Margaret

play

Regia di Kenneth Lonergan

Con Matt Damon, Anna Paquin, J. Smith-Cameron, Jeannie Berlin, Mark Ruffalo, Allison Janney, Matthew Broderick, Krysten Ritter... Vedi cast completo

Guardalo su
  • PS Store
  • Chili
  • Google Play
  • Chili
In STREAMING

Trama

Lisa (Anna Paquin) è una liceale 17enne di New York che vede crollare ogni sua certezza quando crede di aver giocato un ruolo fondamentale in un incidente che è costato la vita a una donna. Prova in tutti i modi a porre rimedio al suo sbaglio ma ogni volta incontra ostacoli di ogni tipo e, frustrata da ciò, inizia a trattare male tutti coloro che la circondano: famiglia, insegnanti, amici e, soprattutto, se stessa. L'animo di Lisa è ormai diviso in due e deve affrontare il fatto che i suoi valori giovanili sono in netto contrasto con la realtà e i compromessi del mondo adulto.

Note

La coscienza - di una ragazza interrotta, di una città ferita - è il fulcro dell’opera seconda di Lonergan, che per Conta su di me (2000) era stato nominato all’Oscar. Lo strazio di Lisa abita registri diversi, fagocita gli adulti con innocenza e brutalità, sale e scende da un palcoscenico metaforico di cui è protagonista (o attrice?) per implodere nella platea di un teatro reale. Margaret è la miglior prova della Paquin e la gestazione di un peccato irredimibile, in irrisolto equilibrio tra il senso di responsabilità e l’ammissione di colpa.

Commenti (2) vedi tutti

  • Tutto torna, o cerca di farlo, in questa logorroica trance de vie di una giovane donna della New York bohémien che fa di un impulsivo imperativo morale la sua stella polare e che elargisce con sfrontata civetteria la sua spontanea disponibilità sessuale, aggrappandosi ai fragili appigli di un'età di passaggio dove comanda il cuore più della mente.

    leggi la recensione completa di maurizio73
  • Growing up.

    leggi la recensione completa di mck
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

maurizio73 di maurizio73
6 stelle

Quando un donna muore in seguito all'incidente d'autobus causato dalla distrazione dell'autista, la 17 enne Lisa crede di esserne la involontaria responsabile. La sua difficile situazione familiare ed una sopraggiunta crisi di coscienza, la porteranno a confrontrarsi con un mondo di adulti che stenta ad assumersi le proprie responsabilità e con l'accidentato percorso di una faticosa… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

OGM di OGM
10 stelle

Margaret non è il nome della protagonista. È invece la ragazzina immaginaria a cui lo scrittore inglese Gerard Manley Hopkins si rivolge nella sua poesia Spring and Fall, to a Young Child. Un professore di lettere la recita in classe. E fornisce la chiave di lettura a questa vicenda costruita intorno ad un enorme senso di colpa, e che, però, non è il solito dramma del rimorso. Il conflitto… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

nickoftime di nickoftime
stelle

Parlare di New York e delle persone che la vivono ogni giorno, descriverne i rapporti senza falsare la distanza che le separa una dalle altre. Un problema di prospettiva che nel cinema diventa anche una questione di sostanza. Il rispetto del dramma vissuto da una città ancora nel terrore per una tragedia epocale si può tradurre nella voglia di narrare la condizione degli uomini e il loro… leggi tutto

2 recensioni negative

2017
2017

Recensione

maurizio73 di maurizio73
6 stelle

Quando un donna muore in seguito all'incidente d'autobus causato dalla distrazione dell'autista, la 17 enne Lisa crede di esserne la involontaria responsabile. La sua difficile situazione familiare ed una sopraggiunta crisi di coscienza, la porteranno a confrontrarsi con un mondo di adulti che stenta ad assumersi le proprie responsabilità e con l'accidentato percorso di una faticosa…

leggi tutto

Recensione

ethan di ethan
8 stelle

La vita di Lisa Cohen (Anna Paquin) - una studentessa newyorchese di origini ebraiche, che vive con la madre (J. Smith Cameron), separata dal padre (Lonergan stesso), che invece vive in California - viene letteralmente sconvolta il giorno che, involontariamente, con il concorso di colpa di un autista di autobus (Mark Ruffalo), la morte di una signora che stava attraversando la strada (a semaforo…

leggi tutto
2016
2016

Incidenti stradali

supadany di supadany

Aneddoto, in forma di sproloquio, lungo quasi come un racconto (anche perché in fondo, in parte, lo è); sarà insolito, lo è, ma prima di tutto, in qualche modo forse a me stesso sconosciuto,…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

Anna Paquin e' l'anima di questo film e sarebbe stata meritevole di oscar.E' figlia in una famiglia divisa e' donna volubile di carattere mutevole,provoca un'incidente,falsa i fatti poi ritratta.Una bella pellicola che mostra  i tanti difetti del nucleo famigliare odierno in america.Consigliatissimo.

leggi tutto
Recensione
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti

Recensione

supadany di supadany
6 stelle

Secondo film per Kenneth Lonergan che dopo l’apprezzato “Conta su di me” riesce ancora una volta a dar vita ad una pellicola controversa e non solo per il fatto che abbia visto la luce della sala con un ritardo abnorme rispetto alle riprese e ciò risulta lapalissiano appena si vede Anna Paquin (ma anche nomi di produttori come Anthony Minghella e Sidney Pollack nel frattempo deceduti),…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

gigilapeste40 di gigilapeste40
2 stelle

Film che conferma un detto che si usa(va) dalle mie parti: "manicomio è scritto fuori"! Infatti c'è una tizia che crede di essere la Lolita del nuovo millennio ma è già un po' su di età e se la cagano davvero in pochi malgrado minigonne mozzafiato e accavallamenti di gambe a ogni pie' sospinto. Così mentre sta cercando di adescare l'autista di un bus, quello, distratto, sfracella una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

mck di mck
7 stelle

  Empatia Anestetica.  Leopardiana Foglia Frale (*) canta se stessa per le Street e le Avenue di N.Y.   Lisa piange anche per sé e capisce, finalmente stanca, la donna che sarà. Chissà se quella donna potrà mai capire la Lisa d'allora, se ne avrà anche solo voglia. Riconoscerla. O l'incontrario... Lisa piange...e forse il perché…

leggi tutto
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

bluefalcon di bluefalcon
8 stelle

Da dove nasce il senso di colpa? Ed è per tutti uguale?  Cosa porta una ragazza di 17 anni a dibattersi nell'angoscia ed in una palese voglia di distruggere se stessa e gli altri nella consapevolezza di aver contribuito a causare la morte di una donna travolta da un autobus? Qual'è il limite che separa la verità dalla coscienza della verità, quando si oltrepassano le soglie dell'infanzia…

leggi tutto
Recensione
2012
2012

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

Margaret non è il nome della protagonista. È invece la ragazzina immaginaria a cui lo scrittore inglese Gerard Manley Hopkins si rivolge nella sua poesia Spring and Fall, to a Young Child. Un professore di lettere la recita in classe. E fornisce la chiave di lettura a questa vicenda costruita intorno ad un enorme senso di colpa, e che, però, non è il solito dramma del rimorso. Il conflitto…

leggi tutto

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

La madre fa l’attrice a Broadway, il padre lo sceneggiatore a Los Angeles. Lei, Lisa, ha 17 anni e una vita da normale adolescente privilegiata. Vuole acquistare un cappello da cowboy, di quelli che in Texas si sprecano ma nell’Upper West Side newyorchese sono merce rara. Il conducente di un autobus lo sta indossando, lei lo coinvolge in un dialogo che lo distrae dalla strada. Un semaforo…

leggi tutto
Recensione

Recensione

nickoftime di nickoftime
stelle

Parlare di New York e delle persone che la vivono ogni giorno, descriverne i rapporti senza falsare la distanza che le separa una dalle altre. Un problema di prospettiva che nel cinema diventa anche una questione di sostanza. Il rispetto del dramma vissuto da una città ancora nel terrore per una tragedia epocale si può tradurre nella voglia di narrare la condizione degli uomini e il loro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Uscito nelle sale italiane il 28 maggio 2012
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito