori e poi si dedica all'opera da presentare al pubblico, Kiarostami tiene sotto controllo ogni aspetto e non lascia nulla al caso. Nonostante si sia interessato nel frattempo ad altri progetti, Kiarostami non smette mai di lavorare su Like Someone in Love, costruendolo passo dopo passo senza partire da una vera e propria sceneggiatura: un metodo anomalo per il cinema, dove la regola principale è avere una storia dettagliata dalla quale iniziare.

IL TERREMOTO GIAPPONESE

Kiarostami annuncia l'idea di realizzare un film in Giappone è nel 2010 quando al Festival di Busan per presentare Copia conforme stupisce tutti dichiarando le sue prossime intenzioni. La preproduzione è iniziata qualche settimana dopo con l'obiettivo di cominciare le riprese nel marzo 2011. Gli attori giapponesi fanno la fila per essere scelti anche per una semplice inquadratura ma ciò che si palesa come un lavoro senza intoppi è costretto a fermarsi. L'11 marzo il Giappone viene colpito dal violento terremoto che distrugge la costa orientale e tutte le produzioni sono costrette a rinviare a data da destinarsi i lavori. Poichè tutti i partner finanziari abbandonano i film in cantiere, anche Kiarostami si ritrova a dover ripartire da zero e a rivedere il piano economico di lavorazione di Like Someone in Love, prevedendo di riprendere a girare a partire dal mese di maggio. A quel punto, è sorto un ulteriore problema: gli attori protagonisti non erano più disponibili perché impegnati in altri progetti, costringendo Kiarostami a una nuova ricerca e a nuovi provini. Ad esser scelti sono alla fine, a parte Ryo Kase, tutti attori sconosciuti, a partire dai due protagonisti, uno ottantenne e l'altra ventenne. Le riprese ripartono il 30 ottobre 2011, quando si gira la prima scena della sceneggiatura. Per volontà di Kiarostami, nessun attore ha avuto il permesso di conoscere in anticipo cosa si girava il giorno dopo né come la storia sarebbe andata a finire. Per evitare che gli attori si lasciassero influenzare dal destino dei personaggi declassando le loro performance, Kiarostami consegnava le parti del copione giorno dopo giorno. Non si trattava in definitiva di una limitazione alla libertà degli attori, molto semplicemente Kiarostami preferiva che, come nella vita reale, nessuno conoscesse in anticipo cosa riservava loro il futuro.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Davvero anomalo questo Qualcuno da amare, accolto male in Giappone come se da Kiarostami si volessero sempre e comunque storie legate al suo contesto, l’Iran. E invece la decisione del regista di scrivere e dirigere una vicenda che come spesso i casi della vita ha un inizio incerto e un finale non definito, si dimostra audace. Se si affronta il film con la testa potrebbe non piacere; se invece lo si accoglie col cuore acquista una dimensione sentimentale inedita perché la storia d’amore di un “vecchio” ha toni, ritmi, cadenze e passioni alle quali si è meno abituati.

Commenti (3) vedi tutti

  • Buona parte della critica ha lamentato nelle ultime opere del grande Kiarostami un marcato declino artistico, sostenendo che quanto realizzato in patria era di ben altra levatura poetica; stessa forma stilistica ma narrazione anodina e sguardo ormai annacquato, per giunta privo delle post-moderne mise en abyme tra fiction e realtà. Ebbene...è vero

    commento di Inside man
  • Pellicola con alti e bassi ma fattibile nella visione completa.voto.6.5.

    commento di chribio1
  • Un vecchio professore paga una prostituta piu' per compagnia che per attivita'sessuali.Peccato che trovi la ragazza meno adatta per il suo carattere mite e buono.Tutto qui.Piacevole…ma nulla piu'.

    commento di ezio
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

Il cinema inizia con D.W Griffith e finisce con Abbas Kiarostami (Jean-Luc Godard)   Like someone  in love è il titolo originale (che cita dichiaratamente quello di un classico della canzone americana inserito anche nella colonna sonora)[1] dell’ultima fatica di Abbas Kiarostami adesso sui nostri schermi, tradotto con una certa approssimazione in Qualcuno da amare. Un Kiarostami a sua… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

Cittadino del mondo (che suona anche molto e più drammaticamente come “esule”, se almeno un po’ ci vogliamo attenere alla dura realtà riservata dal sistema iraniano ad esponenti così creativi e proprio per questo problematici per la salvaguardia del regime) da qualche anno e almeno due film e mezzo orsono, da quando il noto produttore Martin Karmitz lo ha preso sotto la sua egida, Abbas… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Deiv90 di Deiv90
4 stelle

A Tokio, Akiko è una studentessa universitaria che la notte si prostituisce; una sera il suo protettore la invia a casa di un rinomato professore di sociologia in cerca di quella piacevole amicizia e complicità che da tempo gli manca. La storia poi coinvolgerà anche il fidanzato di Akiko, ignaro della doppia vita della ragazza. Abbas Kiarostami è uno dei nomi più apprezzati dal panorama… leggi tutto

2 recensioni negative

2020
2020

Recensione

stefanocapasso di stefanocapasso
7 stelle

Akiko è una giovane donna che si prostituisce all’insaputa di tutti, soprattutto del suo fidanzato molto geloso. Quando incontra un anziano cliente, un professore universitario in pensione, stabilisce con lui un rapporto di affetto profondo che metterà in gioco la relazione col suo fidanzato. Abbas Kiarostami lontano dagli ambienti desertici del suo paese si cimenta in una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2019
2019
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016

Coscienza della fine

LorCio di LorCio

Forse è soltanto una questione di ricezione, vediamo i vecchi film col senno di poi e ci piace leggere qualcosa che era solo in potenza oppure nemmeno considerato nel mentre in cui furono realizzati. Non tutti…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

iPl4y di iPl4y
7 stelle

Film drammatico su un anziano professore vedovo in cerca di compagnia, anche al costo di pagare. Non cerca appagamento fisico, bensì intellettuale: chiaramente non può aspettarsi grandi cose, ma forse è proprio del più e del meno che vuol parlare dopo una vita intera in cattedra (il tutto da contestualizzarsi, peraltro, nell'ambito sociale…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2013
2013
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

AtTheActionPark di AtTheActionPark
8 stelle

Il poco credito che sta riscuotendo l’ultima opera di Abbas Kiarostami, Qualcuno da amare, conferma i sospetti che avevo riguardo all’approccio con cui molto pubblico italiano si è spesso rivolto al cinema del maestro iraniano. Sarà forse un caso che ogni opera realizzata da Kiarostami in patria ha avuto – giustamente - fiumi di riconoscimenti da tutto il mondo, ma appena il regista ha…

leggi tutto
UNA MISE EN SCENE INTIMA

UNA MISE EN SCENE INTIMA

UNA MISE EN SCENE INTIMA Con Like Someone in Love il regista iraniano Abbas Kiarostami spinge il suo cinema, per molti caratterizzato da un post-modernismo semplicistico, in un'altra dimensione. Il film analizza l'animo degli esseri umani e scava nei loro più privati sentimenti, dei quali spesso i protagonisti non sono a conoscenza e che rivelano come sia il destino a determinare i loro percorsi. Un destino che sembra inghiottire ogni vita per poi restituirla nuda e senza orpelli, in preda a un misto di paura e lucidità. Proprio per i toni opachi e misteriosi, Like Someone in Love... segue

Extra

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Poco prima di morire, in un’intervista, Akira Kurosawa disse che tra i “nuovi” cineasti molto gli piaceva Abbas Kiarostami. Apriti cielo: in Giappone scoppiò una “Kiarostami-mania” che ha portato alla distribuzione di tutti i suoi film. E finalmente alla realizzazione di un’opera in loco, questo Qualcuno da amare (ma il titolo originale, che richiama la canzone di Frank Sinatra Like…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

Deiv90 di Deiv90
4 stelle

A Tokio, Akiko è una studentessa universitaria che la notte si prostituisce; una sera il suo protettore la invia a casa di un rinomato professore di sociologia in cerca di quella piacevole amicizia e complicità che da tempo gli manca. La storia poi coinvolgerà anche il fidanzato di Akiko, ignaro della doppia vita della ragazza. Abbas Kiarostami è uno dei nomi più apprezzati dal panorama…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

giancarlo visitilli di giancarlo visitilli
4 stelle

Sin dalle prime battute, il moralismo e didascalismo, trovano in questa pellicola, la loro migliore espressione: la “normalità” nelle “relazioni sane”. E le relazioni sono quelle fra un anziano ed una giovane donna, che si incontrano a Tokyo. Lei non sa niente di lui, lui pensa di conoscerla. Lui la porta a casa sua, lei gli offre il suo corpo. Ma la rete che si intreccia tra di loro,…

leggi tutto

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

Il cinema inizia con D.W Griffith e finisce con Abbas Kiarostami (Jean-Luc Godard)   Like someone  in love è il titolo originale (che cita dichiaratamente quello di un classico della canzone americana inserito anche nella colonna sonora)[1] dell’ultima fatica di Abbas Kiarostami adesso sui nostri schermi, tradotto con una certa approssimazione in Qualcuno da amare. Un Kiarostami a sua…

leggi tutto

Recensione

leporello di leporello
6 stelle

Be', noioso è proprio noioso. Se non altro, è noioso per quanto è noiosa la cantilena della lingua giapponese la quale, messa in bocca a personaggi come Akiko, la giovane protagonista, diventa noiosa all'ennesima potenza. Kiarostami, poi, non è che sia un fulmine a tenere vivo (e sveglio) lo spettatore in poltrona, pare proprio che non ci tenga... Ed ecco allora che la scena iniziale al bar…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Locandina
Foto
Uscito nelle sale italiane il 22 aprile 2013

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

Like Someone in Love. È il titolo di un successo di Bing Crosby che fa da colonna sonora al film. Una calda nota nostalgica in una storia dei giorni di nostri, aspra come sa essere soltanto la solitudine della modernità. È questo un male che non risparmia nessuno, giovani e anziani, uomini e donne, poveri e ricchi, perché colpisce in tanti modi diversi, come conseguenza delle scelte…

leggi tutto
Box office Usa

Box office Usa

Box office UsaIl quinto capitolo della serie di “Die Hard” si aggiudica il week end al box office americano con un risultato appena discreto.… segue

Post
2012
2012

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

Cittadino del mondo (che suona anche molto e più drammaticamente come “esule”, se almeno un po’ ci vogliamo attenere alla dura realtà riservata dal sistema iraniano ad esponenti così creativi e proprio per questo problematici per la salvaguardia del regime) da qualche anno e almeno due film e mezzo orsono, da quando il noto produttore Martin Karmitz lo ha preso sotto la sua egida, Abbas…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito