Trama

All'età di nove anni, Abraham Lincoln (Benjamin Walker) ha visto morire sua madre per le conseguenze di una strana malattia che, tempo dopo, mentre si occupava dei debiti lasciati dal suo sfortunato padre, ha scoperto essere causata da un vampiro. Da quel giorno ha giurato a se stesso che l'unico scopo della sua vita sarebbe stato dare la caccia a tutti i vampiri della terra, anche quando da 16esimo Presidente degli Stati Uniti sarà chiamato a occuparsi dei problemi della nazione.

Approfondimento

RILEGGERE LA STORIA DEGLI STATI UNITI

La leggenda del cacciatore di vampiri ripercorre in maniera immaginaria i lati segreti della vita di Abramo Lincoln, il sedicesimo presidente degli Stati Uniti, e della formazione della nazione stessa. La volontà dei visionari registi Tim Burton (qui nelle vesti di produttore) e Timur Bekmambetov (già regista di Wanted - Scegli il tuo destino) era quella di aggiungere un altro tassello, del tutto inedito, alla tradizione delle figure cinematografiche dei vampiri assetati di sangue, immaginando Lincoln come il più grande cacciatore di non morti della storia. Accostare Abramo Lincoln ai vampiri appare un'idea alquanto inaspettata, se non addirittura bizzarra, ma era precisa intenzione dei due spiazzare il pubblico - ribaltando ciò che ha studiato sui libri - e riscrivere l'epopea della nascita degli Stati Uniti in maniera più coinvolgente e viscerale. Abramo Lincoln diventa in questo modo il primo supereroe degli States, coniugando in sé la dualità dei protagonisti dei fumetti più classici con la sua doppia vita segreta: presidente di giorno e cacciatore di vampiri la notte. Chiamato ad adattare il suo omonimo best seller da cui il film è tratto, lo sceneggiatore Seth Grahame-Smith ha notato come, al di là dei vampiri, Lincoln sarebbe stato ugualmente un superoeroe, evidenziando come dal nulla sia diventato l'uomo più importante dell'intera storia degli Usa. Senza famiglia né soldi, dopo aver perso la madre quand'era ancora ragazzo, Lincoln era un uomo profondamente solo. Tutti coloro che amava erano morti ma, senza istruzione e armato solo della sua intelligenza, è riuscito a diventare presidente e salvare una nazione.
A perfetto agio con il mondo dei vampiri, il regista Timur Bekmambetov ha puntato molto su immagini dal forte impatto visivo. Inizialmente coinvolto come produttore, è stato convinto da Tim Burton a curare la regia del progetto. Essendo lui russo, Burton era allettato dal vedere rappresentare la storia americana da qualcuno che fornisse una prospettiva diversa da quella già consolidata nell'immaginario collettivo. Nonostante la presenza di emozioni forti, horror e azione, i realizzatori non hanno infatti mai dimenticato di avere a che fare con il ritratto di una persona molto amata, il cui ricordo è ancora vivo negli americani (basti pensare che nello stesso periodo anche il regista Steven Spielberg ha deciso di dare il via al suo progetto Lincoln).

LONTANI DAI VAMPIRI DI TWILIGHT

L'idea di coniugare la figura di Lincoln con il mondo dei vampiri viene suggerita a Grahame-Smith da alcune semplici casualità. Nel 2009, mentre si trovava in tour promozionale per il suo precedente lavoro, cadeva il bicentenario della nascita del presidente. In ogni libreria, si ritrovava a esser circondato da un lato da gigantografie di Lincoln e dall'altro lato da poster promozionali dei libri della saga di Twilight e Sookie Stackhouse, da cui è tratta la serie tv True Blood. I suoi vampiri, però, sono l'esatto opposto delle figure romantiche catturate nelle pagine di questi libri. Rendono, invece, omaggio alla tradizione classica dei film di genere: non sono romantici né divertenti e non brillano particolarmente, sono semmai assetato di sangue e la loro astuzia li ha portati a integrarsi nel tessuto della vita quotidiana, lavorando come fabbri, farmacisti e banchieri.

45 ANNI DI VICENDE: AIUTANTI E NEMICI

A interpretare il ruolo di Abramo Lincoln è Benjamin Walker, che casualmente aveva già avuto a che fare con il mondo dei "presidenti" nel musical Bloody Bloody Andrew Jackson, portato in scena a Broadway nel 2010. Poiché la storia si protrae per 45 anni, il ventinovenne attore è stato costretto a perdere quasi 20 chili della sua massa muscolare e indossare diverse protesi facciali per rendere credibile il suo Lincoln e avvicinarlo alla figura tramandata dalle immagini storiche. La storia parte con Lincoln bambino che assiste impotente alla morte della madre Nancy, la cui idea, "si è tutti schiavi fino a quando ognuno non sarà libero", ispirerà tutti i passi del futuro presidente. Da quel momento, Abramo non dimenticherà mai il responsabile del male che ne ha procurato la morte, il vampiro e uomo d'affari Jack Barts (Martin Csokas), contro cui giura eterna vendetta. Ad aiutarlo nella sua impresa, impartendogli consigli sul come controllare la rabbia e diventare più forte, è il carismatico Henry (Dominic Cooper), un raffinato gentiluomo amante della vita e degli eccessi. Lo istruisce fisicamente e intellettualmente ma alcune rivelazioni porteranno Abramo a dubitare sui veri scopi di tale operazione. Ad accompagnare Abramo vi è sempre il suo amico e guardia del corpo Will (Anthony Mackie), un personaggio che non esisteva nel libro. La persona più intima e vicina a Lincoln è la moglie Mary, interpretata da Mary Elizabeth Winstead. Il loro primo incontro a Springfield, nell'Illinois, è pieno di dolcezza e fornisce un netto contrasto con la vita oscura del cacciatore di vampiri. All'inizio, il loro rapporto somiglia a una commedia romantica, i due sono attratti dalla reciproca intelligenza, dalla loro integrità e senso dell'umorismo. Il loro grado di fiducia è tale che durante il picnic in cui Abramo confessa la sua attività notturna Mary è portata a pensare che si tratti di uno scherzo. Per non tradire le sue attese, Abramo decide di tenerla lontana da quel mondo sanguinario ma è una scelta che cozza con il valore dell'onestà in cui crede e si ritrova a interrogarsi su cosa sia più importante per lui.
A capo dei vampiri vi è Adam, a cui dà il volto Rufus Sewell. Adam è la perfetta nemesi di Abramo. Seth Grahame-Smith lo ha immaginato con un potere illimitato generatosi dalla sua esistenza millenaria. Guerriero, leader, politico e proprietario di piantagioni nel sud degli States, Adam è un Rhett Butler malevolo e minaccioso, desidera la libertà per tutti i vampiri e si augura che Lincoln possa prima o poi passare dalla sua parte, tanto che in un primo momento esita a usare la forza contro di lui. È di fronte al suo rifiuto che scatena una guerra senza precedenti con un esercito di vampiri guidato dalla bellissima Vadoma (Erin Wasson), donna di poche parole e molti fatti.

EFFETTI DIGITALI E RICOSTRUZIONE SCENICA

Adam, Vadoma e Abramo sono i protagonisti di una lunga sequenza dal forte contrasto visivo, che inizia ricordando Via col vento e si conclude con una delle scene di lotta più cruente viste al cinema.
La mischia nella piantagione di Adam non è però l'unica scena da ricordare. Gli effetti visivi creati dal supervisore Craig Lyn e dalla società Weta Digital, famosa per le innovazioni create per Avatar e L'alba del pianeta delle scimmie, hanno contribuito alla realizzazione di una spettacolare battaglia in piena guerra civile - in cui i soldati dell'Unione sono travolti in maniera sconvolgente dai nemici confederati - e alla sequenza in cui Lincoln uccide Jack Barts. In mezzo a un migliaio di cavalli in corsa, Lincoln corre, salta e combatte una velocissima ma furiosa battaglia contro la persona che più odia in vita sua. La locomotiva del treno in corsa, sul cui tetto si svolge l'ultima battaglia contro i vampiri nei pressi di Gettysburg, è stata ricostruita a grandezza naturale rispettando in maniera fedele la struttura dei treni del XIX secolo. La stessa cura è stata usata per la realizzazione delle armi: asce, coltelli, pistole e fucili usati in scena sono modellati in maniera conforme agli originali del periodo. L'ascia di Abramo, però, nasconde al suo interno un meccanismo ingegneristico che permette di trasformarla in un'arma da fuoco.
Il set è stato ospitato nella città di New Orleans, in cui si conservano ancora case ed edifici risalenti a metà Ottocento e che è patria di una ricca tradizione di vampiri (non a caso è anche la città in cui si svolgono le vicende di Intervista col vampiro).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

L’idea è solo una: affrontare l’accumulo di assurdo, performance demenziali e soluzioni oltre la fisica con paradossale serietà. Recitazione laconica da B movie, simbolismi letterali (i sudisti sono infine vampiri: la schiavitù è anche quella del sangue), sceneggiatura a rotta di collo e buchi neri, una propensione per il gore stilizzato, per il ralenti e la violenza grafica. Vorrebbe essere peculiare, ma è solo automatico, vorrebbe essere epica ironica, ma è solo patetico tedio, sollazzo nerd 3D con budget decente. Ridateci i soldi, i minuti persi. O quantomeno un film della Troma.

Commenti (2) vedi tutti

  • Su questo Bel Film, dice Tutto mc5 nella sua Recensione. Film da Vedere. Io l'ho visto Due volte a distanza di anni e l'ho trovato "Squisito" come la prima volta.

    commento di MiniPuppy
  • L'originalità sta solo nel fatto del presideten Lincoln cacciatore di vampiri. Il resto è solo una baracconata con mediocri effetti speciali e storia senza senso. Sconsigliatissimo

    commento di XANDER
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

Lina di Lina
2 stelle

Ci mancava solo Abramo Lincoln nei panni del vampiro adesso. Certo che ormai sul tema del vampirismo non sanno più cosa inventarsi per risultare originali... Questo film è stata una delusione totale, quasi non riuscivo a finire di vederlo. Le idee ci sono, ma sono a dir poco deliranti e comunque, appare tutto senz'anima nonostante le vicende della trama cerchino di convincere del… leggi tutto

7 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

supadany di supadany
5 stelle

Ci si lamenta sempre che il cinema americano sia a corto di idee, ma a volte quest’ultime possono anche esserci ed essere pure fulminanti, ma poi occorre comunque riuscire a tradurle in qualcosa di realmente interessante. Questo grande passo non riesce al film di  Timur Bekmambetov che osa l’inosabile, trasformare Lincoln in un cacciatore di vampiri (senza per questo scordarsi… leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

mc 5 di mc 5
8 stelle

Questa pellicola di produzione americana per alcuni aspetti originale e sorprendente (come cercherò di argomentare), in realtà sta collezionando una serie di stroncature che non mi vedono per niente d'accordo. Ho trovato il film divertente, godibile e capace di far convivere brillantemente un tipo di cinema classico e popolare con interessanti suggestioni horror, mettendo completamente al… leggi tutto

1 recensioni positive

2019
2019
Trasmesso il 27 gennaio 2019 su Rai 4
Trasmesso l'8 gennaio 2019 su Rai 4
2018
2018
Trasmesso il 13 luglio 2018 su Rai 4
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso l'11 giugno 2018 su Rai 4
2017
2017

Guerra di secessione

CALVAL di CALVAL

La guerra di secessione americana, nota negli Stati Uniti come guerra civile americana, fu combattuta dal 12 aprile 1861 al 9 aprile 1865 fra gli Stati Uniti d'America e gli Stati Confederati…

leggi tutto
Trasmesso il 24 marzo 2017 su Rsi La1
2016
2016

Film fantasy

Warlock66 di Warlock66

Sono un appassionato di film fantasy, in particolare quei b-movies anni 70-80 che amavo guardare al cinema da ragazzino, ma che  amo tuttora. Seppur forse ingenui e non apprezzati dal grosso pubblico io li trovo…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

supadany di supadany
5 stelle

Ci si lamenta sempre che il cinema americano sia a corto di idee, ma a volte quest’ultime possono anche esserci ed essere pure fulminanti, ma poi occorre comunque riuscire a tradurle in qualcosa di realmente interessante. Questo grande passo non riesce al film di  Timur Bekmambetov che osa l’inosabile, trasformare Lincoln in un cacciatore di vampiri (senza per questo scordarsi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 14 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
Trasmesso il 5 settembre 2014 su Rsi La1
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Vendetta!

Argotico di Argotico

Il tema che mi è più caro in assoluto. Perché chi oggi ci è sopra nella piramide alimentare, e praticamente ci mangia in testa perpetrando un sopruso che dura fin dalla fondazione del mondo,  un giorno la pagherà…

leggi tutto
2013
2013
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

tobanis di tobanis
6 stelle

Francamente pensavo molto peggio, sia per le pesanti critiche ricevute, sia per lo spunto iniziale di questo film, che ipotizza addirittura lo stesso Abramo Lincoln come un cacciatore di vampiri. E invece il ritmo è quello giusto, la fattura è buona, gli effetti validi, il cast è quello giusto, i combattimenti ben coreografati…insomma, l’ho trovato un onesto filmaccio di serie B, e una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

Ivan A di Ivan A
6 stelle

"Abraham Lincoln l'ascia il segno!" Se pensate che un film che abbia come protagonista un politico come Abraham Lincoln possa essere noioso o non interessarvi, fermatevi un istante prima di giudicare, perchè potreste ricredervi. A svecchiare un genere come quello storico, già trito e ritrito ci pensano Timur Bekmambetov e Tim Burton, produttore del film. Entrambi si tuffano con coraggio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

gigilapeste40 di gigilapeste40
2 stelle

Il "film" (tra virgolette perchè definire film una roba simile è alquanto azzardato!) ci dà due grandi insegnamenti: - i nativi d'America furono sterminati dai vampiri e non, come ho creduto io per quasi cinquant'anni, dagli avanzi di galera che colonizzarono a suo tempo quelle terre; - l'enorme utilità dei crocefissi. Infatti una tizia sta per essere sbranata da un vampiro e così ha la…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito