Espandi menu
cerca
The Bunker

Regia di Rob Green vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mmciak

mmciak

Iscritto dal 3 settembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 56
  • Post 9
  • Recensioni 2568
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Bunker

di mmciak
8 stelle

"The Bunker" diretto nel 2001
da Rob Green,devo dire che mi
è piaciuto.

La storia si svolge al confine tra Belgio e Germania,
durante la seconda guerra mondiale
nel 1944, e racconta un piccolo
gruppo di soldati tedeschi che
sopravvive a un attacco dell'
esercito americano,e si rinchiudono in un
bunker per proteggere la posizione guadagnata.

Circondati dai nemici,con poche munizioni
e generi alimentari,decidono di esplorare la labirintica
ragnatela di tunnel situata nei sotterranei,
cercando una plausibile e insperata via di fuga,
e con il dubbio della leggenda raccontata
dal più anziano.

Il Film è una Produzione Inglese e si
può definire un "War Movie" inconsueto
per la miscela Horror che contamina tutto
il complesso,sfiorando il Modello "Carpenteriano".

La storia comincia che questi soldati trovano un
Bunker e trovano un vecchio e un ragazzo,
che difendono la posizione,
finché quest'ultimo svela che la via d'uscita
potrebbe essere nel Tunnel sotto,
e per questo cominciano dei rapporti tesi
fra di loro con l'obbiettivo di andarci.

Però il vecchio racconta l'esistenza di una
maledizione che c'è in quel
luogo,raccontando di un fatto
avvenuto in passato,dove persone dapprima amiche
si erano uccise tra di loro,
e pensano che è un modo per fagli
stare lontano ma la tentazione è troppo forte.

Insomma i soldati si ritrovano a combattere oltre
che dagli Americani fuori,a dei presunti fantasmi
che sono nei tunnel e il nemico si fa invisibile e difficile,
fino a uno scontro fratricida,pensando che gli Americani
giocano con loro invece è tutta una suggestione
di questi tunnel.

Il regista con uno stile asciutto,senza fronzoli,diretto e
visionario,è bravo a creare la giusta e alta tensione
stando addosso ai personaggi e con l'occhio al dettaglio,
per un atmosfera inquietante e claustrofobica,
coinvolgendoti a vicenda,per un meccanismo a incastro
e flashback dei protagonisti fino a un emblema della follia.

Da segnalare la buona direzione degli Attori
dove figurano:

Jason Flemyng-Andrew Tiernan-Christopher Fairbank-Simon Kunz-
Andrew Lee Potts-John Carlisle-Eddie Marsan-Jack Davenport-
Charley Boorman e Nicholas Hamnett.

Invece nel reparto tecnico segnalerei la
claustrofobica fotografia di John Pardue,
gli effetti speciali di Casper Lailey,
le tese musiche di Russell Currie
e le scenografie di Richard Campling,
che rendono una buona e efficace messa in scena.

In conclusione un buon Film,
che ti tiene in tensione fino all'ultimo,
per un gioco al massacro verso un nemico
invisibile,dove si troveranno uno contro
l'altro per una miscela tra guerra e Horror
sublime,per poi per un finale che gioca
con la coscienza di chi ha ucciso,
e il terrore della guerra per un "War Movie"
inconsueto ma che taglia come un coltello e
squarcia come una sciabola le coscienze.

Il mio voto: 7.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati