Trama

Il 3 gennaio del 1889 Friedrich Nietzsche uscì dalla porta del numero 6 di via Carlo Alberto, a Torino, e vide un vetturino malatrattare il cavallo del suo tiro che rifiutava di muoversi. In Nietszche, a quella vista, si ruppe qualcosa dentro: corse ad abbracciare il cavallo piangendo e precipitò nella follia, da cui non si sarebbe più ripreso.Del cavallo poi non si è saputo ovviamente più niente. La sua storia ce la racconta questo film che segue la vita del vetturino, della sua figlia e quella - naturalmente - dell'animale.

Commenti (5) vedi tutti

  • La Fine del Mondo (meglio: dell'Umanità)? Pensavo peggio. Spoiler (sulla Vita): muoiono tutti, alla fine.

    leggi la recensione completa di mck
  • Decisamente al di là delle mie possibilità di spettatore. Ho abbandonato dopo venti minuti. Ma davvero qualcuno l'ha visto tutto?

    commento di andenko
  • tre ore di piani sequenza tra una brughiera battuta dal vento e tra un padre con figlia che si cibano di patate lesse per giorni,mesi,anni....ma si puo'campare solo di patate....boh....autolesionista e forse affascinante...

    commento di ezio
  • L'ultimo film di Bela Tarr si fa latore di un messaggio apocalittico che certamente arriva a destinazione. Peccato solo per un ritmo talmente stanco da appesantirne oltremodo la visione.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Voto 5. [28.06.2012]

    commento di PP
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

kikisan di kikisan
10 stelle

Difficilmente guardo i film al momento della loro messa in onda; normalmente ho l'abitudine di registrarli con l'intento di vederli quando ne ho voglia, il tempo, nonchè - eventualmente - per poterne sospendere la visione e riprenderla in seguito. Nella notte di venerdì "Fuori Orario" ha trasmesso in anteprima "Il cavallo di Torino" di Bela Tarr ed essendo un ammiratore del "molto particolare"… leggi tutto

26 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

marcopolo30 di marcopolo30
5 stelle

Ho terminato la visione (24 ore dopo averla iniziata...) con un groppo in gola. Il messaggio del film, a dir poco apocalittico, è arrivato eccome. Quindi quest'opera oltremodo laconica una qualche emozione (pure forte) la comunica. Questo nonostante il metronomo resti inchiodato su 'tempi geologici' dalla prima all'ultima scena. È una scelta ben precisa, lo so, se si fosse adottato… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

LAMPUR di LAMPUR
2 stelle

Mi accomodo in poltrona per vedermi Béla Tarr, o essere visto da lui, chissà. M’interrogo sullo spirito col quale approcciarsi a tali opere. E forse cado già in errore. Cercando un approccio dove il film destruttura la visione e smantella gli archetipi. O perlomeno tenta. Low budget mi dicono, pale di elicotteri per simulare ventoso turbine perenne, leggo. E tempi dilatati. … leggi tutto

3 recensioni negative

2020
2020

I migliori film del decennio

Fauves di Fauves

Salve utenti di Filmtv.  Ho deciso di stilare una lista di quelli che, a mio parere, sono i migliori film del decennio appena trascorso (2010-2019). Non si tratta assolutamente di una classifica, i film sono…

leggi tutto
2019
2019

Semplessità.

mck di mck

Una sedicenne borghese (diciassette anni dopo una dodicenne, Severn Cullis-Suzuki) e l’ufficio stampa di una Corte Costituzionale dialogano e sentenziano occupando un vuoto legislativo e chiamando in causa la…

leggi tutto
2018
2018
2017
2017
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

EvilDevin87 di EvilDevin87
10 stelle

3 Gennaio 1889, Piazza Carlo Alberto a Torino. Friedrich Nietzsche, nel vedere un cocchiere fustigare il proprio cavallo immobile, ferma l’uomo, abbraccia singhiozzante la bestia e poi perde conoscenza. Quale sia stato poi il destino del celebre filosofo si sa. Ma che ne fu di quel cavallo e del suo cocchiere? Béla Tarr prende questo piccolo dubbio come punto di partenza e ci…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito