Trama

Per mantenere la moglie e i due figli e soddisfare i bisogni indotti dalla modernità, il napoletano Luciano (Aniello Arena) fa il pescivendolo insieme al cugino e si districa tra piccole truffe. Nel suo piccolo, ha però un grande desiderio: sogna di partecipare al reality Grande Fratello, con la speranza di avere un ritorno economico dall'avventura televisiva che gli permetterebbe di cambiare vita e futuro e di assecondare una certa dose di narcisismo insita in lui. Divenendo ossessionato dall'idea, finisce con il perdere il senso della realtà, distorcendo la percezione di ciò che lo circonda.

Approfondimento

REALITY: NOTE DI REGIA

Dal pressbook di Reality divulgato in occasione del Festival di Cannes, riportiamo le note di regia che offrono alcuni spunti interessanti per collocare quest'opera e comprendere l'approccio che Garrone ha avuto nei confronti del film.

 

"Dopo Gomorra (2008) volevo cambiare registro e affrontare un tipo di film differente. Per questo ho deciso di girare una commedia: Reality.

Reality è nato da una storia semplice ma vera che abbiamo trasformato per riflettere sul panorama della contemporaneità. È un viaggio fatto di anticipazioni, di speranze, di sogni. Si svolge su due livelli: il primo è esterno, geografico; il secondo è invece interno e psicologico. Questi due livelli sono tuttavia intimamente connessi e il paesaggio culturale è precisamente ciò che dà corpo ai personaggi che animano la nostra storia.

Reality è un film che parla di come noi percepiamo il reale: è la storia di un uomo che abbandona la realtà per entrare in una sua dimensione fittizia e personale. Penso a Luciano, il protagonista, come a un Pinocchio dei giorni nostri, un uomo innocente e naïf.

L'ho seguito con la mia macchina da presa come se lui stesse vivendo un'avventura fantastica. Durante le riprese ero costantemente alla ricerca di quel delicato equilibrio tra il sogno e la realtà. Ero sempre alla ricerca, anche da un punto di vista figurativo, di una certa qualità fiabesca, una sorta di realismo magico."

 

Leggi tuttoLeggi meno

Note

L’aspirazione al Grande Fratello, quel bunker di eletti che ti cambia la vita se non sai che vita vuoi, tocca il pescivendolo Luciano in occasione d’un provino. Saracinesca e banco al quartiere Barra e un traffico di robot di cucina, vive l’attesa di una convocazione con spostamenti progressivi dal desiderio al delirio al desiderio delirante, fino a sentirsi “assente non giustificato” dal programma, scatenando una nevrosi di controllo che è comica, tragica e simbolica (la vendita della pescheria, il grillo che lo fissa in casa, la donazione ai poveri). Per il medico è «trauma da GF», dopo le trasmissioni passerà (Arena, attore carcerato, parafrasa Totò dove Totò sembrava la marionetta sorvegliata da un dio/giudice). È fondamentale, ma non lo diciamo, come Luciano riesca a introdursi nella “casa” tra i vanagloriosi protagonisti, un fantasma nella sua patria di spettri. E ora fuori i nomi: Fellini, Visconti, Germi, De Sica...

Commenti (11) vedi tutti

  • Opera dai tratti anche pirandelliani che scava in un'esistenza lacerata tra psiche e realtà, condannata a cadere nell'irretimento fantasmatico provocato dalla cultura di massa che promette sogni alienanti a chi lo è già. Grande Garrone.

    commento di logos
  • Garrone tratta un tema attualissimo, l'inutilità e lo schifo dei reality, il particolare il GF, che diventa strumento di pazzia per persone "semplici" e che vivono per loro sfortuna in una ignoranza che posta davanti a certe condizioni potrebbe trasformarsi da ignoranza a pazzia pura.

    leggi la recensione completa di ClintZone
  • Manca il doppiaggio!!! Voto 1-----

    commento di Brady
  • Questo film è una cosa oscena,penso che una vergogna del genere,non si dovrebbe neanche far vedere... Voto 0

    commento di ILDIODELLERECENSIONI
  • Un'opera imperdibile,uno dei migliori lavori del regista.

    leggi la recensione completa di ezio
  • Idea azzeccata, ottima ambientazione, interpreti "veri", ma dopo una prima parte che fila con i tempi giusti della commedia, il film rallenta e la storia perde brio, facendo affiorare la noia. Peccato perché l'insieme funziona, ma stile felliniano e commedia non (sempre) sono in sintonia.

    commento di fbrazza54
  • Gran bella commedia di quelle intelligenti che il nostro cinema era un tempo capace di proporre grazie ai vari Monicelli, Risi, Salce, ecc. e che sembravano ormai razza definitivamente estinta in Italia. Da non perdere.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Un sogno che acceca, una vita che ne rincorre altre e smarrisce la sua direzione. Reality è un capolavoro lucido e tristissimo, un elzeviro su ciò che siamo diventati, una canzone triste innalzata alla incapacità di (accettare di) essere se stessi.

    leggi la recensione completa di MarioC
  • Ho resistito 50 minuti. Poi ho staccato tutto.

    commento di dudemon16
  • Voto al Film :  8

    commento di ripley77
  • Da qualche tempo li incontri ovunque, anche in pieno giorno. Indossano vestiti stravaganti, hanno le pupille dilatate e il trucco sfatto. Sono assenti, ridono nervosamente e vi avvicinano solo per chiedere: "Dove si va per il sogno?"

    commento di michel
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
8 stelle

Il cinema di Matteo Garrone non ha limiti di abilità tecniche, messe tutte al servizio della storia, dalle luci, alle modalità di ripresa, alla qualità e funzione del colore e del buio tutti intrisi del racconto stesso. Ogni opera  è diversa, pur se qualche argomento riaffiora, ma cambia l’aria dell’ambientazione, che questa volta è prettamente onirica, vagamente grottesca e talora… leggi tutto

51 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Kurtisonic di Kurtisonic
6 stelle

Never give up! Matteo Garrone sconfina nella commedia per staccarsi  da Gomorra, cosa non facile, e modifica alcuni parametri del suo cinema. I suoi precedenti lavori (almeno L’imbalsamatore, Primo amore e Gomorra) usavano stringere l’obiettivo intorno ad un particolare, che mano a mano si allargava, evidenziando una complessità vasta e profonda per arrivare ad un quadro d’insieme… leggi tutto

14 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
4 stelle

Arriva fuori tempo massimo il film di Matteo Garrone sulla sindrome da apparizione televisiva legata al fenomeno dei reality, cioè proprio quando questi utlimi cominciano a subire una brusca flessione di pubblico in un Paese come l'Italia, quella sprovveduta e credulona già raccontata nel Pinocchio di Collodi, sintetizzata dalle schiere di seguaci di Padre Pio e vista al cinema fin dai tempi… leggi tutto

4 recensioni negative

Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

ClintZone di ClintZone
8 stelle

Sono sempre estremamente felice quando vedo un film girato da qualche anno che vale veramente la pena di essere visto.  Sorrentino, Garrone e company sono quei pochi registi italiani che diciamolo pure tengono praticamente in piedi il Nostro cinema.  Questo "Reality" è un film che mi ha colpito molto, per le tematiche trattate, per il modo in cui Garrone decide di girare il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 18 gennaio 2018 su Rai Movie
Il meglio del 2017
2017

Recensione

AndrewTelevision01 di AndrewTelevision01
9 stelle

Un pescivendolo napoletano, Luciano Ciotola (Aniello Arena) che, assieme alla moglie Maria (Loredana Simioli) e l'amico Michele (Nando Paone) si dedica al traffico illegale di robot da cucina. Un giorno, durante un matrimonio, viene tentato dai parenti a partecipare alla nuova edizione del Grande Fratello (i quali lo conoscono anche per le sue doti comiche), visto anche la presenza di Enzo…

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016

Registi da Conoscere

MERE94 di MERE94

In questa playlist ci saranno 50 film: uno per ogni regista che secondo me bisognerebbe conoscere... Non necessariamente è il migliore del regista nè tecnicamente nè emotivamente... I film che…

leggi tutto

Recensione

MarioC di MarioC
9 stelle

Con Reality Matteo Garrone diventa il personaggio di un suo film, facendosi tassidermista di esseri umani in costante bilico tra catene del quotidiano e vie di fuga ricercate in modi e direzioni sbagliati. Luciano, il pescivendolo imbelle e suonato che sogna il riscatto facile e redditizio (il riscatto che, ai poveri di spirito e di portafogli, pare poter essere garantito da quella assicurazione…

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Difetti speciali

MarioC di MarioC

  Lo sapete, vero, che la Gioconda, una delle donne più ammirate di ogni tempo, non era questo fiore di bellezza? A volte sono i particolari che colpiscono: un naso lungo un'autostrada può…

leggi tutto
Playlist

Recensione

AgentCooper di AgentCooper
7 stelle

A volte anch'io, da ignorante quale sono, provo un senso d'invidia per i personaggi televisivi, gli attori in particolare. Ricordo che fin da piccolo desideravo follemente diventare un attore famoso, stare sotto i riflettori, non avere problemi monetari (anche se a quell'epoca m'interessava tutto tranne che i soldi). Sogni, destinati a rimanere tali e forse è meglio così. Cosa…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
THE COMEBACK
zombi di zombi

THE COMEBACK

IL RITORNO per valerie cherish non è un bisogno come un altro. la star appannata di julianne moore che canta e balla dopo aver saputo che il ruolo… segue

Post
Il meglio del 2014
2014

TOP TEN 2012

ed wood di ed wood

Bell'annata, con almeno 5 film imperdibili. Deludono Cronenberg e Tarantino. Curiosità: 2 film USA e tutti gli altri di Paesi di lingua neo-latina. :-)

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Dopo quattro anni dall’affermazione avvenuta con “Gomorra” (2008) Matteo Garrone era atteso da tutti al varco, tanto più quando si era saputo che il suo nuovo obiettivo sarebbe stato il mondo finto dei reality (ossimoro vivente), un ambiente difficile da affrontare e proprio per questo si può dire una volta di più che il regista romano sia ormai una…

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

David di Donatello 2013

steno79 di steno79

Ieri sera mi trovo casualmente davanti alla Tv, alle 21.30, vedo che su RaiUno c'è la diretta dei David di Donatello e scelgo di seguire la serata. Come al solito, la conduzione è stentata, con il duetto comico di…

leggi tutto
Disponibile dal 14 giugno 2013 in Dvd a 12,18€
Acquista

Recensione

hallorann di hallorann
8 stelle

Luciano Ciotola è un pescivendolo con un animo “artistico”, ai matrimoni si traveste da vecchiarella ma per l’ultimo osa, da drag queen. E qui che incontra Enzo un “mostro”, un “divo” effimero e vacuo, un reduce del G.F. televisivo che fa marchette nei matrimoni e nelle discoteche, annunciato come una star pur non sapendo fare Nulla. Luciano e famiglia larga e allargata essendo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 16 utenti
Il meglio del 2012
2012

"Un "ITALIETTA" da REALITY"

GIMON 82 di GIMON 82

"La televisione è un medium di massa,e tutto cio' non puo' che alienarci e mericificarci,Il medium di massa in se,nel momento in cui qualcuno ci ascolta dal video  crea un rapporto tra inferiore a superiore,un…

leggi tutto

Recensione

bufera di bufera
8 stelle

Il cinema di Matteo Garrone non ha limiti di abilità tecniche, messe tutte al servizio della storia, dalle luci, alle modalità di ripresa, alla qualità e funzione del colore e del buio tutti intrisi del racconto stesso. Ogni opera  è diversa, pur se qualche argomento riaffiora, ma cambia l’aria dell’ambientazione, che questa volta è prettamente onirica, vagamente grottesca e talora…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 24 settembre 2012
Il meglio del 2009
2009

Televisione

Redazione di Redazione

Il cinema ha fatto a pezzi la tv, evidenziandone gli aspetti critici, svelando retroscena e  manipolazioni, descrivendo la vita di redazione e la nascita delle notizie (vere e false). Dalla vita in diretta di Truman…

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2000
2000
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito