Espandi menu
cerca
A Natale mi sposo

Regia di Paolo Costella vedi scheda film

Recensioni

L'autore

IlGranCinematografo

IlGranCinematografo

Iscritto dal 30 luglio 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 27
  • Post 4
  • Recensioni 398
  • Playlist 35
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su A Natale mi sposo

di IlGranCinematografo
5 stelle

Massimo Boldi

A Natale mi sposo (2010): Massimo Boldi

 

Per il Natale 2010, Massimo Boldi unisce due rodati filoni natalizi (quello da lui stesso brevettato del matrimonio esotico e quello del classico cinepanettone sulla neve) delegando la regia a Paolo Costella. Velo pietoso sul cast: a parte l'accoppiata Boldi-Vincenzo Salemme (che fa di quando in quando sorridere), Elisabetta Canalis non conosce il minimo significato del verbo "recitare", Enzo Salvi è becero sino al pruriginoso e Nancy Brilli e Massimo Ceccherini alla lunga danno fastidio. E il copione, steso dal regista con Gianluca Bomprezzi ed Edoardo Falcone, non tiene per tutta l'ora e mezza e soffre degli orridi rimasugli de “La fidanzata di papà” (2008) (la discutibilissima e brutta trovata della menta/marijuana). Se lo si guarda di per sé, è perciò un film sciatto e tranquillamente dimenticabile, ma come "prodotto usa e getta" surclassa in gradevolezza il ben più gretto concorrente “Natale in Sudafrica” (2010).

Colonna sonora di Riccardo Eberspacher. Tra le varie canzoni (tra cui “California Gurls” di Katy Perry), quella dei titoli di coda (“This is Christmas”) è inedita ed è cantata da Jacopo Sarno, anche interprete.

Bollino GIALLO — Film PASSABILE — 5

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati