Espandi menu
cerca
Ted

Regia di Seth MacFarlane vedi scheda film

Recensioni

L'autore

will kane

will kane

Iscritto dal 24 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 82
  • Post 6
  • Recensioni 4131
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ted

di will kane
4 stelle

Negli USA è uno dei maggiori incassi dell'anno,e si sta rivelando,anche da noi,uno dei film più visti:"Ted",che rappresenta l'ingresso dalla porta principale nel cinema dei numeri alti del creatore de "I Griffin",cartoon "politicamente scorretto" e di gran successo,è basato su due scommesse vinte,a livello di favore del pubblico.La prima è giocare Mark Wahlberg in versione brillante,e la seconda basare un film su un orso di pezza che ,oltre ad assumere movimenti e parola,è sboccatissimo,si sballa e fa gesti osceni alle ragazze,oltre ad avere misteriosamente happening sessuali con le stesse. Benchè la carta dell'irriverenza,se giocata con coscienza  piena,e coerenza fino in fondo possa risultare alla fine una scelta rispettabile e degna di stima,la commedia diretta da McFarlane,che ha fatto anche da "modello" per l'orsacchiotto birbone,dandogli anche la voce in originale,è irritante,per la volgarità gratuita,l'atteggiamento reazionario di fondo (ma certo,prendersela con "sfigati del ceto medio",dare addosso a chi "a trentacinque anni lavora ancora in un autonoleggio",figuriamoci se non sono idee da condividere...),impugnare il sarcasmo dei repubblicani più ottusi e farne una filosofia di vita,fregandosene di tutto e tutti,oltretutto buttandola anche sul patetico in chiusura,lancia "Ted" tra gli equivoci del grande pubblico più nefasti e assurdi.Non si ride praticamente mai,a meno di non essere di bocca buona  e ridere delle parolacce e degli ammiccamenti demenziali tra Wahlberg ed il suo bizzarro compagno di scena:i riferimenti pop che sicuramente colpiranno la generazione nata intorno al 1970 sarebbero anche potenzialmente gustosi (l'ingresso in scena dell'ex "Flash Gordon" delaurentiisiano,Sam Jones,non è un'idea malvagia),ma si perdono in una celebrazione dell'immaturità quasi offensiva,e,soprattutto,vuota da mettere tristezza.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati