Espandi menu
cerca
Act of Valor

Regia di Mike McCoy, Scott Waugh vedi scheda film

Recensioni

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 379
  • Post 189
  • Recensioni 5710
  • Playlist 115
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Act of Valor

di supadany
7 stelle

Ecco uno dei film più guerrafondai a memoria d’uomo, e per questo non propriamente “simpatico”, che però riesce anche a sorprendere per attributi tecnici e per una valenza delle scene d’azioni in grado di far meglio sopportare un messaggio di fondo scandito da dialoghi di rara retorica che quando prendono in mano la scena lasciano più volte basiti.

Un nucleo di agenti speciali è chiamato in azione per salvare un agente della Cia rapito, ma questa missione porta alla ribalta un piano criminale che può mettere in pericolo la popolazione degli Stati Uniti.

Comincia così una corsa contro il tempo per rintracciare i mandanti del diabolico piano e fermare gli uomini pronti a scatenare l’inferno sul suolo americano.

 

 

Pellicola dalla doppia faccia, tanto è poco efficace quando la retorica militarista prende il sopravvento, tanto è pregevole quando le azioni entrano nel loro vivo, con in mezzo una trama non proprio impeccabile, ma comunque funzionale alla causa.

Soprattutto la prima missione in Costarica è notevole, ritmo sostenuto, montaggio vibrante, assieme ad uno sviluppo sufficientemente chiaro che rende il tutto ancora più apprezzabile, per una quindicina di minuti da vivere col cuore in gola con risoluzione sul filo di lana (e a pelo dell’acqua).

Da qui parte un intrigo sviluppato con diligenza, senza particolari intuizioni ma anche una certa solidità alle spalle, con alcuni momenti di pura azione ed altri segnati dalla tensione della situazione in bilico, fino ad arrivare all’esplosivo finale che non raggiunge i vertici della prima missione, ma che comunque vanta ancora una perizia tecnica al di sopra della media.

Risulta invece stucchevole il ritorno alla “normalità” seguente che se da un lato piange le vittime dall’altro assume i connotati di uno spot pro-arruolamento che, senza nulla togliere agli uomini valorosi che combattono nel nome degli ideali (al contrario di ciò che avviene spesso per chi prende dall’alto le decisioni), poteva essere ammorbidito nello spirito (e gli attori più muscolari che altro non aiutano la situazione).

Si tratta quindi di un film con alcuni punti di forza e con debolezze, soprattutto drammaturgiche, lapalissiane, per un risultato complessivo comunque non trascurabile, soprattutto per chi ama l’azione (tanto più se a tinte militari) che in questo caso troverà pane per i suoi denti.

Interessante (a metà).  

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati