Espandi menu
cerca
Danza macabra

Regia di Sergio Corbucci, Antonio Margheriti vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 137
  • Post 16
  • Recensioni 9120
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Danza macabra

di mm40
6 stelle

Horror romantico, nel senso più ampio del termine, con un sapiente uso della suspence ed un tocco di erotismo (davvero spolverato e nulla più) che non guasta. Un film che a fatica potrebbe credersi italiano e che infatti il regista (Antonio Margheriti) e l'intero cast scelgono di firmare sotto pseudonimi anglofoni. Margheriti diventa così Anthony Dawson, gli sceneggiatori Gianni Grimaldi e Sergio Corbucci assumono le identità di Jean Grimaud e Gordon Wilson jr.; fittizi perfino i nomi dei collaboratori alla realizzazione nei titoli di testa. Giustamente viene citato Edgar Allan Poe, poichè le atmosfere della pellicola sono quelle di un suo cupo racconto, che offre il soggetto per il film; gli interpreti sono tutti azzeccati: il protagonista George Riviere, le due bellezze Barbara Steele (l'incantevole Gloria in 8 e 1/2, poi specializzatasi in ruoli horror) e Margarete Robsahm (appena diventata signora Tognazzi, sebbene lo rimarrà per poco - come per poco rimarrà attiva come attrice), l'Edgar Allan Poe affidato a Silvano Tranquilli. L'incubo - poichè questa storia, fondamentalmente, altro non è - non poteva che vivere in bianco e nero: efficace la fotografia di Riccardo Pallottini (Richard Kramer). Margheriti girerà pochissimi anni dopo un remake, intitolandolo Nella stretta morsa del ragno (1971). Appropriatamente evocative le musiche di Ritz (sic) Ortolani. 6/10.

Sulla trama

Uno scettico giornalista viene invitato a trascorrere la notte fra il primo ed il due novembre nel maniero - abitato dai fantasmi, secondo le leggende - di un galantuomo inglese. Accetta, ma dovrà pentirsene...

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati