The Grandmaster

play

Regia di Wong Kar-wai

Con Tony Leung Chiu Wai, Ziyi Zhang, Chen Chang, Cung Le, Hye-kyo Song, Siu-Lung Leung, Julian Cheung, Benshan Zhao, Qingxiang Wang Vedi cast completo

In streaming
  • Google Play
  • Wuaki
  • Chili
  • Wuaki
In STREAMING

Trama

Durante gli anni Trenta, lo studio e la pratica delle arti marziali sono prerogativa di una scuola di maestri nei pressi di Foshan, nel sud della Cina. I metodi rigidi e severi imposti agli allievi si scontreranno presto con la ribellione e l’abilità del giovane Ip Man, iniziato alle arti marziali dal maestro Chen Heshun. Quando Ip si confronta in un duello con Gong Baosen, un nobile signore e guerriero desideroso di un ultimo incontro, e ha la meglio, si vedrà sfidato da Gong Er, la figlia di Gong, che desidera ripristinare la reputazione del suo clan a dispetto della misoginia che la circonda e dell'amore che un tempo provava per Ip.

Approfondimento

THE GRANMASTER: NOVE ANNI DI LAVORO

Sei anni di progettazione e tre di lavorazione hanno fatto di The Grandmaster uno dei film più attesi del regista Wong Kar Wai. Ispirato alla vita del leggendario maestro di kung fu Ip Man, The Grandmaster si svolge nella tumultuosa era repubblicana che seguì alla caduta dell'ultima dinastia cinese (la dinastia Qing, al potere dal 1644 al 1911), un momento storico che tra caos, divisioni e guerre, ha segnato l'epoca d'oro delle arti marziali. Girato in una serie di luoghi particolarmente suggestivi che spaziano dai paesaggi innevati della Cina nord-orientale agli scenari subtropicali della parte meridionale, The Grandmaster conta soprattutto sui virtuosismi di alcune delle più grandi star del cinema orientale - Tony Leung, Ziyi Zhang e Chang Chen -, sulle coreografie di Yuen Wo Ping (l'esperto di combattimenti dietro Matrix, Kill Bill e La tigre e il dragone), sulla direzione della fotografia di Philippe Le Sourd e sulla direzione artistica di William Chang Suk Ping e Alfred Yau Wai Ming, collaboratori di lunga data del regista Wong Kar Wai.

IL RITRATTO DI UN MONDO CHE FU

Pur cominciando come la storia di Ip Man, maestro di Bruce Lee e della prestigiosa scuola di kung fu e wing chun di Forshan, The Grandmaster è prima di tutto il ritratto di un'epoca passata e di un mondo ormai perduto e mostra due diverse storie che si incrociano fino a diventare un unico percorso.
Nato nella stessa Forshan, nel sud della Cina, da una famiglia benestante, Ip Man sposa Zhang Yongcheng, la discendente della nobiltà Manchu. Seppur dedito alla sua attività di maestro, Ip Man viene spesso visto presso un elegante bordello che funge da luogo di incotro tra i maestri di kung fu di Foshan e le donne in possesso di  segreti sulle arti marziali. È al bordello che nel 1936, dalla Manciuria occupata dai Giapponesi, arriva il grande maestro Gong Baosen per partecipare alla cerimonia in onore del suo imminente ritiro in pensione.Parte della cerimonia prevede che Gong Baosen sfidi per un ultimo combattimento un uomo più giovane ed ciò porta al primo incontro tra Ip Man e Gong Er, la figlia del maestro Gong.
Con il passare degli anni, l'occupazione giapponese delle aree a nord est della Cina comporta una serie di conseguenze anche nel mondo di Gong ed Gong Er si ritrova a fare una scelta che cambia per sempre il corso della sua vita. Un nuovo incontro tra la ragazza e Ip Man avviene a Hong Kong negli anni Cinquanta. Ip Man, dopo varie vicissitudini e difficoltà, ha aperto una scuola di wing chun a Hong Kong ma vecchie alleanze, antichi rancori e desideri mai appagati sono pronti a tornare fuori da un passato ancora non sepolto.

QUATTRO PERSONAGGI PRINCIPALI E QUATTRO STILI DI KUNG FU DIVERSI

Ripercorrendo quasi quarant'anni di storia cinese, The Grandmaster mette in scena diversi personaggi le cui vite sono destinate a incontrarsi, a incrociarsi e a scontrarsi, sullo sfondo degli eventi che hanno cambiato l'assetto sociopolitico della Cina stessa. A far da linee guida a un racconto in cui si fondono rivalità, tragedie e misteri esotici, sono soprattutto i personaggi di Ip Man e Gong Er.
Ip Man, interpretato da Tony Leung, è affascinato dal kung fu sin da quando è bambino, avviato al combattimento dal maestro Chan Wah-shun. Non pensando prima dei quarant'anni di usare le arti marziali come fonte di guadagno e supportato dalle condizioni economiche agiate della sua famiglia, si dedica al wing chun per passione e mostra spesso le sue abilità in diversi combattimenti che si svolgono a Foshan. Quando però i giapponesi invadono Foshan, Ip Man e la sua famiglia sono ridotti in povertà e costretti a dire addio al loro benessere.Dopo la fine della guerra civile, a causa della sua affiliazione politica, si vede altresì obbligato a lasciare la Cina per trasferirsi a Hong Kong, dove per sopravvivere sfrutta le sue conoscenze sul kung fu e apre una scuola tutta sua, dove avrà tra gli allievi anche il giovane Bruce Lee.
Gong Er, interpretata da Ziyi Zhang, cresce invece in un'importante famiglia nel nord-est della Cina ed è la figlia del maestro Gong Baosen, uno dei più grandi esperti dello stile del Bagua e della mossa delle "64 mani". Seguendo il padre, Gong Er è diventa a sua volta una combattente di grande talento. Essendo una donna, il padre vorrebbe che lasciasse le arti marziali per sposarsi e per diventare medico.
Accanto a loro due, si segnalano anche i personaggio di The Razor, interpretato da Chang Chen, e di Ma San, interpretato da Zhang Jin.
Maestro di combattimento Baji e solitario testacalda dall'aria misteriosa, The Razor è un idealista patriottico che si unisce alle forze di polizia segreta del governa nazionalista. Il suo ruolo è quello di dare la caccia ai traditori, rintracciarli e ucciderli. Dalla feroce reputazione e con un forte codice etico, The Razor lascia la Cina dopo la vittoria dei comunisti nel 1949, trovando accoglienza a Hong Kong e abbandonando per sempre il partito nazionalista.
Maestro del nord della Cina ed esperto di combattimenti Xingyi, Ma San è un discepolo di primo piano del maestro Gong Baosen. Povero orfano educato al valore dell'umiltà, Ma San è però profondamente ambizioso e assetato di ricchezza e potere.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

"The Grandmaster" è la storia di un mondo alla fine, è il racconto della sconfitta di un gruppo di virtuosi che oppone inutilmente al caos della realtà una pratica fondata sul controllo fisico e spirituale del corpo. A partire da questa essenzialità di visione, Wong raggiunge la classicità del suo cinema, che in "The Grandmaster" è coreografato, cupo, squarciato dalla luce, sovraccarico di primissimi piani, step frame, movimenti di macchina, corpi danzanti, particolari, e al tempo stesso è intimo, minimale, capace di racchiudere l’intensità del mélo in una cornice sentimentale trattenuta. Con "The Grandmaster" Wong ha realizzato la sua idea di cinema, la sua elegia per un modo di intendere l’arte, non solo marziale, che non esiste più, mentre la Storia procede per la sua strada a una distanza irraggiungibile.

Commenti (4) vedi tutti

  • Anni '30 in Cina,Film lungo anche troppo condito da sequenze di Arti Marziali e Sentimento ma tutto noioso e il sonno invade i pensieri della Notte ! voto.1.

    commento di chribio1
  • No no,non è un film cinese,ma "mongolo"... Non so se mi sono spiegato!!!

    commento di ILDIODELLERECENSIONI
  • da vedere non come un film d'azione ma come un paio di occhiali attraverso cui vedere le arti marziali orientali con lo spirito con cui sono nate... arte ed artisti marziali appunto.

    commento di gac
  • Splendide Fotografie, Spettacolari scene di lotta. Bel film.

    commento di MiniPuppy
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

amandagriss di amandagriss
8 stelle

C’era una volta in Cina.... Tutto scorre, niente è eterno. Le cose e le persone muoiono prima o poi. Tutto si rinnova, in quanto parte del ciclo naturale della vita. Innaturale, e perciò vano, credere di opporre resistenza. Niente è per sempre. Incluse le tradizioni in cui si riconosce un popolo. Che spesso non sopravvivono ai repentini e traumatici cambiamenti storici. O se lo fanno, ne… leggi tutto

18 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Immorale di Immorale
6 stelle

Il maestro Yip Man sta godendo, nell’ultimo periodo, di una crescente attenzione da parte dell’industria cinematografica: con risultati felici (il primo film di Wilson Yip del 2008), alterni (“Ip Man – The legend is born” del 2010 e “Ip Man - the final fight” del 2013 di Herman Yau) e “criptici” come in quest’ultima fatica del regista… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

ROTOTOM di ROTOTOM
4 stelle

  L’estetica della noia. E’ purtroppo una brutta sorpresa questa fatica di Wong Kar-wai, molto sentita tra l’altro dal grande regista , consapevole di mettere mano ad un importante ambito culturale cinese. La storia delle scuole di arti marziali, di cui il leggendario Ip Man – maestro del leggendario, anche se per motivi cinematografici, Bruce Lee  -  diventerà il maestro… leggi tutto

3 recensioni negative

2019
2019
Trasmesso il 26 aprile 2019 su Rai 4
Trasmesso il 7 gennaio 2019 su Rsi La1
2018
2018
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Trasmesso il 29 aprile 2018 su Rai 4

Recensione

Formaggino di Formaggino
9 stelle

È molto interessante la filosofia cinese del Buddismo e lo studio delle arti marziali. Il Grand Master è un titolo onorifico che viene attribuito non soltanto ad un bravo maestro di Wing tsung quen ma anche ad un ' artista di questa difficile arte marziale che trae spunto proprio dal movimento dell ' energia interiore che ciascuno di noi possiede e che deve imparare a saper guidare…

leggi tutto
Trasmesso il 27 aprile 2018 su Rai 4
2017
2017
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 21 maggio 2017 su Rai 4
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 6 aprile 2017 su Rsi La2
2016
2016
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2015
2015

Recensione

fra_paga di fra_paga
7 stelle

La sceneggiatura zoppicante, certamente non all'altezza della messa in scena (maestosamente perfetta), priva quest'opera dell'appellativo di "capolavoro". La storia è quel che è... la lineare semplicità viene malamente arzigogolata da una scrittura morbosamente contorta in inutili ramificazioni della trama. Ma la regia è un qualcosa di straordinario. Le immagini…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
8 stelle

La vita e la figura di Yip Man sono stati fonte di ispirazione di diversi film tra cui Grandmaster del regista hongkongese Wong Kar Wai. Nella cultura di massa il maestro d'arti marziali protagonista di queste pellicole è divenuto nel tempo una sorta di eroe nazionalista per i cinesi: si schierò infatti apertamente contro i collaborazionisti del governo fantoccio nel corso della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti

Recensione

AndreaVenuti di AndreaVenuti
9 stelle

The Grandmaster è un film di Hong Kong del 2013 e segna il ritorno in patria, dopo la parentesi americana con My Blueberry Nights del 2007, del maestro Wong Kar Wai; film in esame ha riscosso all'unanimità ottimi pareri e lo dimostrano i ben 12 Hong Kong Awards su 14 nomination (tra cui segnalo miglior film, regia e sceneggiatura). Con questo film Wong, maestro indiscusso…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito