Espandi menu
cerca
Il discorso del Re

Regia di Tom Hooper vedi scheda film

Recensioni

L'autore

tobanis

tobanis

Iscritto dal 21 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 25
  • Post 15
  • Recensioni 2266
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il discorso del Re

di tobanis
8 stelle

Come è noto, questo film ha vinto l’Oscar, giocandosela con The social network. E in effetti, se la giocano, sono entrambi bei film, anche se forse io direi che lo sconfitto è per un piccolo gradino, superiore. Bello comunque anche questo, da guardare. Narra le vicende del papà della Regina Elisabetta d’Inghilterra, re a sua volta, di come salì inaspettatamente al trono e del suo grosso problema di balbuzie. Ma in realtà questo film è la storia di un’amicizia, la storia di due uomini, il re e il tipo che cercò di guarirlo (peraltro con bei risultati). Il resto, va detto, è contorno. Il discorso del titolo è quello che viene fatto alla fine del film, all’entrata in guerra, per infondere coraggio alla nazione tutta.
Protagonisti Colin Firth e Geoffrey Rush, entrambi al top delle loro possibilità. Ottimi tutti gli altri attori di contorno, a cominciare da Helena Bonham Carter, qua la moglie di Firth, e insomma la Regina Madre, no, la vecchia che è morta qualche anno fa, e che anche da vecchietta era forte. Che dire, classico gran bel film, io sarei tra un 8 e un 9, va consigliato e visto. Avercene. Non un capolavoro, e magari deboluccio in alcuni piccoli punti, ma se si critica troppo questo film, allora agli altri andrebbe bruciata la pellicola (a molti altri). Ok, si gira quasi solo in digitale, allora si sta poco a cancellare i file, no?
Oscar alla regia (Hooper, in precedenza in pratica solo tv, anche se dicono che Il maledetto United sia buono), al film, a Colin Firth e alla sceneggiatura. Altre 8 nomination, tra cui a Rush e alla Bonham Carter. Il film ha avuto un costo ridicolo, segno che forse nessuno ci credeva, ma una grande chimica scorre forte in questo film, da chi l’ha scritto a chi lo dirige a chi lo interpreta, e al botteghino è stato un successo pauroso, dato che ha incassato 30 volte le spese. Anche in assoluto è stato un successone, poiché sfiora l’ingresso nei primi 100 film di sempre.

Sulla colonna sonora

Grande musica classica

Su Tom Hooper

Complimenti

Su Guy Pearce

Antipatico il giusto

Su Helena Bonham Carter

Qua "normale" ed è un successo

Su Colin Firth

Straordinario

Su Geoffrey Rush

Straordinario

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati