Espandi menu
cerca

Trama

Upin, fotoreporter indiano, immortala in uno scatto innocente il seno nudo di Gangor che allatta il figlio. Per la donna, quella foto si rivela un disastro, che la marchia inesorabilmente. Nello scandalo che ne deriva Gangor resta sola, indifesa contro le violenze perpetrate dagli uomini del villaggio.

Note

È un genere preciso, consapevole, difficile, quello che Spinelli rincorre e cerca di dispiegare al meglio delle possibilità (alludendo persino a Professione: Reporter di Antonioni). In quanto genere, anche codificato: videointerviste in stile inchiesta, sottotitoli per i dialetti, macchina a mano, senza mai rinunciare alla cura della fotografia  e del montaggio  Ma anche della narrazione: un percorso circolare, semplice, dimostrativo, che sottintende teorie semiotiche per scatenare il cortocircuito tra punto di vista borghese e realtà sottoproletaria rurale, e il paradosso tra visibilità e verità.                     
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

ezio di ezio
6 stelle

Il film di per se non e' male,per esempio lo sfondo (un po' sfruttato) dell'india e' sempre interessante.Dove cede un po' e' la storia sulla condizioni della donna che rimane un po' pasticciata,poco drammatica e stereotipata.Il finale ,un po' monco termina su un processo per stupro sulla protagonista che non si sa come va a finire.Sufficiente. leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

In concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2010, un film nato dall’incontro tra il regista (anche teatrale) e documentarista Italo Spinelli – innamorato dell’India, nonché direttore del Festival Asiatica Film Mediale di Roma – e la scrittrice Mahasweta Devi (1926), attivista a favore dei gruppi tribali (che in India corrispondono a circa 90 milioni di persone). In… leggi tutto

1 recensioni positive

2012
2012

Per le nostre amiche indiane

yume di yume

“Attento quando fai piangere una donna, poiché Dio conta le sue lacrime. La donna fu creata da una costola dell’uomo, non dai piedi per essere calciata, neanche dalla testa per essere superiore, ma di lato per…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

ezio di ezio
6 stelle

Il film di per se non e' male,per esempio lo sfondo (un po' sfruttato) dell'india e' sempre interessante.Dove cede un po' e' la storia sulla condizioni della donna che rimane un po' pasticciata,poco drammatica e stereotipata.Il finale ,un po' monco termina su un processo per stupro sulla protagonista che non si sa come va a finire.Sufficiente.

leggi tutto
Recensione

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

In concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2010, un film nato dall’incontro tra il regista (anche teatrale) e documentarista Italo Spinelli – innamorato dell’India, nonché direttore del Festival Asiatica Film Mediale di Roma – e la scrittrice Mahasweta Devi (1926), attivista a favore dei gruppi tribali (che in India corrispondono a circa 90 milioni di persone). In…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 7 febbraio 2011
2010
2010
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito