Trama

Il moro Otello, generale della Serenissima, sposa Desdemona nonostante l'opposizione del padre di lei. Dopo aver sconfitto i Turchi, torna a Cipro dove Jago, suo aiutante, gli fa credere che sua moglie Desdemona sia l'amante del giovane capitano Cassio. Otello fa uccidere Cassio e soffoca Desdemona ma, avuta la prova della loro innocenza, si uccide. Jago pagherà con la vita il suo tradimento.

Note

Straordinaria trasposizione cinematografica da Shakespeare, a opera del grande Welles, nonostante le incredibili peripezie produttive che fecero durare la lavorazione ben tre anni.  Palma d'oro a Cannes (contestatissima) ex-aequo con "Due soldi di speranza" di Castellani.

Commenti (2) vedi tutti

  • Potenza creativa grandiosa, un cattivo memorabile e una regia sontuosa .Cosa pretendere di più ??? Premio meritato a Cannes nel 1952 .

    commento di penelope68
  • "Sono solo un poveraccio che cerca di fare del cinema" cit. Orson Welles

    leggi la recensione completa di Infinity94
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Marcello del Campo di Marcello del Campo
10 stelle

Macbeth è l’ultimo film americano (del decennio 1947-1957) di Orson Welles che per ragioni fiscali è costretto ad abbandonare l’America. Nel 1948 arriva in Europa e a parte brevi parentesi in patria, vi resta fino al 1957. In questi dieci anni sostiene incredibili ritmi di lavoro: dirige tre film (Othello nel 1952; Don Chisciotte nel 1953 che resta misteriosamente incompiuto e Rapporto… leggi tutto

11 recensioni positive

2019
2019
2017
2017

Recensione

Gundawane di Gundawane
10 stelle

Tutte le opere di Shakespeare sono attuali ancora oggi e l'Otello per il tema della gelosia e dell'invidia è senz'altro il più attuale di tutti. L'Otello è la seconda trasposizione di Welles tratto da Shakespeare;film capolavoro che si aggiudicherà la Palma d'oro al festival di Cannes. È leggendaria la lavorazione e me difficoltà incontrate dal regista…

leggi tutto

Shakespeare al cinema

Gundawane di Gundawane

William Shakespeare è il più conosciuto scrittore teatrale che sia mai esistito. Le sue opere sono probabilmente il punto più alto che l'arte (non solo la letteratura)abbia mai raggiunto. Anche…

leggi tutto
Playlist
2016
2016

Recensione

Infinity94 di Infinity94
9 stelle

William Shakespeare, uno dei più grandi drammaturghi conosciuto in tutto il mondo, oltre che il poeta più rappresentativo dell'Inghilterra(esponente principale del Rinascimento inglese), sembrava fosse irrangiungibile, in ambito teatrale sì, ma non in ambito cinematografico. Uno dei più grandi registi teatrali, cinematografici e radiofonici del XX secolo,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2015
2015
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2013
2013

Recensione

will kane di will kane
8 stelle

L'ira ingelosita del Moro,raccontata con indimenticabile forza dal Bardo,visto che da secoli è divenuta proverbiale e citatissima,fu portata sullo schermo anche da Orson Welles,con una pellicola,come spesso capitava al genio di "Quarto potere",portata avanti con difficoltà somme,a partire dalle complicazioni economiche,e agli scontri con produttori e case cinematografiche.Welles dirige e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2012
2012

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Tra mille difficoltà e con pochi soldi, Welles riesce a girare un'altra delle sue opere scespiriane dove, a detta di molta parte della critica, ci sarebbe molto Welles e poco Shakespeare: e questo non è detto che sia un male. Figurativamente ispirato all'espressionismo cinematografico e ad Ejesenstejn, l'Othello wellesiano è un'opera profondamente cinematografica e come tale chiede di essere…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2011
2011

Recensione

Marcello del Campo di Marcello del Campo
10 stelle

Macbeth è l’ultimo film americano (del decennio 1947-1957) di Orson Welles che per ragioni fiscali è costretto ad abbandonare l’America. Nel 1948 arriva in Europa e a parte brevi parentesi in patria, vi resta fino al 1957. In questi dieci anni sostiene incredibili ritmi di lavoro: dirige tre film (Othello nel 1952; Don Chisciotte nel 1953 che resta misteriosamente incompiuto e Rapporto…

leggi tutto

L'età dei Lumi(ère)

Winnie dei pooh di Winnie dei pooh

"Il Cinema, questo nuovo piccolo stipendiato dei nostri sogni, te lo puoi comperare quello, procurartelo per un'ora o due, come una prostituta." Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932

leggi tutto
2010
2010

IN-FEDELTA'

cantautoredelnulla di cantautoredelnulla

L'amore finché morte non ci separi, secondo me, non è una condizione naturale dell'essere umano. L'uomo per sua natura non è monogamo, ma avrebbe rapporti liberi con chiunque lo affascini e lui…

leggi tutto
2009
2009

Quella sensazione irripetibile

allanfelix di allanfelix

I nostri film preferiti, come i nostri libri preferiti, spesso raggiungono questa posizione privilegiata, perchè sono entrati nella nostra vita nel momento giusto e con il giosto stato d'animo e, in alcuni casi…

leggi tutto

Recensione

steno79 di steno79
9 stelle

Fra le innumerevoli riduzioni cinematografiche shakespeariane, quelle di Orson Welles restano fra le migliori, almeno questo Othello e il Falstaff (insieme all'Enrico Quinto di Olivier e ai film di Kurosawa come Il trono di sangue e Ran). Othello fu anche il più tormentato film di Welles, e fu girato nell'arco di ben quattro anni, a causa di problemi finanziari, vincendo…

leggi tutto

Follia

Redazione di Redazione

Dolore e sofferenza, ma occasionalmente anche genio e sregolatezza. Il cinema di denuncia, politico e sociale, ha soprattutto usato la messa in scena del disagio per attaccare le istituzioni e i metodi di cura. Ma non…

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito