Espandi menu
cerca
Marigold Hotel

Regia di John Madden vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 216
  • Post 21
  • Recensioni 1464
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Marigold Hotel

di steno79
6 stelle

Il commento di Film tv appioppa una sola stella a questo "Marigold Hotel", definendolo "una melensa commedia drammatica", ma stavolta mi sembra che siano stati troppo severi...  Non si tratta di un film particolarmente originale o innovativo a livello stilistico, a tratti la sensazione di "deja vu" può anche affiorare, ma la storia di sette anziani britannici che si recano in India per riscoprire il senso di un'esistenza ormai al tramonto, non manca di sequenze toccanti (una per tutte: l'egocentrica zitella interpretata da Maggie Smith che si trova al cospetto di un'intera famiglia indiana appartenente alle fasce più umili della popolazione), di personaggi caratterizzati in maniera attendibile (soprattutto l'anziano giudice omosessuale di Tom Wilkinson, che torna in India per ritrovare un antico amore di gioventù, e vi muore), di situazioni che possono emozionare lo spettatore. Forse si è puntato su una coralità che può risultare troppo impegnativa da gestire a livello narrativo (è inevitabile che ci sia qualche squilibrio, e che i personaggi non risultino tutti allo stesso livello di interesse), ma il tema dello scontro fra diverse civiltà aggiornato all'epoca della globalizzazione  è analizzato con una discreta finezza di tocco. Spettacolare il cast, pieno di vecchie glorie britanniche fra cui primeggiano le due veterane Judi Dench e Maggie Smith, un Tom Wilkinson estremamente misurato, un Bill Nighy convincente nel ruolo del marito paziente, mentre la recitazione di Penelope Wilton nel ruolo della moglie di Nighy risulta un pò sovraccarica. Nel reparto giovanile si nota soprattutto Dev Patel, già protagonista di "Slumdog millionnaire" di Danny Boyle, qui abbastanza energico ed efficace nel ruolo del giovane imprenditore che dirige l'Hotel , senza avere la necessaria esperienza. Sembra che all'inizio la sceneggiatura, firmata da Ol Parker, fosse rifiutata da molti produttori perchè ritenuta poco commerciale, ma il film si è rivelato un successo a sorpresa prima in Gran Bretagna, e poi anche in altri paesi esteri.
voto 6/10

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati