Espandi menu
cerca
Il calabrone verde

Regia di Michel Gondry vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mc 5

mc 5

Iscritto dal 9 settembre 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 118
  • Post 1
  • Recensioni 1059
  • Playlist 57
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il calabrone verde

di mc 5
4 stelle

Michel Gondry, questa me la lego al dito. Uno dei miei registi più cari ha realizzato un film detestabile. Un fallimento pressochè totale. La sola scusante (ma molto relativa) è che per la prima volta Gondry non maneggia il frutto della sua arte ma dirige un film su commissione. Non c'è bisogno di star qua a dire quanto tutti abbiamo amato quel capolavoro chiamato "Se mi lasci ti cancello". Io poi ho adorato anche "L'arte del sogno" con una Charlotte Gainsburg di una soavità quasi insostenibile. E mi sono perfino divertito nel vedere Mos Def e Jack Black, entrambi stampalati protagonisti dell'originalissimo "Gli acchiappafilm". Ovvio dunque che un film come questo era l'ultima cosa che mi aspettavo dal Giovane Maestro. Baracconata adolescenziale generosa di effetti speciali (peraltro non clamorosi), accompagnata da un 3D di quelli posticci e inutili. Volendo sintetizzare: una cagata pop. Gondry si trova a dirigere (questa è la verità) una commedia lontanissima dalle sue corde. E si vede. Infatti del suo spirito c'è poco e nulla, mentre c'è praticamente tutto di quel cialtrone di Seth Rogen. Un tipo che io detesto da sempre. E non nego che alla base di questa antipatia possa giocare un discreto ruolo il conclamato sodalizio artistico di Rogen con quella che è una delle mie "bestie nere del cinema": il vomitevole Judd Apatow. Ah sì, perchè non ho detto ancora la cosa più importante: quel cazzone di Seth Rogen ha addirittura scritto la sceneggiatura! Qualcuno lo fermi per favore, che quest'uomo ha un tocco di cattivo gusto ineguagliabile. E i dialoghi? Certi duetti tra il protagonista e il suo assistente sono insostenibili per cretinaggine (fatta salva la possibile responsabilità di chi ha curato la versione doppiata). Coloro che (come il sottoscritto) ama(va)no quel mix di sofisticato e intimamente naif che caratterizzava il delizioso cinema di Gondry, usciranno dalla sala imprecando. Ma -attenzione- anche chi ama il cinema dei super eroi, non gradirà, trovandolo troppo parodistico e scombiccherato. Allora, a chi piacerà questo film? Temo solo a quei ragazzini che non si perdono (a prescindere) qualsiasi "cosa" richieda l'utilizzo dei famigerati occhialini. Quel che so di certo è che ad appena un paio di settimane dall'uscita, il film è stato già smontato in molte sale. Il cast. Seth Rogen lo ignoro (e lui sa perchè). Jay Chou interpreta il partner orientale conferendogli scarsissimo carisma. James Franco gigioneggia grottescamente. Cameron Diaz sembra capitata nel film sbagliato. Christoph Waltz ce la mette tutta a riproporre la solita maschera luciferina ma stavolta con risultati discutibili. Insomma un cast deludente. Con una sola fulgida eccezione: il superlativo Tom Wilkinson, magnifico attore "vecchio stampo", uno di quelli che oggi "non ne fanno più". Film da dimenticare. Ma per Gondry, nonostante tutto il male che ho detto, una porticina nel mio cuore di cinefilo è sempre aperta. A patto però che non faccia più passi falsi.
Voto: 4

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati