Espandi menu
cerca
The Master

Regia di Paul Thomas Anderson vedi scheda film

Commenti brevi
  • Recensione forse fatta molti anni or sono perchè ritrovati personalmente pezzi sparsi nel Pc di questo Film : se non lo tenni anni fa mi sà che,a parte il notevole Cast,non mi aveva molto stupito ! voto.1.

    commento di chribio1
  • Un maestro imperfetto, questo è Lancaster Dodd (Philip Seymour Hoffman) per Freddie Quell (Joaquin Phoenix) : il fatto di porsi allo stesso livello sprona il discepolo-braccio destro a non voler deludere il maestro: sarebbe come deludere sé stessi.

    leggi la recensione completa di mck
  • Storia esemplificativa di come i movimenti pseudoreligiosi, con a capo il guru di turno, tentano di plagiare e distruggere i perdenti o gli ingenui che si affidano a ...ma qualcuno ogni tanto si ribella .Confronto esaltante tra Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix.

    leggi la recensione completa di bufera
  • Leone d’argento al festival di Venezia del 2012, ha guadagnato anche la coppa Volpi per entrambi gli attori protagonisti, sublimi interpreti di un lavoro niente affatto semplice e per certi aspetti sfuggente e di non facile interpretazione

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Ho rimpianto Magnolia (un capolavoro): a parte la bravura degli interpreti, due palle pazzesche.

    commento di paosca
  • L'INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL'ESSERE BESTIA

    leggi la recensione completa di SillyWalter
  • Film troppo pesante, per quanto la recitazione sia di alto livello ho fatto molta fatica ad arrivare alla fine...voto 5.

    commento di Sara95
  • I personaggi "larger than life" e l'atmosfera di vago misticismo si prestano a interpretazioni sopra le righe eppure credibili, e Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix ne approfittano a man bassa. Ma il film tende all'agnosticismo, offre più domande che risposte, decide di non prendere posizione, e si avvia insipientemente verso il finale.

    leggi la recensione completa di casomai
  • Paul Thomas Anderson è quindi tornato sull’argomento uomo-spiritualità come è stato nello strepitoso “Il Petroliere” e “Magnolia” sempre con risultati eclatanti. La sua regia è quadrata e potente come lo è il film, come i suoi due personaggi, di cui in sincerità è difficile stabilire il protagonista e chi la spalla.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Finita la guerra, Freddie vagabonda finché non scopre Lancaster Dodd e il suo movimento dal quale si fa sedurre. Interpreti in palla, ma non è ben chiaro dove si vuole andare a parare…Scientology?

    commento di movieman
  • 138 minuti di seghe mentali…e non solo mentali.

    commento di Tex Murphy
  • Ricordi il nostro gioco? Mentre tu ti chiedevi chi fossi per potermi salvare io che desideravo evolvermi ti insegnavo chi non saresti mai stato.

    commento di michel
  • Capolavoro,Paul Thomas Anderson è uno dei pochi registi che ci sono rimasti che fanno davvero cinema.

    commento di GiorgioBlu