Trama

Pietro è un pasticciere omosessuale siciliano trapiantato a Roma. Per un presunto amore e una passione: fare l'attore.

Note

Ozpetek si concentra sulle dicotomie verità/finzione e realtà/sogno, trasformando la ricerca identitaria del protagonista in un ambizioso calderone  dove il senso (facile facile) si disperde.

Commenti (8) vedi tutti

  • Da morir bel film che ti fa capire e riflettere 7

    commento di eros7378
  • Una casa antica e misteriosa, infestata da sei magnifici fantasmi in abito da sera che cercano la loro capocomica,un giovane abitante irrisolto nelle sue scelte che si abitua a quella che sembra una finzione senza chiedersi il perchè.

    leggi la recensione completa di bufera
  • Bel Film, dove si ride sì, però ad un certo punto si arriva ad un momento di Storia, Tragico. Bravissimi gli Attori e Stupende Musiche. Per Fortuna la curiosità mi ha portata a vederlo insieme a Mio Marito.

    commento di MiniPuppy
  • La soluzione del gioco e della storia è nell'ultima carta, la carta rara. Garibaldi. Perchè? Avanti.

    commento di ventidue
  • Soggetto interessante ma sviluppato male, interpreti bravi ma sfruttati parzialmente (la migliore è la Proclemer, poi Fiorello e Germano, misurato e bravissimo ma non al meglio), il film resta in superficie e non decolla mai. Occasione persa. 

    commento di vertigosarna
  • Voto al Film :  6

    commento di ripley77
  • Discreto film di Özpetek.Molto bene il cast dalla Buy a Germano a Beppe Fiorello ad Anna Proclemer

    commento di antonio de curtis
  • Lo dice il titolo stesso:gradevole con buone idee e buoni attori e la solita mano del TURCO !!!

    commento di fralle
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

Qualche buona intuizione non salva Magnifica presenza dal conseguire un mesto anonimato. "Finzione, finzione" pronuncia nel finale Elio Germano: il regista crede boriosamente di poter indurre nello spettatore la medesima “magia” della rappresentazione di un piccolo mondoteatro antico. Ma lui nemmeno la scalfisce, rimane sospeso sulla superficie smaltata delle cose, al maquillage scenico e… leggi tutto

9 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

marlucche di marlucche
6 stelle

Inizio dalla locandina che fa piuttosto schifo. Lo vedo e vengo assalita dalla sensazione che illustri un film di Pupi Avati che ha costruito la sua fortuna su ragazzi e ragazze, impiegati, tutto sempre un po' demodé. Ogni volta che lo incrocio per strada dentro di me scatta: "mortacci quant'è brutto quel poster...". Vengo a sapere che Ozpetek se l'è fatto fare negli Stati Uniti dai… leggi tutto

13 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

LAMPUR di LAMPUR
8 stelle

Da un seppur amatoriale attore nonché fantasiosamente collezionista di fantasmi dalle più difformi connotazioni, la cavalcata onirico/extrasensoriale ozpetekiana non può che ricevere plausi di  complice amorevole solidarietà, aldilà del giudizio artistico che probabilmente vede come magnifica presenza giusto quella di Elio Germano, sia nella considerazione dei complimentosi, fantasmatici,… leggi tutto

17 recensioni positive

Il meglio del 2017
2017
Il meglio del 2016
2016

Recensione

champagne1 di champagne1
7 stelle

Pietro, un giovane pasticciere con ambizioni attoriali, si traferisce da Catania a Roma e va a vivere in una vecchia casa nel quartiere Monteverde, molto elegante e neanche tanto costosa. Qualche notte dopo, una serie di rumori provenienti dall'interno dell'appartamento gli fanno capire il perché.... C'è di tutto in quest'opera di Ozpetek, la cui genesi pare provenga…

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Di tanto in tanto Ferzan Ozpetek prova strade più autoriali, guardando spesso al passato e senza comunque appesantire troppo il tratto, e “Magnifica presenza” rientra pienamente in questo segmento secondario della sua filmografia. Pietro (Elio Germano) deve ancora trovare una collocazione nella vita; sogna di fare l’attore, ma intanto  si guadagna da vivere come…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

kubritch di kubritch
6 stelle

Forse ho trovato la giusta definizione per i film di Ozpetek: umanitari. Me lo sono chiesto durante la visione. Non sono commedia; non sono tragedia; non sono di denuncia o d'impegno ma sono un po' tutte queste cose insieme. Una miscela di tutto quello che piace per tradizione al pubblico italiano. Un varieta' in forma drammaturgica o un equivalente cinemeatografico dell'operetta. Il problema e'…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2012
2012
Disponibile dal 12 settembre 2012 in Dvd a 8,99€
Acquista

Recensione

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

Qualche buona intuizione non salva Magnifica presenza dal conseguire un mesto anonimato. "Finzione, finzione" pronuncia nel finale Elio Germano: il regista crede boriosamente di poter indurre nello spettatore la medesima “magia” della rappresentazione di un piccolo mondoteatro antico. Ma lui nemmeno la scalfisce, rimane sospeso sulla superficie smaltata delle cose, al maquillage scenico e…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 12 marzo 2012
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito