Melancholia

play

Regia di Lars von Trier

Con Kirsten Dunst, Charlotte Gainsbourg, Kiefer Sutherland, Charlotte Rampling, John Hurt, Alexander Skarsgård, Stellan Skarsgård... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Amazon Prime Video
  • Chili
  • RakutenTv
  • Google Play
In STREAMING

Trama

Dopo il ricevimento di nozze di Justine (Kirsten Dunst), questa cade in depressione e la sorella Claire (Charlotte Gainsbourg) la assiste. Intanto un misterioso pianeta minaccia di entrare in collisione con la Terra.

Note

Lars von Trier mette in forma, nuovamente, dopo Antichrist, la sua melanconia: per Freud lutto eterno, impossibile da elaborare. Rivolto contro se stessi. E lo fa con un’opera che annuncia l’Apocalisse sin dalle prime inquadrature, tableaux vivants che sono un memento mori di impressionante forza pittorica, sulle note del Tristano e Isotta, un riassunto di ciò che accadrà. Ovvero un kammerspiel stilizzato, sfrontato e dolorosissimo, se si è disposti ad accettare l’idea di cinema dell’autore. Se non si chiede al cinema di adeguarsi alla propria visione, se gli si concede di dare fastidio. Perché Melancholia travolge i limiti che si pone (il finale ineluttabile, il montaggio cubista, i personaggi caricaturali, l’abituale schema antiborghese). Perché questo è un esempio altissimo di opera visceralmente espressionista ed esistenzialista, che violenta l’ironia imperturbabile del Cinema Post Tutto e lotta per dare forma a un sentimento. Chapeau.

Commenti (16) vedi tutti

  • I limiti della scienza, incapace di attrezzarci ad affrontare la morte, poiché non fa che accrescere la nostra hybris, allontanando da noi la coscienza della nostra fragilità e della nostra solitudine.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Bisogna essere completamente folli per non impazzire una volta messi di fronte al concetto di morte: da questo PdV i depressi sono le persone più sane dell'universo. Ma la vita se ne frega, e l'infezione - il cui scopo è rendere l'universo stesso auto-cosciente attraverso miliardi di miliardi di sensori (noi), tutti sacrificabili - è inestirpabile.

    leggi la recensione completa di mck
  • https://www.filmtv.it/imgbank/GALLERYXL/ME/04525110.jpg

    leggi la recensione completa di MarcoSorrentino85
  • Mai prima di questo film m'era capitato di essere contento di vedere il sole e il mondo, una volta uscito dal cinema. Straordinario!

    commento di Marsil_Claritz
  • L'inizio è in stile The Tree of Life, che guarda caso è uscito lo stesso anno... La melancholia è assolutamente ben narrata, ma il tutto è davvero noioso. Macroscopici errori di astrofisica... un pianeta... ruota. Voto 4+.

    commento di Brady
  • No. Un film lento, noiosisimo, senza alcun costrutto, pretenzioso. Forse lo rivedrò, perchè ho sempre dei dubbi quando il mio giudizio diverge da quello della maggioranza, con riserva di confermare.

    commento di Zarco
  • Film importante

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Lo definirei un film post-esistenzialista. L'apocalisse dei sentimenti (prima parte), è tout court l'Apocalisse (seconda parte). E la speranza (o meglio, la mancanza della disperazione), non appartiene assolutamente agli scienziati, ma a chi è abituato al buio, o a chi non ha ancora pienamente visto la luce. Voto 7.

    commento di ezzo24
  • Uno dei miei film preferiti. Poetico,affascinante, tetro e apocalittico. Trier è un artista e questa opera dovrebbe essere nella videoteca personale di un amante del cinema. Trier, gira benissimo questo film d'autore, l'inizio e la fine sono un qualcosa di incredibile.eccelsa la fotografia e il montaggio, così come la recitazione. Voto 9

    commento di LucaJazz94
  • Qui von Trier prova ad esplorare il pianeta del disagio esistenziale, una delle malattie endemiche del presente. Lo fa, mettendo in scena l’apocalisse con una sensibilità e uno stile intenso e controllato che gli consente di toccare i vertici della percezione emozionale e di determinare un malessere profondo anche in chi osserva dalla sala.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Ecco qui la mia analisi completa: https://mgrexperience.wordpress.com/2016/07/22/melancholia-di-lars-von-trier/

    commento di MrGiov7
  • Poco efficiente nell'espletare in maniera persuasiva tutte le esiziali, ansiose vicissitudini degli apprensivi personaggi, e consapevolmente astruso nella forma, "Melancholia" offre altresì un'istrionica, intrigante interpretazione "sui generis" di Kirsten Dunst. Non per tutti.

    commento di Stefano L
  • Assurdo, disturbante e sconvolgente, praticamente un tipico film di Von Trier!!

    commento di ultrapaz
  • Avvicinati, mi chiamo Ophelia e il mio letto è acqua purissima. Sdraiati al mio fianco e non temere, il freddo svanirà e presto potrai riposare.

    commento di michel
  • ECCEZIONALE COME SAGGIO DI BRAVURA DEL REGISTA:PECCATO LA RIPRESA A "spalla" COME AL SOLITO MA SPLENDIDA LA SINFONIA.

    commento di fralle
  • Il film in generale è il testamento di Steve Jobs.

    commento di seminarista
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
10 stelle

Qualche tempo fa, accingendomi a scrivere sul sito il mio personale pensiero su Antichrist, la precedente, sofferta fatica cinematografica di Lars Von Trier, partii da un’analisi più generale che credo valga la pena riprendere quasi integralmente pure in questa occasione, poiché mi sembra che poco sia cambiato riguardo a ciò che avevo evidenziato allora, e che il discorso resti di… leggi tutto

71 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

callme Snake di callme Snake
6 stelle

Saturno e la melancholia. Melancoliche visioni di morte. Pianeti in rotta di collisione e un'inevitabile schermo nero (a nessuno mancherà la razza umana, tantomeno il cinema). Colta (ri)elaborazione iconografica che ha le sue radici nella culla della cultura occidentale stessa, passando obbligatoriamente per l'arte rinascimentale nordica. Un ennesimo personaggio in bilico tra cielo e terra,… leggi tutto

17 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

lao di lao
4 stelle

LE TURPITUDINI DEI FAGIOLI Nella festa di nozze che si svolge in un elegante castello in Svezia con ben 18 campi da golf gli organizzatori si inventano un gioco: mettono dei fagioli in una bottiglia e i partecipanti alla cerimonia devono indovinarne il numero.  Il matrimonio celebrato però va a monte nel giro di qualche ora e alla fine  quanti fagioli contenesse la bottiglia resta un… leggi tutto

18 recensioni negative

2020
2020

Recensione

laulilla di laulilla
9 stelle

    Melancholia è  il nome di un enorme pianeta che sta dirigendosi verso il nostro mondo che, infatti, ne verrà inghiottito. Non credo, dicendo questo, di rivelare alcunché, né di togliere il piacere che deriva dalla visione del film, perchè è lo stesso regista che quasi subito ci rappresenta l’urto fra i due astri in una scena…

leggi tutto
2019
2019

Recensione

axe di axe
7 stelle

Il momento dell'apparizione di un corpo celeste sconosciuto coincide con lo svolgimento di una cerimonia nuziale, che si tiene in una prestigiosa dimora di campagna abitata da Claire, con la sua famiglia; la felicità dei partecipanti, e, soprattutto quella della sposa, Justine, sorella di Claire, però, è solo apparente. Il matrimonio rimane senza futuro, e la donna cade in…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

La danza della realtà

jasonlavey666 di jasonlavey666

La danza della realtà, ovvero l'espressione dell'Io e dell'Es. No, non la biografia di Alejandro Jorodowsky – il mio concetto vorrebbe definire una condizione interiore, e spesso un forte…

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

MarcoSorrentino85 di MarcoSorrentino85
8 stelle

Già dalle primissime immagini, accompagnate da uno straordinario sottofondo musicale di Wagneriana memoria, si evince tutta l' epica (auto)distruttiva di un mondo che crolla su sé stesso ancor prima che un pianeta entri in rotta di collisione con lui. Musica maestosa, intensa, vibrante, unita ad immagini di rara bellezza ed eleganza. Viene mostrata fin da subito una…

leggi tutto
2018
2018
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 18 febbraio 2018 su Cielo
2017
2017
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

Malpaso di Malpaso
8 stelle

Lars Von Trier apre Melancholia con una serie di tableaux vivants che sono anche una dichiarazione d'intenti. Più che scavo intimista, un'esplorazione del sentimento. L'irrequieta camera a mano studia le forme e le espressioni dei personaggi e il montaggio anarchico subordina la linea narrativa ad una che si potrebbe definire emotiva. Un finale potente, aggressivo e allegorico,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito