Espandi menu
cerca
Il discorso del Re

Regia di Tom Hooper vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 212
  • Post 21
  • Recensioni 1445
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il discorso del Re

di steno79
8 stelle

È un buon film, non perfettamente riuscito, ma che si guarda con piacere. Regge bene il confronto con "The queen" di Stephen Frears girato pochi anni prima. La storia di re Giorgio VI è vista sotto l'angolo inedito della balbuzie, che a dire il vero è stata un po' esagerata rispetto alla realtà, ma funziona egregiamente sullo schermo nel proporci un personaggio vivido e tormentato, molto in linea con le caratteristiche del tipico  (anti)eroe novecentesco. Il rapporto con il logopedista Lionel Logue è il fulcro della pellicola, e in questa terapia piuttosto bizzarra dove non mancano un po' di parolacce lo sceneggiatore Seidler e il regista Hooper hanno costruito una dinamica relazionale compiuta ed efficace, se si accettano le numerose licenze poetiche con la realtà (in caso contrario potra' sembrare abbastanza furbetto). Magistrale l'interpretazione di Colin Firth, certamente una delle sue migliori, meritatamente premiata con l'Oscar, mentre si difendono altrettanto bene Geoffrey Rush nel ruolo del dottore australiano e Helena Bonham Carter come moglie del futuro re d'Inghilterra, a cui sono riservate le scene più leggere. Non tutti i personaggi minori però sono ritratti con lo stesso acume, il fratello di Bertie Edoardo VIII e la moglie Wally Simpson sono visti con una certa antipatia un po' di parte, cosi' come le implicazioni storico-politiche non sempre sono impeccabili (le affermazioni del padre morente sulla monarchia come business sembrano messe troppo ad uso e consumo del pubblico mainstream). La regia sa mantenersi al servizio degli attori, evitando svolazzi superflui, ed è una regia volutamente classica anche quando ricorre agli obiettivi grandangolari nelle scene di interni fra Bertie e Lionel che deformano le prospettive per suggerire il tumulto interiore del sovrano. Superiore alla media dei film premiati con l'Oscar, ha avuto un eccezionale riscontro di pubblico internazionale e la regina Elisabetta in persona gli ha dato la sua benedizione. Voto 8/10 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati