Espandi menu
cerca
Contagion

Regia di Steven Soderbergh vedi scheda film

Recensioni

L'autore

miss brown

miss brown

Iscritto dall'11 agosto 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 17
  • Post 2
  • Recensioni 225
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Contagion

di miss brown
4 stelle

Ho visto CONTAGION  e non mi è piaciuto, perché? rimuginavo sul tram tornando a casa. Poi un'illuminazione: ho rifatto il cast.
Shannen Doherthy al posto di Gwynet Paltrow, la moglie fedifraga nonché paziente zero. John Corbett al posto di Matt Damon, marito tradito e padre affettuoso, uomo comune sballottato dagli eventi. Dana Delaney al posto di Kate Winslet, virologa di Atlanta ed eroica vittima dell'epidemia. Joe Lando al posto di Jude Law, petulante blogger accusatore in pubblico e profittatore in privato. Bruce Boxleitner al posto di Lawrence Fishburne, responsabile delle ricerche sul virus. Mimi Rogers al posto di Jennifer Ehle, la prode virologa che si inietta l'antidoto quando è ancora sperimentale. Catherine Bell al posto di Marion Cotillard, ricercatrice solidale con le vittime, e così via.
Dopodiché bastava rovistare nella spazzatura della sala di montaggio (o meglio nel cestino del computer, visto che il film è stato girato in digitale) e recuperare una mezz'ora di scarti per arrivare ai fatidici 135 minuti et voilà: ecco pronta per voi siore e siori una fantastica miniserie in tre puntate da 45 minuti l'una (+ la pubblicità per arrivare a un'ora), di quelle belle catastrofiche, a base di uragani, eruzioni vulcaniche, terremoti, meteoriti impazziti e quant'altro che recuperano star tv un po' appannate e che Canale5 ci propina ogni estate in puntata unica giusto per riempire i palinsesti. Sicuramente più economica di un film di costosissime star utilizzate per scene di pochi minuti ognuna (Gwineth Paltrow e Elliott Gould non più di 3 minuti su 2 scene), puntigliosamente quanto inutilmente girato in location originali anziché ricostruite, per un risultato proprio per niente brillante.
Il commento generale all'uscita era: molto meglio
VIRUS LETALE! quello del '95 di Wolfgang Petersen con René Russo e Dustin Hoffmann virologi, Morgan Freeman generale "buono" e Donald Sutherland strepitoso generale cattivissimo. Sono d'accordo, molto meglio un onesto action all'antica di questa catastrofe esangue e noiosetta.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati