Espandi menu
cerca
Miracolo a Le Havre

Regia di Aki Kaurismäki vedi scheda film

Recensioni

L'autore

jonas

jonas

Iscritto dal 14 gennaio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 163
  • Post -
  • Recensioni 2708
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Miracolo a Le Havre

di jonas
8 stelle

Ennesimo incontro fra reietti istintivamente solidali: il Marcel Marx di Vita da bohème (1992), che si è trasferito a Le Havre e ha anche trovato moglie, aiuta un ragazzino gabonese a raggiungere la mamma a Londra sfuggendo ai poliziotti sguinzagliati a caccia di clandestini. Parallelamente c’è la storia di una malattia e di una guarigione inspiegabile, c’è un commissario che sembra il Javert de I miserabili ma poi dimostra di avere un cuore (il personaggio più interessante), e un cameo di Léaud che deve essersi divertito un mondo a fare il persecutore di bambini innocenti. Godibile, commovente a suo modo, ma leggermente inferiore alle ultime prove di Kaurismäki: non so quanto giovi al suo cinema amabilmente surreale un’immersione così esplicita nei problemi del mondo contemporaneo. Il titolo italiano, per quanto possa legittimamente far storcere il naso ai puristi, individua con correttezza il referente diretto nel De Sica di Miracolo a Milano (oltretutto il protagonista fa il lustrascarpe come i bambini di Sciuscià). Un film da usare come terapia Ludovico nei raduni leghisti.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati