Espandi menu
cerca
Ted

Regia di Seth MacFarlane vedi scheda film

Recensioni

L'autore

axe

axe

Iscritto dal 23 marzo 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 9
  • Post -
  • Recensioni 908
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Ted

di axe
6 stelle

Per un miracolo di Natale, il desiderio di John, un bambino dal carattere introverso e con problemi di socializzazione, si realizza. Il suo orsetto, Ted, prende vita. I due si giurano eterna amicizia, la quale non è turbata dal prevedibile clamore mediatico che si genera intorno alla prodigiosa creatura. Quasi trent'anni dopo, i due sono ancora insieme. John lavora in una ditta di autonoleggio ed è fidanzato con la bella Lori, la quale a stento tollera la presenza dell'orsacchiotto, diventato nel frattempo compagno di "eccessi" dell'amico umano. I due amano passare il tempo bevendo alcolici, facendo uso di droghe leggere e guardando film su film. Nonostante ami John, Lori rimprovera al compagno le sue inconcludenza ed immaturità, ne dà la colpa alla presenza dell'amico, e lo spinge a dover fare una scelta tra l'una e l'altro. A malincuore John tenta di separarsi dall'orsetto, il quale, a sua volta, dopo diverse traversìe, sceglie di farsi da parte per il benessere della coppia. Il corso della vicenda è interrotto, però, dal rapimento della creatura da parte di una stramba famiglia con cattive intenzioni. Lori e John si precipitano al salvataggio; l'evento fa comprendere alla ragazza quanto Ted sia importante, non solo per John, ma anche per lei. Il film, per caratterizzazione dei personaggi ed intreccio, è una commedia sentimentale, con una rilevante variazione sul tema. Il personaggio che copre il ruolo di amico del componente maschile della coppia è un orsacchiotto. Ciò, unito alle caratteristiche della creatura, godereccia, caustica, sempre con la battuta pronta, rende il tono della narrazione divertente e scanzonato. Le sequenze d'azione, inserite nell'ultima parte del film, interrompono una sequenza di eventi tanto plausibile quanto prevedibile. Lui e lei si vogliono bene, ma, mentre l'uno "rifiuta di crescere", lei è proiettata verso il futuro. La reciproca comprensione maturata in conclusione della vicenda assicura il lieto fine. Ben interpretato da Mark Wahlberg il protagonista John, un uomo in bilico tra i miti dell'adolescenza, cui non rinuncia, e la volontà di cambiare; incline all'eccesso, ma costantemente animato da buoni propositi. Nonostante qualche volgarità di troppo, i dialoghi, "brillanti" grazie all'arguzia di Ted, sono interessanti; per chi le apprezza, molte sono le citazioni di film e fumetti del passato. Ciò compensa la scontatezza della trama, della quale comunque apprezzo lo spessore - temevo che l'intero film si reggesse esclusivamente sulla presenza dell'orsacchiotto magico - e la prevedibilià della conclusione, rendendo il film piacevole per tutti, sebbene forse poco adatto ai più giovani.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati