Espandi menu
cerca

La notte

Regia di Michelangelo Antonioni

Con Marcello Mastroianni, Jeanne Moreau, Monica Vitti, Bernhard Wicki, Rosy Mazzacurati, Maria Pia Luzi Vedi cast completo

Guardalo su
  • RaiPlay
  • RakutenTv
  • Amazon Prime Video
  • Chili
In STREAMING

Trama

L'unione dello scrittore Giovanni e di sua moglie Lidia è ormai arrivata a un punto morto. Tra noia, flirt abbozzati e vagabondaggi senza meta, i due, a volte insieme, a volte separati, passano una giornata grigia, attanagliati dal loro malessere interiore. L'alba del giorno dopo li sorprende però in un attimo fugace di felicità.

Note

Secondo capitolo della cosiddetta trilogia esistenziale ("L'avventura", 1960 e "L'eclisse", 1962). Datato nei temi e nell'humus, il film si salva nella magistrale regia di Antonioni, e Jeanne Moreau è in stato di grazia. Nelle sequenze della festa si riconoscono Salvatore Quasimodo, Valentino Bompiani e un giovanissimo Umberto Eco.

Commenti (12) vedi tutti

  • Sono presenti nel film, interpretando se stessi: Valentino Bompiani, Salvatore Quasimodo, Ottiero Ottieri, Giansiro Ferrata, nonché un giovanissimo e silenzioso (!) Umberto Eco senza barba e con molti capelli e il musicista Giorgio Gaslini, autore della colonna sonora del film.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Uno scrittore in crisi (Mastroianni) e una donna facoltosa (Moreau) dovranno affrontare la fine del loro amore nel corso di un festa notturna nella villa di un industriale. La labilità dei sentimenti e delle relazioni umane viene ritratta in un quadro impeccabile e doloroso da un Antonioni ai vertici della sua creatività artistica. Voto 8/10.

    commento di alexio350
  • La vita di una coppia è per Antonioni come un ascensore che scende, lento e inesorabile, dall'ultimo piano di un grattacielo fino a terra, con i suoi aridi meccanismi.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • Critica alla società tecnologica e neocapitalistica emergente e (poi) alla mancanza di valori interiori. Il secondo capitolo della “trilogia dell’incomunicabilità” vince l’Orso d’oro a Berlino, ma rivisto oggi è pesante pesante pesante.

    leggi la recensione completa di scandoniano
  • Solo una rettifica alla scheda di Film TV. Salvatore Quasimodo ("Il nostro Premio Nobel") e un occhialuto, irriconoscibile Umberto Eco compaiono nella sequenza della presentazione del libro di Giovanni, alla Bompiani, non alla festa. Nello stesso errore incorre il Mereghetti.

    commento di casomai
  • Film a tratti insipido,molto triste ma tenuto bene a galla dalla Coppia Mastroianni/Moreau e da una piccola parte con Monica Vitti ma comunque non disprezzabile nelle motivazioni della Storia in se'.voto.6.

    commento di chribio1
  • Mi correggo:capoalvoro!

    commento di rosario
  • Voto 5. Non mi piace il freddo e rigoroso razionalismo di questo film, con dialoghi teoretici (e irreali) che sembrano didascalie di un saggio esistenziale sulla incomunicabilità. [09.09.2007]

    commento di PP
  • Si,tra le tante cose, questo è (anche) uno dei più bei documentari su Milano. Su come va fotografata e inquadrata questa città. Per il resto è arte purissima, immaginifica, sconvolgente. Da difendere e custodire a tutti i costi.

    commento di momisusia
  • Un capolavoro.

    commento di ligeti
  • L'urbanistica e' centrale in questo film…

    commento di ligeti
  • 7,5

    commento di incallito
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

laulilla di laulilla
10 stelle

  La faticosa giornata si concludeva, al termine della notte, nel parco della lussuosa villa Gherardini, mentre le ultime note del concerto di Giorgio Gaslini accompagnavano gli ultimi ospiti della serata, quelli che tirano tardi dopo la festa.   Era arrivato il momento dell’inevitabile verità per Giovanni (Marcello Mastroianni) e Lidia (Jeanne… leggi tutto

23 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

Concettualmente è simile a La dolce vita: la noia esistenziale di una coppia viene scossa dalla morte di un amico, e alla fine l’alba porta un barlume di vita. Però tutto è raccontato alla Antonioni, ossia cercando di esasperare al massimo lo spettatore. Ci si salva in parte grazie agli interpreti Mastroianni e Moreau. Dato che l’umanista quattrocentesco Giovanni… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
4 stelle

Chissà perché il cinema di Antonioni non mi ha mai conquistato. Sarà forse per la sua innaturale lentezza o per un modo di comunicare che colpisce più il cuore che il cervello. Questo La notte non fa eccezione. Anche se ha un finale che è poesia allo stato puro, per il resto ho trovato la trama piuttosto pesante e la sofferenza interiore dei personaggi, non mi ha coinvolto. Tabellino dei… leggi tutto

5 recensioni negative

2020
2020

Recensione

laulilla di laulilla
10 stelle

  La faticosa giornata si concludeva, al termine della notte, nel parco della lussuosa villa Gherardini, mentre le ultime note del concerto di Giorgio Gaslini accompagnavano gli ultimi ospiti della serata, quelli che tirano tardi dopo la festa.   Era arrivato il momento dell’inevitabile verità per Giovanni (Marcello Mastroianni) e Lidia (Jeanne…

leggi tutto
Trasmesso il 30 maggio 2020 su Rai Storia
Trasmesso il 25 maggio 2020 su Rai Storia

Recensione

antonio de curtis di antonio de curtis
10 stelle

Primo film di Antonioni che ho visto e per me il migliore che ha realizzato. Era il preferito anche del grande Kubrick che lo inseriva tra i  film migliori che avesse visto. Secondo della trilogia sull'incomunicabilitá(il primo l'Avventura il terzo l'Eclisse) vede come protagonista il grande Mastroianni nel ruolo dello scrittore Giovanni Pontano sposato con la bella Jeanne Moreau.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

vermeverde di vermeverde
9 stelle

“La notte” è un film del 1960 di Antonioni, periodo in cui il tema dominante dei suoi film è generalmente considerata l’alienazione, intesa come spossessamento della propria individualità interiore, ma che forse sarebbe più esatto considerare come incomunicabilità cioè l’incapacità di stabilire o mantenere un rapporto…

leggi tutto
2019
2019

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
10 stelle

Era uno dei film preferiti di Stanley Kubrick. Guardate Eyes Wide shut, si capisce perché, specie il finale. C'è tanto di questo La notte del nostro Antonioni, film di mezzo sulla trilogia dell'incomunicabilità che il regista realizzò nei 60. Una coppia in crisi, architetture fredde, soleggiate, deserte vuote e opprimenti. Stralci di umanità sparsi qua e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Giugno 2019

LorismaL di LorismaL

Prosegue il mio diario...con le visioni di Giugno (Film ordinati per anno di uscita). Continua il viaggio nella storia del cinema, dai primi di Fellini agli Spider-Man di Raimi, dai nuovo cinema tedesco ai…

leggi tutto
Playlist
2018
2018
2017
2017

Recensione

Baliverna di Baliverna
9 stelle

Non li ho visti tutti, ma finora è il film di Antonioni che preferisco. Non so se altri registi siano riusciti a rendere questa sensazione sensazione di grigiore, di tristezza e di noia attraverso la rappresentazione dei suoi personaggi, di solito di ceto sociale medio-alto. La stessa lentezza che caratterizza il suo stile è forse un elemento della noia delle loro esistenze vuote,…

leggi tutto

Recensione

scandoniano di scandoniano
6 stelle

Compassato e psicologico, profondo e ricco di chiavi di lettura, “La notte” è forse il più classico dei film di Antonioni. Storicamente posto dopo “L’avventura” nella trilogia dell’incomunicabilità, marchio di fabbrica del maestro ferrarese, a differenza del citato film, qui l’incapacità di riuscire ad ottenere un dialogo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2016
2016
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

orsoaudace di orsoaudace
8 stelle

Per prima cosa noto, nella scheda di FilmTV, una immagine che nel film visto su RAI3 in notturna, non c'era. Aiaiai. Sulla Rete guida dei cinefili questo non te lo aspetti. La ragazza matta nuda sul letto, chissà perchè (ma forse lo so perchè, Antonioni è sempre stato un sano maniaco sessuale e anche all'epoca, che non si poteva, è stato tra i primi a mettere…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Trasmesso il 7 aprile 2016 su Rai Movie
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito