Espandi menu
cerca
Hotel Transylvania

Regia di Genndy Tartakovsky vedi scheda film

Recensioni

L'autore

scandoniano

scandoniano

Iscritto dal 27 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 74
  • Post 18
  • Recensioni 1430
  • Playlist 32
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Hotel Transylvania

di scandoniano
3 stelle

Sopravvalutato cartoon Sony, piatto e con una sceneggiatura flebilissima. Nessuna scena o battuta veramente memorabile. Il successo di pubblico ne ha suggerito un sequel.

Locandina italiana

Hotel Transylvania (2012): Locandina italiana

 

Dopo la morte dell’amata moglie ad opera degli umani, il conte Dracula costruisce un albergo per mostri, l’Hotel Transylvania, dove questi possono vivere tranquillamente (compresa la figlia del conte, Mavis). Al 118° compleanno della ragazza non è più facile tenerla reclusa nel castello, anche perché vi capita per caso anche l’ingenuo e bonario ventunenne Johnny (segni particolari: razza umana!).

 

Mediometraggio Sony Pictures Animation, che conferma quanta differenza ancora ci sia tra questa casa produttrice e i competitor Pixar e Dreamworks. “Hotel Transylvania” è un film che non ha nessun mordente, che si preoccupa soltanto di mantenere alto il ritmo e lasciare che gli stereotipi stridano il più possibile. Manca una storia (a parte 2 o 3 fatterelli di massima: i mostri temono gli umani, la figlia del capo carismatico è segregata per paura di uscire, arriva un umano e i due si innamorano). La sceneggiatura è indecente, se messa a confronto con la concorrenza. Le idee geniali latitano. È tutto molto piatto. Un film decisamente sopravvalutato, che a parte reggere la morale secondo cui non bisogna aver paura del diverso, non riesce a fare altro.

 

scena

Hotel Transylvania (2012): scena

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati