Espandi menu
cerca
Womb

Regia di Benedek Fliegauf vedi scheda film

Recensioni

L'autore

zombi

zombi

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 98
  • Post 14
  • Recensioni 1657
  • Playlist 277
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Womb

di zombi
6 stelle

è un film molto bello questo "womb", molto bello da vedere e di sicuro sulla fotografia e sui paesaggi non c'è assolutamente niente da ridire. anche sulla concezione di un futuro di domani, non troppo lontano da noi, aiuta a confondere e ad inquietare insieme allo sguardo da fattucchiera di eva green e a quello da alieno di matt smith, ma la trama e il messaggio s'ingarbugliano un pò lasciandomi a volte un pò.... distratto. ci si distrae un pochino, nel secondo tempo quando rebecca(green), la storia e lo spettatore giungono al punto cruciale e i sentimenti si intorpidiscono al punto giusto dove lo spettatore comincia a sospettare da tempo che si debbano intorpidire. purtroppo il gioco di triplice incesto prende una piega dannatamente anni novanta alla joe eszteras, con quel titillamento impudico che ci si dispiace di vedere nel momento in cui lo si sta vedendo e che per quanto mi riguarda non ci voleva proprio. il film era stato basato su dei toni piuttosto sospesi. un'amicizia infantile che a distanza di anni si stava trasformando in una storia d'amore totale, grazie ai set naturali spettacolari, da fine del mondo e che invece sìinterrompe bruscamente. fa capolino la fantascienza distopica, ma ancora non guasta, anzi il tutto è come si ammantasse ancor di più di quella luce cenerina degli scrosci d'acqua atlantici e dello sguardo di eva green una delle donne più belle apparse di recenti sugli schermi che ha lo sguardo adatto per interpretare la rebecca del film di fliegauf. eva green è la ragazzina, la donna, la moglie, la madre e l'amante ideale per irretire le sensazioni più disparate. non per niente burton l'ha scelta per interpretare la fattucchiera che tormenta barnabas collins, anche se purtroppo quel personaggio a volte fa capolino a sproposito in questo. ci voleva secondo me una produzione meno mitteleuropea che mirasse a più mercati possibili, e una produzione più locale che non temesse il (mancato) ritorno economico(????) e che disdegnasse la caduta inevitabile(??) in un certo softcore necessario per perpetuare la maledizione di rebecca, almeno fino a che lei riesca ad essere feconda.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati