Che cosa aspettarsi quando si aspetta

  • What to Expect When You're Expecting

  • USA,
  • Genere: Commedia
  • durata 110'
play

Regia di Kirk Jones

Con Elizabeth Banks, Rob Huebel, Anna Kendrick, Cameron Diaz, Dennis Quaid, Jennifer Lopez, Chris Rock, Chace Crawford, Matthew Morrison... Vedi cast completo

In streaming
  • Netflix
  • Wuaki
  • PS Store
  • Chili
In STREAMING

Trama

Prepararsi a diventare genitori e a gestire le gioie e le difficoltà derivanti dalla crescita di un figlio è la preoccupazione di neo e futuri genitori, chiamati a confrontarsi con i concetti di maternità e paternità, spauracchi che incutono loro dubbi e timori sulla nuova piega che prenderà la loro vita. La fotografa Holly (Jennifer Lopez) e il marito manager musicale (Rodrigo Santoro) sono alle prese con il desiderio dell'adozione di un bambino ma lui non sembra essere particolarmente pronto a divenire padre. Colin (Ben Falcone) e la moglie Wendy (Elizabeth Banks) attraversano una crisi dato che lei è costretta a rivedere le sue idee sulla maternità quando la giovane suocera Skyler (Brooklyn Decker) e il marito Ramsey (Dennis Quaid), su cui pesa una forte differenza di età, si scoprono in attesa di una coppia di gemelli. Jules (Cameron Diaz), esperta di un programma televisivo di successo sulla perdita del peso, coinvolge invece nelle sue traversie Evan (Matthew Morrison), la star di un programma tv sulla danza. Rosie (Anna Kendrick) e Marco, sono due vecchie fiamme che ritrovano la passione dopo essersi fatti la guerra con i loro rispettivi camion. Gale (Rob Huebel), infine, ha appena scoperto di star per diventare padre ma l'idea lo terrorizza al punto di cominciare a frequentare un gruppo sui generis di sostegno e aiuto per futuri padri, guidato da Vic (Chris Rock).

Approfondimento

MANUALE PER GIOVANI COPPIE IN ATTESA

Sin dalla sua pubblicazione nel 1985, Che cosa aspettarsi quando si aspetta è diventato una piccola bibbia moderna per le coppie in attesa della nascita dei loro figli. Scritto da Heidi Murkoff e perennemente presente nella classifica dei best seller del quotidiano New York Times, ha venduto oltre 35 milioni di copie in tutto il mondo tanto da essere definito come uno dei 25 libri più influenti tra quelli pubblicati a cavallo tra gli anni Ottanta e il Duemila. Già dal titolo, il libro mette in chiaro ciò che offre: informazioni dettagliate sulla gravidanza, su quello che accade settimana dopo settimana e consigli utili sia alle future mamme sia ai futuri papà. Ciò che lo differenzia da altri volumi simili è soprattutto il toni che Heidi Murkoff usa. Con un linguaggio moderno, franco, empatico e spesso divertente, riesce infatti a coinvolgere il lettore dalla prima all'ultima riga senza mai ricorrere ad appesantimenti nozionistici.
Adattare un manuale in film per il grande schermo richiede però un gran lavoro di sceneggiatura. I coproduttori David Thwaites e Doug McKay hanno vinto le difficoltà iniziali e le resistenze della Murkoff, scettica sul progetto, pensando a un film corale composto da diverse storie ad incastro di cui sono protagoniste giovani mamme in attesa. Facendo leva sull'umorismo del volume, il regista Kirk Jones (Svegliati Ned, Nanny McPhee - Tata Matilda) ha poi contribuito ad aumentare il potenziale comico del progetto. Dopotutto, secondo la sua visione, la prima gravidanza corrisponde a un salto verso l'ignoto e l'ignoto da sempre al cinema è sinonimo di spunti per la commedia carica di pathos ed emozioni.

DAL MANUALE ALLA COMMEDIA

Di fronte alle illimitate possibilità che il manuale garantiva, i realizzatori hanno invitato le sceneggiatrici Shauna Cross e Heather Hach a pensare a personaggi alla moda (da far interpretare a un cast di grido), che riuscissero a rappresentare una variegata diversità di situazioni riconducibili al come si affronta la gravidanza in tempi moderni. Una volta pronta la bozza finale della sceneggiatura, il libro si è trasformato in una vivace commedia con protagoniste cinque differenti coppie, ognuna delle quali vive esperienze uniche e offre un particolare punto di vista femminile e maschile, non solo sulla gravidanza ma anche sulle prospettive di educazione dei figli e sul "non desiderio" di maternità/paternità.Rimanendo fedeli ai consigli della Murkoff, la sceneggiatura trova anche la possibilità di inserire accanto a temi leggeri argomenti più complessi come le sfide richieste per portare una gravidanza a termine, la sterilità e l'adozione. Poiché spesso i mass media descrivono le donne incinte ricorrendo ai soliti cliché dell'esperienza straordinaria, il film ha l'obiettivo mirato di fornire invece un quadro realistico a tutto tondo che non tralasci le difficoltà, piccole o grandi, affrontate da ogni coppia. Il cambiamento corporeo, le nausee mattutine, le ansie pre-parto e gli sconvolgimenti degli equilibri familiari sono solo alcuni degli aspetti presi in esame e trattati con onesta sensibilità.

SUL SET: UOMINI CON IL PANCIONE E BALLERINI

La costumista Karen Patch e l'esperto di protesi estetiche Matthew Mungle hanno lavorato a stretto contatto per rappresentare accuratamente le sagome delle protagoniste, in continuo cambiamento nelle 38 settimane di gravidanza. Il loro lavoro, reso complicato dalla magrezza delle attrici protagoniste, è stato essenziale per la riuscita del copione. I costumi, parte integrante di ogni personaggio, dovevano infatti esteriorizzare ciò che ogni donna sente dentro, adattarsi al suo stato umorale e trasformarsi in una sorta di biglietto da visita. Indossare delle protesi (nella fattispecie, dei finti "pancioni" e dei finti seni) ha comportato anche che le attrici rivedessero anche i loro movimenti, dal modo di camminare al modo di sedersi, tanto che sul set sono intervenuti anche un coach e un'ostetrica/infermiera per impartire le giuste indicazioni. Non solo le attrici, però, hanno avuto bisogno di protesi per causa della gravidanza ma anche l'attore Ben Falcone. Il suo Gary, durante l'attesa, comincia a prendere peso per via dell'ansia. Come la sua amata, anche la sua pancia ha un aspetto che varia a cadenza trimestrale e da uomo con un po' di maniglie dell'amore si trasforma in un uomo quasi "incinto", con pancione e grosso seno.
Per mettere invece in scena il reality Celebrity Dance Factor, che coinvolge il personaggio interpretato da Cameron Diaz, la produzione ha dovuto fare i conti con il ristretto budget ricreando le sontuose scenografie in un deposito poco fuori Atlanta. L'effetto ottenuto ha però impressionato Tyce Diorio e Cheryl Cole, vere stelle della danza, che hanno deciso di lavorare alle coreografie del film, realizzando il cha cha in cui si lanciano i personaggi di Jules e Evan, il numero musicale ispirato da Whitney Port e la sequenza di hip hop di Dwayne Wade.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Il film di Kirk Jones impasta storie pretestuosamente eterogenee sull’attesa del primo figlio per concludere che, flatulenza femminile e immaturità maschile a parte, ne vale ampiamente la pena. Ogni tipologia materno/umana concepita in sceneggiatura è accontentata da partner inizialmente titubanti ma tutto sommato remissivi, e le sfumature si limitano alle nuance d’isteria raggiunte. Che cosa aspettarsi quando si aspetta è tutto quello che ti aspetti dalla retorica familista Made in Usa: promette di svelare gli aspetti più sinceramente sgradevoli della gravidanza, ma avvolge le gag mediamente triviali in una avvilente confezione premaman.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

Lina di Lina
6 stelle

Commedia ricca di buoni sentimenti incentrata sul mondo della gravidanza e dei neo-genitori. La trama è semplice, ma ben strutturata e racconta i problemi, le emozioni, le paure ed i desideri di maternità e paternità di varie tipologie di coppie. Così tra figli voluti, figli perduti e figli adottati, il film pur non essendo un capolavoro del genere a cui appartiene,… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Sara95 di Sara95
8 stelle

Commedia simpaticissima ma purtroppo adatta a un pubblico ristretto. Il film parla dell'argomento gravidanze (se non si era capito) dal punto di vista di quattro donne tra i 20 e 40 anni. C'è chi adotta, chi partorisce e chi perde un bambino e per ogni donna che soffre o gioisce c'è un uomo a volte confuso o smemorato, perplesso, volenteroso... Insomma ce n'è per tutte le famiglie; fa… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

UScomedy di UScomedy
4 stelle

Super cast per la commedia tratta dal manuale per la gravidanza "Che cosa aspettarsi quando si aspetta" (stesso titolo del film), scritto da Heidi Murkoff e primo di una serie che ha superato negli States le 34 milioni di copie vendute (e che, ovviamente, fa capolino in alcuni momenti anche sullo schermo).  Non si poteva che declinare la sceneggiatura intrecciando più storie tra loro, in… leggi tutto

3 recensioni negative

2019
2019
Trasmesso il 18 settembre 2019 su Rsi La1
Trasmesso il 12 settembre 2019 su La5
Trasmesso l'11 settembre 2019 su La5
Trasmesso il 4 aprile 2019 su La5
Trasmesso il 3 aprile 2019 su La5
2018
2018
Trasmesso il 6 giugno 2018 su Rsi La1
Trasmesso il 1 aprile 2018 su Canale 5
Trasmesso il 24 febbraio 2018 su La5
Trasmesso il 23 febbraio 2018 su La5
2017
2017
Trasmesso il 30 agosto 2017 su Rsi La1
Trasmesso il 19 giugno 2017 su Canale 5
Trasmesso il 3 marzo 2017 su La5
2016
2016
Trasmesso il 9 luglio 2016 su Canale 5
2015
2015
Trasmesso il 14 novembre 2015 su Rsi La1

Recensione

Julia1994 di Julia1994
5 stelle

Due ore di film, per la solita commedia a stelle e strisce mi sembrano tantine. E in effetti lo sono, visto che comunque il film non porta a niente.   Certo è che non mi aspettavo un capolavoro, ma nemmeno una pellicola noiosa e prevedibile. Come suggerisce il titolo, il film tratta del tema della gravidanza (e dell'adozione), e di come cambia la vita dei futuri genitori durante…

leggi tutto

Recensione

alexander33 di alexander33
5 stelle

Che cosa aspettarsi quando si aspetta? Sinceramente non saprei, ma so che cosa c'è aspettarsi da un film del genere. Tratto da un manuale bestsellers (capirai), il regista butta in un'ora e mezza abbondante un minestrone di coppie, tutte in attesa (chi adottivo, chi naturale, chi cercato, chi per caso) di un figlio. Le mamme e i papà sono quindi in preda ai classici problemi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2014
2014
Trasmesso il 17 novembre 2014 su Rsi La1

Recensione

supadany di supadany
5 stelle

Commedia corale a stelle e strisce che sfrutta, con più accezioni negative rispetto a quelle positive, un tema in grado di coinvolgere chiunque (ovviamente soprattutto il pubblico femminile), ovvero la gravidanza, dalla genesi di un rapporto fino al fatidico momento con tutte le gioie, le paure e le incomprensioni del caso, scendendo in alcuni casi sotto il livello di decenza. Quattro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

fabio9972 di fabio9972
6 stelle

classica commedia americana con un nutrito cast di attori ,quasi delle seconde linee,molto buonista al limite del melenso,ma godibile nel suo insieme che esplora le tematiche preparto in forma leggera e divertente .il film risulta quantomeno riuscito nel suo intento ecioe' quello di far passare 2 ore in assoluto relax.........

leggi tutto
Recensione
2013
2013

Recensione

Sara95 di Sara95
8 stelle

Commedia simpaticissima ma purtroppo adatta a un pubblico ristretto. Il film parla dell'argomento gravidanze (se non si era capito) dal punto di vista di quattro donne tra i 20 e 40 anni. C'è chi adotta, chi partorisce e chi perde un bambino e per ogni donna che soffre o gioisce c'è un uomo a volte confuso o smemorato, perplesso, volenteroso... Insomma ce n'è per tutte le famiglie; fa…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito